Amazon Prime Video Amazon Prime Video

Focus

Amazon Prime Video: tutte le uscite in arrivo a ottobre 2021

Pubblicato

il

Un ottobre particolarmente caldo in arrivo per Amazon Prime Video, con tante nuove uscite in arrivo, pronte a soddisfare tutti i gusti. A spiccare sugli altri sono sicuramente i teen movie e i teen drama. Vedremo infatti la serie So cosa hai fatto, ispirata al romanzo del 1973 su cui è basato anche il celebre horror del 1997. Ci sarà però anche After 3, terzo capitolo di una delle saghe più amate dai giovani di tutto il mondo. Spazio infine anche all’Italia con l’uscita di Anni da cane, con protagonista la slanciatissima Aurora Giovinazzo. Da non perdere anche Welcome to the Blumhouse, ciclo di film horror realizzati dalla celebre casa di produzione di genere. Di seguito, il dettaglio delle uscite più attese su Amazon Prime Video, seguito dall’elenco completo di cosa ci aspetta nel mese di ottobre.

Welcome to the Blumhouse, dall’1 ottobre su Amazon Prime Video

Amazon Prime Video

Bingo Hell

Una creatura sinistra minaccia gli abitanti di una comunità a basso reddito, e una grintosa anziana proverà a fermarla in Bingo Hell, un film horror malvagiamente originale con un tocco diabolicamente divertente. Dopo che l’attivista di quartiere over-sessanta Lupita (Adriana Barraza) scopre che l’amata sala bingo della zona è stata rilevata da un misterioso uomo d’affari di nome Mr. Big (Richard Brake), raduna i suoi attempati amici per affrontare l’enigmatico imprenditore. Ma quando i vicini di vecchia data iniziano a morire in circostanze raccapriccianti, Lupita si rende conto improvvisamente che la gentrificazione è l’ultimo dei suoi problemi. Qualcosa di terrificante ha messo radici nel tranquillo barrio di Oak Springs, e ad ogni nuovo grido di “Bingo!” un’altra vittima cade preda della sua presenza diabolica.

Mentre i premi in denaro crescono e il conteggio dei cadaveri aumenta costantemente, Lupita deve affrontare la spaventosa consapevolezza che mai come in questo gioco è il vincitore a prendere tutto. Diretto da Gigi Saul Guerrero, Bingo Hell è scritto da Shane McKenzie, Gigi Saul Guerrero e Perry Blackshear. Nel cast Adriana Barraza, L. Scott Caldwell, Richard Brake e Joshua Caleb Johnson. Gli executive producer del film sono Jason Blum, Lisa Bruce, Jeremy Gold, Marci Wiseman, Raynor Shima e Lauren Downey.

Black as Night

Un’adolescente piena di risorse si lascia l’infanzia alle spalle nel momento in cui inizierà a combattere contro un gruppo di letali vampiri in Black as Night, un ibrido action-horror con un forte connotato sociale e un pungente senso dell’umorismo. Quindici anni dopo che l’uragano Katrina ha devastato New Orleans, una nuova minaccia lascia il segno sulla Big Easy ed ha la forma di ferite da puntura alla gola della vulnerabile e sfollata popolazione della città. Quando sua madre tossicodipendente diventa l’ultima vittima dei non-morti, la quindicenne Shawna (Asjha Cooper) giura di pareggiare i conti.

Insieme a tre amici fidati, Shawna escogita un piano audace per infiltrarsi nella villa dei vampiri nello storico quartiere francese, distruggere il loro capo e riportare i suoi discepoli con le zanne alla loro forma umana. Ma uccidere i mostri non è un compito facile e presto Shawna e il suo gruppo si ritrovano coinvolti in un conflitto secolare tra fazioni di vampiri in guerra, ognuna delle quali combatte per rivendicare New Orleans come loro dimora permanente.

Diretto da Maritte Lee Go e scritto da Sherman Payne. Nel cast di Black as Night si annoverano Asjha Cooper, Fabrizio Guido, Mason Beauchamp, Abbie Gayle with Craig Tate e Keith David e tra gli executive producer Jason Blum, Jeremy Gold, Marci Wiseman, Lisa Bruce, Maggie Malina e Guy Stodel.

The Manor

Una forza malvagia dà il tormento ai residenti di una sonnolenta casa di cura in The Manor, un gotico racconto del terrore con un tocco moderno. Quando un lieve ictus diminuisce la sua capacità di prendersi cura di se stessa, Judith Albright (Barbara Hershey) si trasferisce alla Golden Sun Manor, una struttura di residenza assistita con un’eccellente reputazione. Ma nonostante tutti gli sforzi dello staff e la nascente amicizia con l’anziano residente Roland (Bruce Davidson), strani eventi e visioni da incubo convincono Judith che una presenza sinistra stia infestando l’enorme tenuta.

Mentre i residenti iniziano a morire misteriosamente, i frenetici avvertimenti di Judith vengono liquidati come fantasie. Anche il suo devoto nipote Josh (Nicholas Alexander) pensa che le paure della donna siano il risultato della demenza, non dei demoni. Senza nessuno disposto a crederle, Judith deve fuggire dai confini del maniero o cadere vittima del male che vi alberga. Scritto e diretto da Axelle Carolyn, nel cast Barbara Hershey, Bruce Davison, Nicholas Alexander, Jill Larson, Fran Bennett e Katie Amanda Keane. Gli executive producer sono Jason Blum, Jeremy Gold, Marci Wiseman, Lisa Bruce, Sandy King e Richard J Bosner.

Madres

Beto (Tenoch Huerta) e Diana (Ariana Guerra), una giovane coppia messicano-americana in attesa del loro primo figlio, si trasferiscono in una piccola città della California degli anni ’70, dove a Beto è stato offerto di lavorare alla gestione di una fattoria. Isolata dalla comunità e tormentata da incubi confusi, Diana esplora il fatiscente ranch aziendale dove vivono, trovando un macabro talismano e una scatola contenente gli effetti personali dei precedenti residenti.

Le sue scoperte la porteranno a una verità molto più strana e terrificante di quanto avrebbe potuto immaginare. Diretto da Ryan Zaragoza e scritto da Marcella Ochoa e Mario Miscione, Madres vede nel cast Tenoch Huerta, Ariana Guerra, Evelyn Gonzalez, Kerry Cahill, e Elpidia Carrillo. Gli executive producer del film sono Jason Blum, Jeremy Gold, Marci Wiseman, Lisa Bruce, Sanjay Sharma e Matthew Myers.

1 ottobre: My Name is Pauli Murray

My Name is Pauli Murray

Quindici anni prima che Rosa Parks si rifiutasse di cedere il suo posto sull’autobus, un intero decennio prima che la Corte Suprema degli Stati Uniti capovolgesse la legislazione distinta ma paritaria, Pauli Murray era già impegnata a combattere a tempo pieno per la giustizia sociale. Avvocato all’avanguardia, attivista, sacerdotessa e memorialista impegnata, Murray ha plasmato un contenzioso di lunga data – nonché la consapevolezza su di esso – a proposito di equità di genere e razza. In qualità di giovane afroamericana cresciuta nel sud della segregazione, che ha anche lottato con nozioni più ampie di identità di genere, Pauli aveva capito in maniera intrinseca cosa significava esistere al di la delle categorie e delle norme culturali precedentemente accettate.

Sia il percorso personale di Pauli sia il suo impegno senza tregua hanno prefigurato alcune delle questioni politicamente più importanti dei nostri tempi. Raccontato in gran parte tramite le stesse parole di Pauli, My Name is Pauli Murray è un racconto sincero di quel viaggio unico e straordinario. Il documentario diretto da Julie Cohen e Betsey West, che ne è autrice insieme a Talleah Bridges McMahon, Julie Cohen e Cinque Northern, è prodotto da Talleah Bridges McMahon.

Most Dangerous Game: dall’1 ottobre su Amazon Prime Video

Amazon Prime Video

Dodge Maynard é un malato terminale che, disperato, per prendersi cura della moglie incinta accetta di partecipare a un gioco mortale in cui scopre presto di non essere il cacciatore, ma la preda. Nel cast Liam Hemsworth, Sarah Gadon, Christoph Waltz.

4 ottobre: The Walking Dead: World Beyond

Amazon Prime Video

La seconda stagione concluderà l’epica storia di Iris (Royale), Hope (Mansour), Elton (Cantu) e Silas (Cumpston): quattro amici che hanno viaggiato attraverso il paese in una missione che ha trasformato tutto ciò che sapevano su se stessi e sul mondo. Mentre affrontano la misteriosa Repubblica Civica Militare e combattono per il controllo del proprio destino, gli obiettivi cambieranno, i legami si formeranno e si sgretoleranno e l’innocenza sarà persa e ritrovata.

Creato da Scott M. Gimple e dallo showrunner Matt Negrete, The Walking Dead: World Beyond vede protagonisti Aliyah Royale, Alexa Mansour, Nicolas Cantu, Hal Cumpston, Nico Tortorella, Joe Holt, Jelani Alladin, Natalie Gold e Ted Sutherland.

Dal 7 ottobre su Amazon Prime Video Infinite

Amazon Prime Video

Evan McCauley ha abilità che non ha mai imparato e ricordi di luoghi che non ha mai visitato. Cercando di auto-curarsi e sull’orlo del crollo mentale, un gruppo segreto che si fa chiamare “Infiniti” arriva in suo soccorso, rivelando che i suoi ricordi sono reali. Il film è diretto da Antoine Fuqua, nel cast si annoverano: Mark Wahlberg, Chiwetel Ejiofor, Sophie Cookson.

Justin Bieber: Our World, dall’8 ottobre su Amazon Prime Video

Justin Bieber: Our World

Il documentario Amazon Original, diretto dal pluripremiato regista Michael D. Ratner, racconta da vicino la vita della superstar internazionale e il suo primo concerto dopo una pausa di tre anni, ed è prodotto da OBB Pictures dello stesso Ratner, Bieber Time Films e Scooter Braun Films.

Justin Bieber: Our World conduce gli spettatori nel backstage, sul palco e nell’universo privato dell’icona musicale mentre si prepara per il concerto senza precedenti “T-Mobile Presents New Year’s Eve Live with Justin Bieber”. Dopo una pausa di tre anni dall‘ultimo show e dai luoghi che solitamente ospitano concerti chiusi a causa della pandemia, Bieber regala una performance elettrizzante per chiudere il 2020 sul tetto del Beverly Hilton Hotel con 240 ospiti e milioni di fan in collegamento streaming da tutto il mondo. Il film segue Bieber e il suo affiatato team nel mese che precede l’evento, tra le prove e la realizzazione di un palcoscenico monumentale nel rispetto di rigorosi protocolli di salute e sicurezza. Il documentario cattura anche momenti personali tra Bieber e sua moglie Hailey, in cui sono loro stessi a riprendersi.

So cosa hai fatto: dal 15 ottobre su Amazon Prime Video

Amazon Prime Video

Scritta e prodotta da Sara Goodman, la serie Amazon Original So cosa hai fatto è basata sul romanzo di Lois Duncan del 1973, su cui si basa anche l’iconico film del 1997. Un anno dopo il fatale incidente d’auto che ha sconvolto la serata del diploma, un gruppo di adolescenti si ritrova legato da un segreto oscuro e perseguitato da un brutale assassino. Mentre cercano di scoprire chi li insegue, i ragazzi rivelano il lato oscuro della loro città apparentemente perfetta, e di loro stessi. Tutti nascondono qualcosa e scoprire il segreto sbagliato potrebbe essere mortale.

So cosa hai fatto è prodotta da Amazon Studios e Sony Pictures Television. Goodman è sceneggiatrice ed executive producer insieme a Neal H. Moritz e Pavun Shetty di Original Film, Erik Feig, Peter Guber, James Wan di Atomic Monster, Michael Clear e Rob Hackett, Craig William Macneill e Shay Hatten.
La serie è interpretata da Madison Iseman, Bill Heck, Brianne Tju, Ezekiel Goodman, Ashley Moore, Sebastian Amoruso, Fiona Rene, Cassie Beck e Brooke Bloom.

I primi quattro episodi della serie saranno disponibili in esclusiva su Prime Video da venerdì 15 ottobre, con nuovi episodi ogni venerdì, fino al finale di stagione previsto per il 12 novembre.

Anni da cane, dal 22 ottobre su Amazon Prime Video
Anni da cane

Anni da cane racconta la storia di Stella, un’adolescente impacciata, cinica, piena di immaginazione e tormentata. Dopo un incidente in auto che le cambia la vita e in cui è coinvolto anche un cane, si convince che i suoi anni vadano contati come quelli dei cani: uno ne vale sette, e ora che sta per compiere sedici anni, in realtà, è una centenaria. Per questa ragione, Stella crede che le rimanga poco tempo da vivere e decide di stilare una lista di tutte le cose che vuole fare prima di morire. Con l’aiuto dei suoi migliori amici, Nina e Giulio, la ragazza comincia così a vivere la sua vita al massimo, bruciando le tappe per paura di non avere tempo per fare tutte le esperienze.

Ma l’incontro casuale con Matteo, un coetaneo timido e introverso, metterà tutto in discussione, stravolgendo totalmente la sua prospettiva. Il film è diretto da Fabio Mollo, scritto da Mary Stella Brugiati e Alessandro Bosi e prodotto da Notorious Pictures. Nel cast Aurora Giovinazzo, Isabella Mottinelli, Federico Cesari, Luca Vannuccini, Marta Losito, Romana Maggiora Vergano, Paola Gioia Kaze Formisano, Sabrina Impacciatore e con una performance cameo di Achille Lauro.

Dal 29 ottobre su Amazon Prime Video Maradona – Sogno Benedetto

Amazon Prime Video

La serie biografica Amazon Original segue i trionfi e le sfide del leggendario calciatore ed è interpretata da Nazareno Casero (Historia de un Clan), Juan Palomino (Magnifica 70) e Nicolas Goldschmidt (Supermax), che interpreteranno Diego Armando Maradona nelle varie fasi della sua vita e della sua prolifica carriera. Dalle umili origini nella cittadina di Fiorito, in Argentina, suo paese natio, fino alla rivoluzionaria carriera al Barcellona e poi al Napoli, la serie narrerà il suo ruolo chiave nel portare la sua Nazionale a vincere la Coppa del Mondo in Messico nell’86. Nella serie sono presenti anche Julieta Cardinali (En Terapia, Valentin), Laura Esquivel (Patito Feo), Mercedes Morán (I diari della motocicletta, El Reino), Pepe Monje (Amor en Custodia), Peter Lanzani (El Clan, El Reino).

La serie biografica prodotta dalla BTF Media, in coproduzione con Dhana Media e Latin We, è stata girata in Argentina, Spagna, Italia, Uruguay e Messico, ed è composta da 10 episodi di un’ora che raccontano i momenti chiave della vita e della carriera del leggendario calciatore.

Alejandro Aimetta è showrunner della serie e regista degli episodi girati in Argentina, Messico e Uruguay, e ne ha scritto la sceneggiatura con Guillermo Salmerón (El Marginal) e Silvina Olschansky (El Marginal). Roger Gual ed Edoardo De Angelis hanno diretto rispettivamente gli episodi ambientati in Spagna e Italia. Gli executive producer sono Francisco Cordero, Liliana Moyano, Mari Urdaneta, Ricardo Coeto e Luis Balaguer.

After 3 dal 29 ottobre su Amazon Prime Video

After 3

La storia di After 3 riparte da Tessa alle prese con un nuovo, entusiasmante capitolo della sua vita, ma mentre si prepara a trasferirsi a Seattle per inseguire il lavoro dei suoi sogni, la gelosia e il comportamento imprevedibile di Hardin raggiungono l’apice e minacciano di porre fine alla loro intensa relazione.

La situazione si complica quando il padre di Tessa torna e vengono alla luce rivelazioni scioccanti sulla famiglia di Hardin. Alla fine, Tessa e Hardin dovranno decidere se varrà la pena lottare per il loro amore o se sarà il momento di separarsi.

After 3 vede protagonisti Josephine Langford e Hero Fiennes Tiffin alla guida di un cast corale che comprende Louise Lombard, Rob Estes, Arielle Kebbel, Chance Perdomo, Frances Turner, Kiana Madeira, Carter Jenkins, Mira Sorvino, Stephen Moyer, Angela Sari, Atanas Srebrev e Anton Kottas. Il film è diretto da Castille Landon e prodotto da Jennifer Gibgot (17 Again, Step Up), Brian Pitt, Aron Levitz di Wattpad, Nicolas Chartier di Voltage Pictures e Jonathan Deckter, Mark Canton di CalMaple (Den of Thieves, 300) e Courtney Solomon (Cake, An American Haunting). Executive producers sono Andrew Panay e Eric Lehrman.

Amazon Prime Video: l’elenco completo delle uscite di ottobre 2021

1 ottobre

  • Bingo Hell/ Black As Night (film Amazon Original)
  • My Name Is Pauli Murray (film Amazon Original)
  • Most Dangerous Game (film Amazon Exclusive)
  • Do, Re & Mi – Halloween Special (speciale Amazon Original)
  • L’uomo del labirinto (film non originale)
  • Fellini Forward (film non originale)
  • Che bella giornata (film non originale)
  • Cado dalle nubi (film non originale)
  • Sole a catinelle (film non originale)
  • Chloe – Tra seduzione e inganno (film non originale)
  • Letters to Juliet (film non originale)
  • The Fighter (film non originale)
  • Morti di salute (film non originale)
  • Balla coi lupi (film non originale)
  • Lara Croft: Tomb Raider (film non originale)
  • Tomb Raider – La culla della vita (film non originale)
  • Il cattivo tenente (film non originale)
  • L’ombra del dubbio (film non originale)
  • War, Inc. (film non originale)
  • Timeline – ai confini del tempo (film non originale)
  • The Body (film non originale)
  • The Last Man (film non originale)
  • Il comandate Hamilton (film non originale)
  • Imogene – Le disavventure di una newyorkese (film non originale)
  • Camera Cafè (serie non originale, stagioni 1-4)
  • Gormiti (serie non originale, stagioni 1-3)

4 ottobre

  • The Walking Dead: World Beyond (serie Amazon Exclusive, stagione 2)
  • Genitori VS Influencer (film non originale)
  • Stronger – Io sono più forte (film non originale)
  • Sotto massima copertura – Den of Lions (film non originale)
  • Code Black (serie non originale, stagioni 1-3)

7 ottobre

  • Infinite (film Amazon Exclusive)

8 ottobre

  • Justin Bieber: Our World (film Amazon Original)
  • The Manor/ Madres (film Amazon Original)
  • Jessy and Nessy (serie Amazon Original, stagione 1 parte 4)
  • Kids in the Hall (serie no originale, stagioni 1-5)

10 ottobre

  • Cats (film non originale)
  • City Of Lies – L’ora della verità (film non originale)

11 ottobre

  • Ad Astra (film non originale)
  • Holly & Benji – Due fuoriclasse (serie non originale, stagione 1)

12 ottobre

  • Il grande passo (film non originale)
  • Just Charlie – Diventa chi sei (film non originale)

15 ottobre

  • So cosa hai fatto (serie Amazon Original, stagione 1)
  • Sono solo fantasmi (film non originale)
  • The Good House (film non originale)
  • You’re Next (film non originale)

16 ottobre

  • Spiral – L’eredità di Saw (film non originale)
  • Point Break – Punto di rottura (film non originale)

18 ottobre

  • Motherland: Fort Salem (serie Amazon Exclusive, stagione 2)
  • Morrison (film non originale)

19 ottobre

  • Le douleur (film non originale)

22 ottobre

  • Anni da cane (film Amazon Original)
  • Digital Reaper (film non originale)

23 ottobre

  • Billionaire Boys Club (film non originale)

24 ottobre

  • Swarm – Minaccia dalla giungla (film non originale)

25 ottobre

29 ottobre

  • After 3 (film Amazon Exclusive)
  • Maradona – Sogno Benedetto (serie Amazon Original, stagione 1)
  • The Last Witch Hunter – L’ultimo cacciatore di streghe (film non originale)

31 ottobre

  • La promessa dell’assassino (film non originale)
  • La prova (film non originale)

Film in scadenza

  • Fast & Furious: Hobbs & Shaw (2 ottobre)
  • D.N.A. – Decisamente non adatti (4 ottobre)
  • Cosa mi lasci di te (16 ottobre)
  • Bombshell – La voce dello scandalo (16 ottobre)
  • Il principe dimenticato (23 ottobre)

Serie in scadenza

  • Quantico (serie non originale)
Pubblicità

Focus

Memorie di un assassino: la storia vera che ha ispirato il film di Bong Joon-ho

Pubblicato

il

Memorie di un assassino non è solo il primo capolavoro del regista sudcoreano Bong Joon-ho, ma è anche un film capace di influenzare il genere crime degli anni successivi, come vi abbiamo raccontato nella nostra recensione. Non tutti sanno però che Memorie di un assassino è basato su un’altrettanto raggelante storia vera, che fra il 1986 e il 1991 ha fatto sprofondare nella paura e nell’orrore non solo la zona di Hwaseong, dov’è ambientato il film, ma tutta la Corea del Sud, per la prima volta alle prese con un assassino seriale.

Il film di Bong Joon-ho, uscito nel 2003, verte proprio sulle indagini volte a catturare questo misterioso serial killer, responsabile dello stupro e dell’assassinio di diverse donne. Brancolando nel buio e con mezzi tecnici e scientifici del tutto insufficienti, gli investigatori (fra cui il personaggio di Song Kang-ho, futuro protagonista del dominatore degli Oscar 2020 Parasite) commettono numerosi errori, seguendo piste deboli o del tutto false, maltrattando e torturando sospetti fino a estorcere confessioni false e organizzando trappole del tutto inefficaci. Memorie di un assassino si conclude con uno splendido sguardo in macchina del detective Park Du-man, che ad anni di distanza dalle indagini sul caso, rimasto irrisolto, comprende di essere stato più volte a un soffio dalla cattura del criminale, senza però mai riuscire nell’impresa.

Pur con inevitabili modifiche per fini narrativi e rendendosi protagonista di veri e propri virtuosismi cinematografici, Bong Joon-ho rimane fedele alla situazione dell’epoca dell’uscita del film, con i crimini del serial killer di Hwaseong ridotti sostanzialmente a un cold case. Nel 2019, l’indagine ha però subito una svolta improvvisa quanto inaspettata, attribuendo all’assassino un volto e un nome, Lee Chun-jae.

Memorie di un assassino: dalla storia vera al film

Memorie di un assassino

All’epoca in cui è stato identificato come il serial killer di Hwaseong, Lee Chun-jae si trovava già in carcere a Busan per lo stupro e l’assassinio della cognata, avvenuto nel 1994. Decisiva per la sua identificazione è stato l’esame di alcuni indumenti intimi di una vittima delle serial killer, su cui sono state rinvenute tracce del DNA di Lee Chun-jae. Gli esami successivi hanno collegato l’uomo ad almeno tre dei nove omicidi, delineando ancora di più la situazione. In un primo momento, Lee Chun-jae ha negato il suo coinvolgimento in queste morti, salvo poi ritrattare e confessare di essere l’autore di ben 14 omicidi, incluse le 10 persone vittime dell’assassino seriale, di un’età compresa fra i 13 e i 71 anni.

L’assassino ha poi concesso qualche dichiarazione alla stampa, dichiarandosi sorpreso del fatto di non essere stato catturato prima. «Non pensavo che i crimini sarebbero stati sepolti per sempre. Ancora non capisco (perché non sono stato sospettato, ndr). I crimini sono accaduti intorno a me e non ho cercato di nascondere le cose, quindi ho pensato che sarei stato catturato facilmente. C’erano centinaia di forze di polizia. Incontravo continuamente investigatori, ma mi chiedevano sempre delle persone intorno a me», ha detto l’uomo. Un risvolto ancora più incredibile se si considera il fatto che nel corso degli anni sono state interrogate 21280 persone fra sospetti e testimoni e sono state rilevate 40116 impronte digitali, 570 tracce di DNA e 180 campioni di capelli.

Memorie di un assassino: la brutalità della polizia

Memorie di un assassino

Come vediamo in Memorie di un assassino, una persona con disabilità, identificata pubblicamente solo come Yoon, è stata in prigione dal 1988 al 2008 con l’accusa di avere stuprato e ucciso una ragazza di 13 anni, una delle vittime del serial killer. Decisiva per la sua detenzione una falsa confessione, estorta dopo pressioni e inaccettabili torture. Azioni mostrate con dovizia di particolari da Bong Joon-ho, che hanno portato a formali scuse del capo di polizia Bae Yong-ju: «Ci inchiniamo e ci scusiamo con tutte le vittime dei crimini di Lee Chun-jae, con le famiglie delle vittime e con le vittime delle indagini della polizia, incluso Yoon». Nel dicembre del 2019, otto degli investigatori sono stati accusati per abuso di potere e detenzione illegale.

Anche il vero assassino Lee Chun-jae ha commentato la vicenda: «Ho sentito da qualcuno che una persona con disabilità è stata arrestata, ma non sapevo per quale persona fosse stata arrestata poiché ho commesso molti reati. Ho sentito che molte persone sono state indagate e hanno subito ingiustamente. Vorrei scusarmi con tutte quelle persone. Sono venuto, ho testimoniato e descritto i crimini nella speranza che le vittime e le loro famiglie trovino conforto quando la verità verrà rivelata. Vivrò la mia vita pentendomi».

La ragazza tredicenne è stata una delle vittime di Lee Chun-jae, che in proposito ha commentato semplicemente con un «È stato un atto impulsivo».

I crimini di Lee Chun-jae

Fra il 15 settembre 1986 e il 3 aprile 1991, Lee Chun-jae ha commesso i crimini di Hwaseong. Nel mentre, l’uomo ha lavorato come operatore di gru ed è stato arrestato per essersi introdotto illegalmente in un’abitazione, per poi essere rilasciato in libertà vigilata. I crimini si sono interrotti in corrispondenza del matrimonio dell’uomo con una donna, avvenuto nell’aprile del 1992 e concluso nel dicembre del 1993, anche a causa del suo alcolismo e dei ripetuti maltrattamenti ai danni della moglie e del loro figlio. Il 13 gennaio 1994 ha drogato, stuprato e ucciso la cognata, ed è stato condannato a morte in primo grado, pena poi ridotta all’ergastolo con possibile libertà condizionata dopo 20 anni.

Memorie di un assassino: la reazione dell’assassino alla visione del film

Memorie di un assassino

Per Memorie di un assassino, Bong Joon-ho ha tratto ovviamente ispirazione dalla vicenda reale, ma anche dall’opera teatrale di Kim Kwang-lim Come to See Me, che per la prima volta ha adattato gli eventi. Il regista ha inoltre più volte ammesso l’influenza della miniserie a fumetti di Alan Moore ed Eddie Campbell From Hell, fondamentale anche per la prima memorabile stagione di True Detective.

Per sua stessa ammissione, Bong Joon-ho è stato letteralmente “ossessionato” dal caso per anni. «Volevo davvero vedere il suo volto, ho anche provato a immaginarlo e a disegnarlo per me stesso», ha detto. «Avevo un elenco di domande che ero pronto a fargli nel caso in cui in qualche modo lo avessi incontrato». Una volta scoperta la sua identità, «Finalmente ho potuto vedere il suo volto pubblicato sui giornali. Guardarlo mi ha fatto provare sentimenti complicati».

Nel già citato finale di Memorie di un assassino, il detective protagonista guarda direttamente in macchina. Il regista ha ammesso che la scena era anche un modo per guardare dritto in faccia l’assassino, che in cuor suo sperava vedesse il film prima o poi.

Lee Chun-jae non potrà essere processato per i crimini del serial killer di Hwaseong, che nel frattempo sono caduti in prescrizione. L’uomo ha effettivamente visto Memorie di un assassino e questa è stata la sua reazione: «L’ho visto come un film e non ho provato alcun sentimento o emozione nei confronti del film».

Continua a leggere

Focus

Monica Vitti è morta: addio a una colonna portante del cinema italiano

Pubblicato

il

Monica Vitti

Non esiste un’interprete senza una voce. Un adagio che sintetizza il mestiere della recitazione, ma che si adatta perfettamente anche a una delle più grandi attrici della storia del cinema italiano, ovvero Monica Vitti. La sua inconfondibile voce roca, che sapeva modulare in infinite sfumature caratteriali e interpretative, è stata, insieme al suo indimenticabile volto, la prima cosa a cui abbiamo pensato una volta appresa la notizia della sua morte, giunta a oltre 90 anni di età, di cui 30 passati lontani dalle scene a causa di una malattia degenerativa che ha progressivamente eroso la sua mente e la sua memoria. Una voce protagonista di alcune delle più celebri battute della storia del cinema italiano (come dimenticare “Mi fanno male i capelli” in Deserto rosso?), grazie alla quale rimarrà per sempre scolpita nei ricordi di tutti, prendendosi la rivincita sul triste destino che ha segnato l’ultima parte della sua esistenza.

Il lascito di Monica Vitti non si ferma però al suo timbro vocale, al suo malinconico broncio capace di trasformarsi in abbagliante sorriso e all’ironia che l’ha sempre accompagnata, in scena e nella vita reale. Monica Vitti è infatti stata il volto per eccellenza di due floride stagioni del nostro cinema: da una parte la produzione più autoriale, a cui ha contribuito grazie al sodalizio artistico e umano con Michelangelo Antonioni, consegnandoci capolavori del calibro di L’avventura, La notte, L’eclisse e il già citato Deserto rosso. Dall’altra, la grande commedia all’italiana, nella quale si è confrontata con giganti come Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Vittorio Gassman e Marcello Mastroianni, tratteggiando sempre personaggi unici e incredibilmente vitali, e diventando di fatto il valore aggiunto di film memorabili, fra i quali citiamo La ragazza con la pistolaDramma della gelosia (tutti i particolari in cronaca) e Polvere di stelle.

Monica Vitti: molto più che diva

Monica Vitti

In un’epoca in cui la donna nel cinema italiano era spesso limitata al ruolo di madre o a quello di mero oggetto del desiderio, Monica Vitti è stata molto più che diva, ha cambiato le regole del gioco: prima è diventata emblema dell’incomunicabilità e del disagio esistenziale, poi il volto per eccellenza dell’anticonformismo e della risata italiana, senza mai rinunciare alla propria unicità e a una sensualità mai volgare, sempre accompagnata da tempi comici perfetti e da un’intensità recitativa ineguagliabile. Un talento che l’ha portata a distinguersi con gli stessi eccellenti risultati anche al cinema e al teatro, senza dimenticare qualche sporadica ma esaltante performance all’estero, fra le quali merita certamente una menzione Modesty Blaise – La bellissima che uccide di Joseph Losey, uno dei primi cinecomic della storia del cinema.

L’abbiamo ammirata nell’interpretazione di donne indipendenti e profondamente ribelli, mogli annoiate in cerca di un’esistenza migliore, ragazze in cerca di rivincita e riappropriazione di se stesse. L’abbiamo vista arrabbiata, divertita, innamorata e tradita, vittima e carnefice, libera e prigioniera, amandola ogni volta. Il suo profondo e magnetico sguardo come finestra sull’anima dei suoi personaggi, la sua strepitosa verve comica come strumento per tratteggiare spaccati umani mai banali, scolpiti indelebilmente nella storia del cinema.

Da semplici spettatori e amanti dell’arte, l’abbiamo accompagnata a distanza negli ultimi decenni di dolorosa malattia, illudendoci di farle arrivare il nostro affetto e il nostro calore e di farle trovare una via d’uscita dal labirinto in cui la sua mente era intrappolata. Oggi infine piangiamo la sua scomparsa, certi però del fatto che la sua eredità nell’immaginario collettivo non svanirà, e che il suo sorriso, capace di demolire qualsiasi canone di bellezza, entrerà a fare parte del mito.

Continua a leggere

Focus

Netflix: tutte le nuove uscite che vedremo a febbraio 2022

Pubblicato

il

Netflix

Anche a febbraio, Netflix ha in serbo tante novità per i propri abbonati, a cominciare dal ritorno di due serie particolarmente amate come Disincanto e Space Force. Non mancano i film originali, come Dalla mia finestra, Il mese degli deiAmore e guinzagli. Spazio come sempre anche a documentari e reality show, come Il truffatore di Tinder e L’amore è cieco. Di seguito, l’elenco completo di quello che vedremo il prossimo mese su Netflix.

Cosa vedremo su Netflix a febbraio 2022

Netflix

1 febbraio

  • Dion (serie originale, stagione 2)
  • Finding Ola (serie originale, stagione 1)
  • John Wick (film non originale)
  • Riverdale (serie non originale, stagione 5)
  • Conan il ragazzo del futuro (serie non originale, stagione 1)

2 febbraio

  • Oscuro desiderio (serie originale, stagione 2)
  • Me Contro Te – Il Film – La Vendetta del Sig. S (film non originale)
  • Il truffatore di Tinder (documentario originale)

3 febbraio

  • Murderville (serie originale, stagione 1)

4 febbraio

  • Dalla mia finestra (film originale)
  • Il colore delle magnolie (serie originale, stagione 2)

6 febbraio

  • Brooklyn 99 (serie non originale, stagione 7)

8 febbraio

  • Il mese degli dei (film originale)
  • Ms. Pat: Y’All Wanna Hear Something Crazy? (stand-up comedy originale)
  • L’amore è cieco: Giappone (reality show originale)

9 febbraio

  • Disincanto (serie originale, stagione 4)
  • Idee da vendere (reality show originale, stagione 1)

11 febbraio

  • Amore e guinzagli (film originale)
  • Tallgirl 2 (film originale)
  • Bigbug (film originale)
  • Jeen-Yuhs: A Kanye Trilogy (film originale)
  • Love Tactics (film originale)
  • Inventing Anna (serie originale, stagione 1)
  • Toy Boy (serie originale, stagione 2)
  • L’amore è cieco (reality show originale, stagione 2)

14 febbraio

  • Fedeltà (serie originale, stagione 1)

16 febbraio

  • Secrets of Summer (Cielo Grande) (serie originale, stagione 1)

17 febbraio

  • Perdonaci i nostri peccati (film originale)
  • Erax (film originale)
  • Heart Shot – Dritto al cuore (film originale)
  • Il giovane Wallander (serie originale, stagione 2)
  • Al passo con i Kardashians (reality show non originale, stagione 17)

18 febbraio

  • Non aprite quella porta (film originale)
  • La serie di Cuphead! (serie originale, stagione 1)
  • Space Force (serie originale, stagione 2)
  • Uno di noi sta mentendo (serie originale, stagione 1)
  • Downfall: Il caso Boeing (documentario originale)

19 febbraio

22 febbraio

  • Bubba Wallace: in gara contro ogni limite (serie originale, stagione 1)

25 febbraio

  • Vikings: Valhalla (serie originale, stagione 1)
  • La giudice (serie originale, stagione 1)
  • Madea: Il ritorno (film non originale)

Continua a leggere
Pubblicità

    Copyright © 2024 Lost in Cinema.