Focus

Agente 007 – Licenza di uccidere: curiosità e retroscena del film

Pubblicato

il

Dopo avervi parlato di Agente 007 – Licenza di uccidere nella nostra recensione, ci concentriamo sulla genesi e sulle curiosità legate al debutto cinematografico di James Bond. Dalla scelta degli attori alla celeberrima colonna sonora, fino ad arrivare alle reazioni da parte di illustri personaggi alla prima avventura di 007 e agli spassosi retroscena dietro le quinte: un ritratto a 360° del film capostipite di una longeva e amata saga, che dal 1962 intrattiene e fa sognare milioni di spettatori.

James Bond: dalla carta allo schermo

Agente 007 - Licenza di uccidere

Come accennavamo nella nostra recensione di Agente 007 – Licenza di uccidere, James Bond aveva già debuttato sul piccolo schermo nel 1954, in un episodio della serie antologica Climax intitolato Casino Royale. In questo episodio, basato sull’omonimo romanzo di Ian Fleming, l’Agente 007 era interpretato da Barry Nelson, mentre il malvagio Le Chiffre, impersonato da Mads Mikkelsen nel film del 2006, era interpretato da Peter Lorre. Casino Royale è anche il primo romanzo di Fleming con protagonista James Bond. Quest’opera è stata però esclusa fin da subito dalle opzioni per il debutto di 007 sul grande schermo, in quanto i diritti non erano di proprietà di Albert R. Broccoli e Harry Saltzman, ma di Michael Garrison, che li aveva acquistati appena un anno dopo l’uscita in libreria.

Anche la seconda scelta Agente 007 – Thunderball (Operazione tuono) era bloccata, per via di una causa legale fra Fleming e Kevin McClory, autore della sceneggiatura originale. La scelta per la nascita del James Bond cinematografico ricadde quindi sul sesto romanzo di Fleming Doctor No, per motivi pratici: il budget per questo primo film non era alto, e il romanzo in questione era quello più economico da trasporre, per via di un limitato numero di location e dei pochi effetti speciali richiesti.

Il casting di James Bond

Non è certo un mistero che il modello per Agente 007 – Licenza di uccidere e per tutti i primi film di James Bond (nel successivo A 007, dalla Russia con amore ci sarà una citazione esplicita) sia Intrigo internazionale di Alfred Hitchcock, uscito appena tre anni prima. Pare addirittura che lo stesso Hitchcock abbia preso in considerazione l’idea di dirigere Thunderball, che in un primo momento era in lizza per essere il primo capitolo della serie. L’ammirazione dei produttori Albert R. Broccoli e Harry Saltzman per Intrigo internazionale li ha portati a pensare a Cary Grant per la parte di James Bond. Il celebre attore, già 58enne, avrebbe però voluto impegnarsi solo per un film, mentre i produttori avevano già in mente di proseguire per diversi episodi.

I due pensarono quindi di ripiegare sull’avversario di Grant nel film di Hitchcock, cioè James Mason, che a sua volta avrebbe però voluto impegnarsi per al massimo due film. Furono considerati per la parte molti nomi, fra cui Richard Burton, Richard Todd, Rex Harrison e Richard Johnson. Il protagonista de Il prigioniero Patrick McGoohan rifiutò il ruolo perché ambiguo moralmente, mentre David Niven fu scartato, rifacendosi però qualche anno dopo nella parodia James Bond 007 – Casino Royale. Fu preso in considerazione anche un giovane Roger Moore, successivamente James Bond per ben sette volte, allora impegnato con la serie televisiva Il Santo. Ci fu addirittura un concorso per la parte, vinto dal modello Peter Anthony, rivelatosi però totalmente inadatto alla recitazione.

A indurre Broccoli alla scelta di Sean Connery fu la sua prova in Darby O’Gill e il re dei folletti, particolarmente apprezzata dalla moglie Dana. Connery era inoltre gradito al regista Terence Young, che lo aveva già diretto ne Il bandito dell’Epiro.

Il casting di Honey Ryder per Agente 007 – Licenza di uccidere

Ursula Andress

A due settimane dall’inizio delle riprese di Agente 007 – Licenza di uccidere, la parte della cercatrice di conchiglie Honey Ryder doveva ancora essere assegnata. L’identikit dell’interprete del ruolo per Broccoli era “Una sconosciuta con una faccia nuova, che non chieda uno stipendio oltraggioso“. La scelta ricadde su Ursula Andress quando il produttore vide una sua foto, scattale dal marito John Derek, con addosso una maglietta bagnata. Broccoli scelse la Andress ancora prima di parlarle. Dal canto suo, l’attrice svizzera, in pausa dalla recitazione da diversi anni, dopo aver partecipato a Un americano a Roma e Le avventure di Giacomo Casanova di Steno, accettò la parte su insistenza dell’amico di famiglia Kirk Douglas.

Ursula Andress fu effettivamente una scelta economica, dal momento che il suo compenso fu di circa 6.000 dollari. Il bikini da lei indossato fu invece acquistato nel 2001 da Robert Earl di Planet Hollywood, per circa 35.000 sterline. A causa del suo forte accento, l’attrice fu doppiata da Nikki Van der Zyl, ma conquistò comunque un Golden Globe come migliore attrice debuttante nel 1964.

Il casting del Dr. No

Agente 007 - Licenza di uccidere

Uno dei ruoli più importanti da assegnare era certamente quello del malvagio Dr. No, il primo villain con cui si scontra James Bond. Come confermato da Christopher Lee, lui era la prima scelta per Ian Fleming, che era anche suo cugino. L’attore britannico ebbe però modo di rifarsi, interpretando Francisco Scaramanga in Agente 007 – L’uomo dalla pistola d’oro. Fleming chiese anche a Noël Coward, che rifiutò la parte con uno spassoso telegramma (“Dr. No? No! No! No!“). Un altro rifiuto arrivò da Max von Sydow, che declinò l’offerta in quanto già impegnato nella parte di Gesù ne La più grande storia mai raccontata. Anche l’interprete svedese ebbe una seconda occasione, slegata dalla saga ufficiale, interpretando Ernst Stavro Blofeld in Mai dire mai.

La parte del Dr. No andò infine a Joseph Wiseman, scelto dal produttore Harry Saltzman per la sua prova in Pietà per i giusti. All’attore fu applicato un trucco particolare, volto a esaltare i suoi tratti orientaleggianti, in quando il suo personaggio aveva origine cinese.

La sequenza gunbarrel

Sequenza gunbarrel

Insieme a James Bond, in Agente 007 – Licenza di uccidere fa il suo debutto anche la caratteristica sequenza gunbarrel, cioè l’inquadratura, presente in tutti i film della saga, di James Bond attraverso la canna di una pistola. La scena fu creata dal designer dei titoli Maurice Binder all’ultimo momento, semplicemente puntando una camera a foro stenopeico nella canna di una vera pistola. L’attore protagonista della scena non è Sean Connery, ma lo stunt-man Bob Simmons.

Le prime volte di James Bond

Sean Connery

Molti ritengono erroneamente che la prima frase pronunciata dall’Agente 007 sia “Bond. James Bond“. In realtà, 007 esordisce sul grande schermo con le parole, rivolte a Sylvia Trench e pronunciate poco prima di quelle più celebri, “I admire your courage, miss…“, tradotte letteralmente in italiano con “Ammiro il suo coraggio, miss…“. A proposito di prime volte, in Agente 007 – Licenza di uccidere c’è anche la prima, e per ora ultima, interpretazione canora di James Bond. Il pezzo eseguito è Under The Mango Tree, simpaticamente rivolto a Honey Ryder, uscita dalle acque pochi secondi prima cantando proprio questa canzone. La prima scena girata da Sean Connery nei panni di James Bond è invece quella all’aeroporto di Kingston, datata 16 gennaio 1962.

Le prime volte di Agente 007 – Licenza di uccidere non si esauriscono però con James Bond. Nel primo capitolo della saga, facciamo infatti la conoscenza di alcuni personaggi ricorrenti, come il superiore M (impersonato da Bernard Lee), l’agente della CIA Felix Leiter (interpretato da Jack Lord) e la segretaria di M Miss Moneypenny (Lois Maxwell), coinvolta con Bond in un rapporto di reciproca attrazione, mai concretizzatasi. Secondo i piani originali, la Maxwell avrebbe dovuto interpretare la prima Bond girl in ordine cronologico, Sylvia Trench. Una parte andata poi a Eunice Gayson, che invece avrebbe dovuto impersonare Miss Moneypenny. A pretendere l’inversione dei ruoli fu Young, che motivò la scelta con il fatto che a suo giudizio la Gayson sembrava odorare sesso, mentre la Maxwell dava l’idea di profumare di sapone.

Il parrucchino di Sean Connery

È convinzione diffusa che Sean Connery indossasse un parrucchino in tutte le sue performance nei panni di James Bond. In realtà, pur soffrendo di calvizie precoce, ai tempi di Agente 007 – Licenza di uccidere l’attore scozzese aveva una quantità sufficiente di capelli. I truccatori e i parrucchieri si sono così accontentati solo di qualche piccolo ritocco per gestire al meglio i capelli residui.

Ken Adam: da Agente 007 – Licenza di uccidere a Stanley Kubrick

Agente 007 - Licenza di uccidere

Uno dei punti di forza di Agente 007 – Licenza di uccidere è sicuramente l’operato dello scenografo Ken Adam. Un lavoro certosino sia per quanto riguarda i dettagli, come la creazione di oggetti di scena più piccoli del normale, in modo da fare risaltare la figura di James Bond. A rimanere scolpito nell’immaginario collettivo è però il futuristico nascondiglio del Dr. No, che emerge con tutta la sua forza nell’atto conclusivo del film. L’impatto dell’opera di Adam fu tale da attirare l’attenzione di Stanley Kubrick, che lo volle al suo fianco l’anno successivo per il suo Il dottor Stranamore – Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba.

The James Bond Theme

Agente 007 - Licenza di uccidere

Un’altra errata concezione relativa ad Agente 007 – Licenza di uccidere è che la celeberrima The James Bond Theme, vera e propria impronta sonora della saga, sia opera di John Barry, autore delle musiche del film. In realtà, Barry ha solo arrangiato e orchestrato un brano di Monty Norman, ottenuto dalla sua canzone Good Sign, Bad Sign, scritta per il musical abortito The House of Mr. Biswas. Norman è regolarmente accreditato come autore del pezzo, e alla fine del 1999 aveva guadagnato poco meno di 500.000 sterline di sole royalties.

Il trucco di Ursula Andress per Agente 007 – Licenza di uccidere

Agente 007 - Licenza di uccidere

Nel documentario sui retroscena del film, presente nelle edizioni Home Video di Agente 007 – Licenza di uccidere, Ursula Andress racconta un divertente aneddoto. Dal momento che Honey Ryder doveva essere una ragazza abbronzata, mentre la Andress all’epoca delle riprese era di carnagione particolarmente chiara, l’attrice ha dovuto prestarsi a lunghe sessioni di trucco, volte a scurire la sua pelle. Il responsabile del trucco John O’Gorman chiese alla Andress di spogliarsi durante queste sessioni, che erano però particolarmente movimentate, a causa delle molte persone che entravano nella stanza con varie motivazioni più o meno plausibili, fra cui quella di portare la colazione. Al termine di una di queste sessioni, nella stanza in cui O’Gorman truccava la Andress si erano accumulati ben 20 vassoi per la colazione, portati da inservienti particolarmente invadenti.

Le reazioni negative ad Agente 007 – Licenza di uccidere

Agente 007 - Licenza di uccidere

Agente 007 – Licenza di uccidere si rivelò un clamoroso successo al botteghino, incassando in tutto il mondo poco meno di 60 milioni di dollari, a fronte di un budget stimato in circa 1 milione. La calorosa accoglienza del pubblico non è però stata condivisa da tutti. La bocciatura più importante è quella dello stesso Ian Fleming, che dopo una proiezione del film si lasciò scappare un «Terribile. Semplicemente terribile». Giudizio negativo anche per il Vaticano, che in concomitanza con l’uscita italiana del debutto di James Bond dichiarò che si era davanti a una pericolosa miscela di violenza, volgarità, sadismo e sesso.

Focus

Piattaforme streaming: Prime Video tallona Netflix in Italia secondo JustWatch

Pubblicato

il

Amazon

Il celebre portale JustWatch, guida internazionale per lo streaming che ogni mese aiuta più di 20 milioni di persone a trovare i loro contenuti preferiti sulle principali piattaforme, ha pubblicato le statistiche di utilizzo relative al secondo trimestre del 2021. Lo stesso sito aveva delineato un quadro abbastanza chiaro dell’utilizzo delle piattaforme streaming in Italia nei primi tre mesi dell’anno, con Netflix poco più avanti di Amazon Prime Video, seguiti a distanza da Disney+. A quanto pare, la battaglia fra le due principali piattaforme streaming è sempre più accesa nel secondo trimestre del 2021: Netflix ha infatti perso una piccola quota di utenti, arretrando fino al 29% del totale, con Prime Video che invece è sempre stabile al 28%. A guadagnare dallo stallo di Netflix è Disney+, che in pochi mesi passa dal 13% al 15% del totale, con la prospettiva di avvicinare sempre di più i propri principali competitor.

Piattaforme streaming: Amazon Prime Video sempre più vicino a Netflix per gli utenti italiani

Piattaforme streaming

Come avevano evidenziato anche i dati dello scorso trimestre, alle altre piattaforme streaming rimangono le briciole. Now e TimVision sono ancora appaiate al quarto posto nelle preferenze degli utenti, ma la loro quota passa dal 7% al 6% del totale. Stabile al sesto posto Infinity, fermo al 4% di utilizzo per gli utenti italiani. Tutte le altre piattaforme complessivamente arrivano al 12%. Chiaro segnale di una competizione sempre più serrata fra le varie piattaforme, da cui passa molto del futuro dell’intrattenimento. In questa piccola ma non indifferente fetta di utilizzo delle piattaforme streaming c’è anche Apple TV+, che nonostante alcuni suoi popolari prodotti, come The Morning Show, Mythic Quest e La storia di Lisey, fatica ancora a entrare nel cuore degli appassionati.

Piattaforme streaming

Continua a leggere

Focus

Netflix: tutte le nuove uscite che vedremo a luglio 2021

Pubblicato

il

A Classic Horror Story

In arrivo un altro mese importante per Netflix, con tante nuove uscite, sia fra le produzioni originali, sia per quanto riguarda le acquisizioni. Da non perdere in particolare due produzioni italiane, cioè Generazione 56K, nuova serie dei The Jackal, e A Classic Horror Story, film horror diretto da Roberto De FeoPaolo Strippoli. Da non perdere inoltre i ritorni seriali Netflix di Atypical (quarta stagione), Virgin River (terza stagione), Sky Rojo (seconda stagione) e Come vendere droga online (in fretta), con la sua terza stagione. Grande attesa anche per la trilogia horror Fear Street, i cui capitoli saranno pubblicati con cadenza settimanale, e Masters of the Universe: Revelation, serie animata sviluppata da Kevin Smith. Di seguito, l’elenco completo delle uscite di luglio su Netflix.

Tutto ciò che vedremo a luglio 2021 su Netflix

Netflix

1 luglio

  • Generazione 56k (serie originale, stagione 1)
  • Young Royals (serie originale, stagione 1)
  • Audible (film originale)
  • Labyrinth – Dove tutto è possibile (film non originale)
  • Dynasty Warriors (film originale)
  • E poi c’è Katherine (film non originale)
  • Leatherface (film non originale)
  • Lo specialista (film non originale)
  • Non aprite quella porta (film non originale)
  • The Legend of Zorro (film non originale)
  • Turistas (film non originale)
  • Legends of Tomorrow (serie non originale, stagione 5)
  • Quarantine Tales (serie non originale, stagione 1)
  • Weathering with You (film non originale)
  • Mobile Suit Gundam Hathaway (film non originale)
  • Mobile Suit Gundam: The Origin (serie non originale, stagione 1)
  • Pokémon Journeys (serie animata non originale, stagione 1)
  • Star Blazers 2202 (serie non originale)

2 luglio

  • Mortale (serie originale, stagione 2)
  • Fear Street Parte 1: 1994 (film originale)
  • Haseen Dillruba (film originale)
  • The 8th Night (film originale)
  • In vacanza su Marte (film non originale)
  • Big Timber – I taglialegna (reality originale, stagione 1)

4 luglio

  • We The People – Alla scoperta della democrazia americana (serie originale, stagione 1)
  • All Mine (serie originale, stagione 1)

6 luglio

  • I Think You Should Leave with Tim Robinson (serie non originale, stagione 2)

7 luglio

  • Cat People (documentario originale)
  • I migliori amici dell’uomo (serie originale, stagione 2)
  • Major Grom: il medico della peste (film originale)
  • La guerra dei vicini (serie originale, stagione 1)
  • Pantano (serie originale, stagione 2)

8 luglio

  • Elize Matsunaga: c’era una volta un crimine (serie originale, stagione 1)
  • Resident Evil: Infinite Darkness (anime originale)

9 luglio

  • Fear Street Parte 2: 1978 (film originale)
  • Atypical (serie originale, stagione 4)
  • Virgin River (serie originale, stagione 3)
  • The Water Man (film originale)
  • Biohacker (serie originale, stagione 2)
  • Ridley Jones (serie originale, stagione 1)
  • L’estate passata (film originale)
  • La cuoca di Castamar (serie originale, stagione 1)
  • Lee Su-geun: The Sense Coach (stand-up comedy originale)
  • Come diventare tiranni (serie documentario originale, stagione 1)

11 luglio

  • Croce e delizia (film non originale)

13 luglio

  • Naomi Osaka (documentario originale)
  • The Good Doctor (film non originale)
  • The Good Doctor (serie non originale, stagioni 1-2-3)

14 luglio

  • A Classic Horror Story (film originale)
  • Rete privata: chi ha ucciso Manuel Buendía? (film originale)
  • Heist: rapine incredibili (serie originale, stagione 1)
  • Guida alla famiglia perfetta (film originale)

15 luglio

  • Non ho mai… (serie originale, stagione 2)
  • Beastars (serie anime originale, stagione 2)
  • InuYasha (serie non originale, stagione 6)

16 luglio

  • In poche parole (serie documentario originale, stagione 3)
  • Fear Street Part 3: 1666 (film originale)
  • Deep (film originale)

21 luglio

  • Trollhunters: L’ascesa dei Titani (film originale)
  • Sexy Beasts (serie originale, stagione 2)

23 luglio

  • Sky Rojo (serie originale, stagione 2)
  • Masters of the Universe: Revelation Parte 1 (serie originale)
  • L’ultima lettera d’amore (film originale)
  • Fidanzati per caso (film originale)
  • Blood Red Sky (film originale)
  • Kingdom: Ashin of the North (speciale originale)

27 luglio

  • Come vendere droga online (in fretta) (serie originale, stagione 3)

28 luglio

  • Glow Up (serie originale, stagione 3)
  • Tattoo Redo: nuova vita ai tatuaggi (serie originale, stagione 1)

29 luglio

  • Resort to Love – All’amore non si sfugge (film originale)

30 luglio

  • Outer Banks (serie originale, stagione 2)
  • L’ultimo mercenario (film originale)
  • Centaurworld: Il mondo dei centauri (serie originale, stagione 1)
  • John DeLorean: mito e magnate (documentario originale)
Continua a leggere

Focus

Amazon Prime Video: tutte le uscite in arrivo a luglio 2021

Pubblicato

il

Amazon Prime Video si appresta a regalarci un luglio bollente dal punto di vista delle nuove uscite. Già il 2 luglio, potremo infatti vedere l’attesissimo action sci-fi La guerra di domani, con protagonista Chris Pratt. Appuntamento invece al 15 luglio per la seconda stagione di El Cid, che anticipa un trittico di film colmi di star hollywoodiane. A questo proposito, segnatevi in agenda Boss Level (19 luglio), adrenalinico action con protagonisti Frank Grillo, Mel Gibson e Naomi Watts, il revenge movie con Kate Beckinsale Jolt e Gunpowder Milkshake, con Karen Gillan e Lena Headey. Di seguito, un approfondimento sulle uscite di luglio di Amazon Prime Video, seguito dall’elenco completo di quello che ci aspetta nelle prossime settimane.

La guerra di domani: dal 2 luglio su Amazon Prime Video

Amazon Prime Video

In La guerra di domani (The Tomorrow War), il mondo rimane sotto shock quando un gruppo di viaggiatori nel tempo arriva dal 2051 per portare un messaggio urgente: di lì a trent’anni la razza umana sarà sul punto di perdere una guerra globale contro una letale specie aliena. L’unica speranza per sopravvivere è che soldati e civili del presente vengano trasportati nel futuro e si uniscano alla battaglia. Tra le reclute c’è l’insegnate di liceo e padre di famiglia Dan Forester (Pratt). Determinato a salvare il mondo per la sua giovane figlia, Dan si unisce a una brillante scienziata (Yvonne Strahovski) e al padre, da cui si era allontanato (J.K. Simmons), nella disperata impresa di riscrivere il destino del pianeta.

Diretto da Chris McKay e scritto da Zach Dean il film è prodotto da David Ellison, Dana Goldberg, Don Granger, Jules Daly, David Goyer, Adam Kolbrenner, gli executive producer sono Rob Cowan, Chris Pratt, Brian Oliver, Bradley J. Fischer. Il cast è composto da Chris Pratt, Yvonne Strahovski, J.K. Simmons, Betty Gilpin, Sam Richardson, Edwin Hodge, Jasmine Mathews, Ryan Kiera Armstrong, Keith Powers.

Blackout Love: dal 9 luglio su Amazon Prime Video

Blackout Love

Valeria è una donna che ha capito tutto della vita. Colleziona un uomo dopo l’altro, senza mai guardarsi indietro. Allena una squadra femminile di pallavolo e, oltre alle regole del gioco, alle ragazze insegnate come comportarsi in amore per essere indipendenti ed evitare di soffrire. Quando nella sua vita torna Marco, l’unico che le ha fatto registrati la guardia e le ha rovinato l’esistenza, Valeria decide che è arrivato il momento di vendicarsi. Ma non facile come crede… Una commedia non romantica, divertente e graffiante, dove le certezze saranno il posto ai sentimenti. Di Francesca Marino, con Anna Foglietta e Alessandro Tedeschi.

Demon Slayer: il treno Mugen, dal 13 luglio su Amazon Prime Video

Demon Slayer: il treno Mugen

Tanjiro e il suo gruppo hanno completato la riabilitazione presso la Villa delle Farfalle quando un corvo del legame annuncia loro la prossima missione, devono raggiungere il treno Mugen, dove oltre 40 persone sembrano essere scomparse in un brevissimo periodo di tempo.

Tanjiro e Nezuko, insieme a Zenitsu e Inosuke, si uniscono a uno dei più potenti spadaccini della squadra ammazzademoni, il Pilastro delle Fiamme Rengoku Kyojuro! Il gruppo si troverà ad affrontare il demone a bordo del treno Mugen, lanciato a folle velocità sui binari della disperazione più assoluta… Precipitando così in un sogno infinito!

El Cid: dal 15 luglio su Amazon Prime Video

El Cid

La seconda stagione di El Cid riparte dalla morte del re Fernando, i cui figli Sancho, Alfonso e García regnano rispettivamente Castiglia, León e Galizia. Ruy ora è cavaliere – a un passo dall’essere un vero eroe – ma dovrà prendere alcune decisioni molto difficili. Amina o Jimena? Sancio o Alfonso? Lealtà o gloria? Pace o guerra? Battaglie, amore, politica, intrighi, tradimento, morte e lotte di potere forniscono un ricco sfondo per la seconda stagione di El Cid, che racconta l’odissea nella vita reale di Rodrigo Diaz de Vivar: un eroe e una leggenda, accusato dai suoi nemici di essere un traditore.

Jaime Lorente (Ruy) ancora una volta interpreta il ruolo di uno dei personaggi più famosi della storia di Spagna. Per continuare la sua leggenda potrà contare sulla partecipazione di Elia Galera, Juan Echanove, Alicia Sanz, Francisco Ortiz, Jaime Olías, Lucía Guerrero, Lucía Díez, Nicolás Illoro, Juan Fernández, Pablo Álvarez, Emilio Buale, Dani Albaladejo, Rodrigo Poisón, David Castillo, Alfons Nieto, Sara Vidorreta, Adrián Salzedo e Álvaro Rico. Inoltre, il cast è completato da Hamid Krim, Sarah Perles, Zohar Liba, Adil Koukouh, Angel Bonanni, Samy Khalil e Amparo Alcaraz.

Making The Cut: dal 16 luglio su Amazon Prime Video

Amazon Prime Video

Nuova location. Nuovi designer. Stesso grande stile. Making the Cut è ancora in missione per cercare il prossimo grande fashion brand internazionale. Nella seconda stagione ai presentatori Heidi Klum e Tim Gunn si uniranno i giudici Winnie Harlow, supermodella di fama mondiale, e la fashion pop icon e Direttore Creativo di Moschino Jeremy Scott. In più, altri giudici faranno visita durante questa stagione, tra cui Prabal Gurung e Shiona Turini.

La seconda stagione, girata a Los Angeles, celebra questa città rinomata per l’ospitare alcune delle persone e degli eventi più importanti del mondo della moda. Dai red carpet calcati dalle star allo street style all’avanguardia, la scena fashion di Los Angeles sarà una cornice perfetta per la seconda stagione di Making the Cut.

Mentre la pandemia continua ad avere un forte impatto sull’industria della moda, gli stilisti stanno cercando nuovi modi per crearsi una clientela e far crescere la loro attività. A unirsi alla seconda stagione sarà un variegato gruppo di 10 talentuosi imprenditori e stilisti da tutto il mondo, pronti a portare i loro brand emergenti uno step più in alto e diventare il nuovo fenomeno mondiale. Il vincitore della serie riceverà un milione di dollari da investire nella sua attività, l’opportunità di vendere una collezione tramite l’Amazon Fashion Store e una mentorship con Amazon Fashion.

Alla fine di ogni episodio, edizioni limitate dei look vincenti di ciascuna sfida saranno subito disponibili per l’acquisto in esclusiva nello store Making The Cut di Amazon Fashion.
Gli executive producer della serie sono Sara Rea, Page Feldman, Heidi Klum, Tim Gunn e Jennifer Love ed è prodotta da Hello Sunshine e Amazon Studios.

La fashion competition series in otto episodi sarà disponibile con due nuovi episodi a settimana, per culminare con un’epica sfilata nel finale di stagione del 6 agosto 2021.

Boss Level: dal 19 luglio su Amazon Prime Video

Amazon Prime Video

Costretto a rivivere in continuazione il giorno della propria morte, l’ex agente delle forze speciali, Roy Pulver, (Frank Grillo – Come ti ammazzo il Bodyguard 2, Beyond Skyline ) scopre degli indizi che portano a un progetto governativo segreto che potrebbe risolvere il mistero dietro a questo loop temporale cui sembra essere condannato. In una corsa contro il tempo, Pulver deve dare la caccia al colonnello Ventor (Mel Gibson), il potente capo del programma governativo che tiene in ostaggio la sua ex moglie (Naomi Watts) e minacciare la vita di suo figlio, mentre degli abili e spietati assassini gli danno la caccia impedendogli di scoprire la verità e salvare la sua famiglia.

L’action star Frank Grillo torna al cinema con un grande film d’azione ispirato al mondo del gaming che ricorda le atmosfere adrenaliniche e ad alto voltaggio di Crank. Il film è diretto da Joe Carnahan e vede nel cast Frank Grillo, Mel Gibson, Naomi Watts.

Jolt: dal 23 luglio su Amazon Prime Video

Jolt

Jolt narra la storia di Lindy, una donna bellissima, sprezzante e ironica con un doloroso segreto: a causa di un raro disturbo neurologico che la affligge da tutta la vita, le accade a volte di essere presa da impulsi omicidi rabbiosi che può controllare solo dandosi una scossa elettrica tramite uno speciale dispositivo a elettrodi. Incapace di trovare amore e intimità in un mondo che teme la sua bizzarra patologia, si fida finalmente di un uomo abbastanza a lungo da innamorarsene, per poi trovarlo assassinato il giorno successivo.

Con il cuore spezzato e piena di rabbia, Lindy parte in una missione di vendetta per trovare l’assassino, mentre la polizia è sulle sue tracce come principale sospettata del crimine. Con Kate Beckinsale, Bobby Cannavale, Jai Courtney, Laverne Cox, David Bradley, Ori Pfeffer e con Susan Sarandon e Stanley Tucci. Il film è diretto da Tanya Wexler e scritto da Scott Wascha.

Gunpowder Milkshake: dal 28 luglio su Amazon Prime Video

Gunpowder Milkshake

Sam (Karen Gillan) aveva solo 12 anni quando sua madre, Scarlet (Lena Headey), una sicaria di élite, è stata obbligata ad abbandonarla. Sam è stata cresciuta da The Firm, la spietata associazione per cui lavorava la madre. Ora, 15 anni dopo, Sam ha seguito le orme della madre ed è diventata una killer spietata. Ha talento, è efficiente e fedele.

Ma quando un lavoro ad alto rischio non va come pianificato, Sam deve scegliere tra il continuare a prestare i suoi servizi a The Firm o proteggere la vita di un’innocente bambina di 8 anni, Emily (Chloe Coleman). Con un bersaglio sulla schiena, Sam ha solo una possibilità di sopravvivere: ritrovare la madre ed unirsi a lei e alle sue pericolosissime compagne, The Librarians (Michelle Yeoh, Angela Bassett e Carla Gugino).

Amazon Prime Video: l’elenco completo delle uscite di luglio 2021

Amazon Prime Video

1 luglio

  • District 9 (film non originale)
  • Il diario di Bridget Jones (film non originale)
  • Che pasticcio, Bridget Jones! (film non originale)
  • Bridget Jones’ Baby (film non originale)
  • Now You See Me – I maghi del crimine (film non originale)
  • Cinquanta sfumature di grigio (film non originale)
  • The Karate Kid – Per vincere domani (film non originale)
  • Karate Kid II – La storia continua… (film non originale)
  • Karate Kid III – La sfida finale (film non originale)
  • Karate Kid 4 (film non originale)
  • Birdman o (L’imprevedibile virtù dell’ignoranza) (film non originale)
  • Basic Instinct (film non originale)
  • La forma della voce (film non originale)
  • Assassin’s Creed (film non originale)
  • Il primo cavaliere (film non originale)
  • Hell (film non originale)
  • Total Recall – Atto di forza (film non originale)
  • 4 Blocks (serie non originale, stagione 1)

2 luglio

8 luglio

  • 10 giorni senza mamma (film non originale)

9 luglio

  • Manchester By the Sea (film non originale)
  • Ben Is Back (film non originale)
  • Blackout Love (film Amazon Exclusive)

13 luglio

  • Demon Slayer: il treno Mugen (film Amazon Exclusive)

15 luglio

  • The Witch – Vuoi ascoltare una favola? (film non originale)
  • Proximity (film non originale)
  • El Cid (serie Amazon Original, stagione 2)

16 luglio

  • Seberg – Nel mirino (film non originale)
  • Wake of Death – Scia di morte  (film non originale)
  • Making The Cut (show Amazon Original, stagione 2)

19 luglio

  • Boss Level (film Amazon Exclusive)

22 luglio

  • Romans (film non originale)

23 luglio

  • Jolt (film Amazon Original)

25 luglio

  • L’uomo sul treno (film non originale)

26 luglio

  • Bleach (serie non originale, stagione 4)

28 luglio

  • Gunpowder Milkshake (film Amazon Exclusive)

Film in scadenza

  • Favolacce: fino al 9 luglio
  • 1917: fino al 22 luglio
  • The Rhythm Section:  fino al 22 luglio
  • Il ladro di giorni: fino al 29 luglio

Serie in scadenza

  • X-files: fino al 6 luglio
  • Sons of Anarchy: fino al 14 luglio
  • 24: fino al 31 luglio
Continua a leggere
Pubblicità