C’era una volta a… Hollywood C’era una volta a… Hollywood

Focus

C’era una volta a… Hollywood: citazioni e curiosità del film di Quentin Tarantino

Pubblicato

il

C’era una volta a… Hollywood è nelle sale italiane ormai da qualche giorno (qui la nostra recensione), quindi possiamo dedicarci a un grande classico dei film di Quentin Tarantino, cioè la caccia agli easter egg, alle citazioni, ai collegamenti e alle curiosità dei suoi lavori. In un’opera come C’era una volta a… Hollywood, questo esercizio diventa decisamente complicato, dal momento che l’intero racconto è una dichiarazione d’amore all’industria cinematografica e televisiva della seconda metà degli anni ’60, e più in generale al contesto sociale e culturale che ha formato un maestro del citazionismo come Tarantino. Abbiamo quindi fatto del nostro meglio per mettere nero su bianco le più interessanti curiosità su questo film, che vi proponiamo di seguito, raccomandandovi di non procedere con la lettura se non avete ancora visto C’era una volta a… Hollywood, in modo da non incappare in sgradevoli spoiler.

Dal porno a Tarantino

Nel corso dell’atto conclusivo di C’era una volta a… Hollywood, Sharon Tate entra insieme alla sua compagnia all’El Coyote Cafe, situato sulla Beverly Boulevard di Los Angeles. Prima di entrare nel locale dove purtroppo nella realtà ha trascorso la sua ultima serata, la Tate nel film si sofferma sulla folla attorno a lei. Attraverso un rapido scambio di battute, scopriamo che il motivo di tale trambusto è la premiere di un film porno in uno dei cinema all’epoca più conosciuti della città, chiamato non a caso The Eros. Questa sala cinematografica esiste ancora, ma ha cambiato nome e soprattutto proprietario. Oggi questa sala si chiama New Beverly Cinema, e dal 2007 appartiene proprio a Quentin Tarantino, che la gestisce assecondando il suo invidiabile estro cinefilo.

Tarantino e Michael Madsen

Michael Madsen ne Le iene

C’era una volta a… Hollywood è la quarta collaborazione fra Tarantino e Michael Madsen, dopo quelle ne Le iene, Kill Bill e The Hateful Eight. Questo è inoltre il primo film di Tarantino in cui il personaggio interpretato da Madsen non muore. C’è però un rovescio della medaglia: la partecipazione di Madsen è limitata a un breve cameo nella serie con Rick Dalton Bounty Law. Paradossalmente, Madsen compare in C’era una volta a… Hollywood per meno tempo della sua macchina, che è la Cadillac gialla guidata da Cliff Booth. Macchina che abbiamo già visto, guidata dallo stesso Madsen, nel primo film di Tarantino Le iene.

Rick fucking Dalton

Nel corso di C’era una volta a… Hollywood, il personaggio di Cliff Booth si rivela una vera e propria spalla fisica e morale di Rick Dalton, aiutandolo nei suoi momenti di sconforto. Un momento significativo in questo senso è la mattina in cui Booth accompagna Dalton sul set, spronandolo con la frase “You’re Rick fucking Dalton!“. Questa battuta è frutto di un’improvvisazione di Brad Pitt, che in un momento di difficoltà sul set all’inizio degli anni ’90 fu spronato con una battuta analoga da un suo collega (You’re Brad fucking Pitt!).

C’era una volta a… Hollywood e Burt Reynolds

C’era una volta a… Hollywood

Il toccante rapporto fra Rick Dalton e Cliff Booth è basato su quello instauratosi proprio negli anni ’60 fra Burt Reynolds e Hal Needham, suo stuntman e successivamente apprezzato sceneggiatore e regista. Non a caso, Reynolds è anche la guest star dell’episodio All the Streets Are Silent della serie F.B.I. che Rick e Cliff guardano in TV. La scena mostrata in C’era una volta a… Hollywood è parte del vero episodio, con una sola importante variazione: il cattivo Michael Murtaugh è interpretato da Leonardo DiCaprio invece che da Reynolds (qui trovate un breve spezzone comparativo).

Burt Reynolds avrebbe dovuto essere presente in C’era una volta a… Hollywood, sia come interprete che come personaggio. Prima della sua prematura morte per arresto cardiaco, l’attore era stato infatti ingaggiato per la parte di George Spahn, proprietario dell’omonimo ranch, poi riassegnata a Bruce Dern. Inoltre, come riportato da Collider, la parte di James Marsden, tagliata dal montaggio finale del film, era proprio quella di Burt Reynolds.

C’era una volta a… Hollywood e gli stuntman

C’era una volta a… Hollywood

Il personaggio di Cliff Booth è indubbiamente quello che nobilita maggiormente la figura dello stuntman in C’era una volta a… Hollywood, ma questa professionalità fondamentale per l’industria cinematografica ha anche altri esponenti nell’ultimo film di Tarantino. Il marito e la moglie che coordinano le controfigure sul set della serie Il Calabrone Verde, interpretati da Kurt Russell e Zoe Bell, costituiscono infatti un esplicito richiamo alle opere precedenti del cineasta statunitense. In Grindhouse – A prova di morte, Russell interpretava proprio uno stuntman, come del resto la Bell, che è tuttora un’apprezzata stuntwoman, celebre anche per aver fatto la controfigura a Uma Thurman in Kill Bill e a Diane Kruger e Mélanie Laurent in Bastardi senza gloria.

C’era una volta a… Hollywood contiene inoltre un riferimento a uno stuntman realmente esistito, Donald “Shorty” Shea. Shea fu l’ultima persona uccisa dalla famiglia Manson, nonostante ne fosse un membro, sia in quanto marito di una donna di colore, sia perché stava tramando contro lo sfratto della stessa famiglia, mettendo più di una pulce all’orecchio di George Spahn. L’arrivo di Cliff Booth allo Spahn Ranch, l’insistenza con cui chiede di parlare con George e il dialogo fra i due costituiscono quindi un richiamo a questa tragica vicenda.

C’era una volta a… Hollywood e Sergio Leone

La scena finale di C’era una volta in America di Sergio Leone

Già da tempo è nota la viscerale passione di Tarantino per il cinema di Sergio Leone, che ha più volte menzionato come uno dei suoi registi preferiti. Il titolo C’era una volta a… Hollywood è evidentemente un omaggio a due capolavori del regista italiano, C’era una volta il West e C’era una volta in America. Il Maestro è inoltre menzionato implicitamente nel momento in cui Sergio Corbucci, con cui Rick Dalton finisce per collaborare, viene definito “il secondo miglior regista di spaghetti western”. Abbiamo pochi dubbi su chi sia il primo.

Un ulteriore inquietante dettaglio lega Sergio Leone a C’era una volta a… Hollywood. Come rivelato da Il Messaggero, la sera del 9 agosto 1969 il regista italiano si trovava a Los Angeles per una ricerca sui costumi di Giù la testa. Ma non è tutto. Quella stessa sera, Leone avrebbe dovuto trovarsi a casa di Sharon Tate, che l’aveva invitato per il dopocena. A salvare Leone da morte certa fu un colpo di sonno, che lo tenne lontano dal luogo del massacro. Anticipando quel Sono andato a letto presto, storica battuta di Noodles in C’era una volta in America, Leone si salvò la vita.

C’era una volta a… Hollywood e Al Pacino

C’era una volta a… Hollywood è la prima collaborazione del leggendario Al Pacino con Quentin Tarantino e Leonardo DiCaprio. Il film contiene inoltre due spassosi riferimenti alla carriera cinematografica di Pacino. Quello più evidente è il classico gesto dello sparo di una raffica di proiettili, mimato dall’agente di casting Marvin Schwartz riferendosi a un film di Rick Dalton, ma anche alla memorabile sequenza finale di Scarface, interpretata proprio da Pacino. Schwartz dice inoltre a Dalton di averlo visto nel suo film I 14 pugni di McCluskey. McCluskey è anche il cognome del poliziotto che ne Il padrino colpisce con un pugno Michael Corleone, interpretato ovviamente da Al Pacino.

C’era una volta a… Hollywood e la famiglia Manson

C’era una volta a… Hollywood

C’era una volta a… Hollywood riporta correttamente diversi dettagli della vera storia di Charles Manson e della sua cosiddetta famiglia. Il più evidente è l’apparizione di Manson, interpretato da Damon Herriman sia nel film di Tarantino sia nella seconda stagione di Mindhunter. Come nella realtà, Manson si reca al 10050 di Cielo Drive in cerca di Terry Melcher, produttore discografico figlio di Doris Day e precedente inquilino della villa, odiato da Manson in quanto reo di non averlo ingaggiato per la Columbia Productions. Dopo questo sopralluogo, Manson decide di riversare la sua follia sui nuovi inquilini. Oltre al già citato insediamento della famiglia nello Spahn Ranch, Tarantino mette in scena un altro macabro dettaglio della strage, cioè la frase Sono il diavolo e sono qui per fare gli affari del diavolo, che nella realtà Tex Watson disse a Wojciech Frykowski, mentre nel film viene rivolta a Cliff Booth.

Si può affermare che la prima sostanziale divergenza fra la realtà e la finzione è il momento in cui Tex Watson, Susan Atkins, Linda Kasabian e Patricia Krenwinkel vengono ripresi da Rick Dalton per essersi fermati in macchina davanti alla sua residenza privata. Questo porta alla scelta da parte della famiglia di irrompere nella villa di Dalton e al successivo tragicomico scontro, che tiene lontano i seguaci di Manson da Sharon Tate. Particolarmente interessante è la rappresentazione che Tarantino fa di Linda Kasabian (interpretata da Maya Hawke), che poco prima dell’irruzione scappa in macchina. Nella realtà, la Kasabian ebbe il ruolo di “palo” e, inorridita per le loro azioni, cercò di fermare gli altri membri della famiglia, diventando successivamente una testimone chiave nel processo.

Un altro sinistro riferimento a Manson è la sua canzone Always is Always Forever, che cantano le ragazze hippie in una breve sequenza nella prima parte del film.

C’era una volta a… Hollywood e la Red Apple

C’era una volta a… Hollywood

Tarantino ha disseminato in diversi suoi film riferimenti alla Red Apple, una fittizia marca di sigarette. C’era una volta a… Hollywood rispetta questa sorta di tradizione. Cliff Booth fuma proprio le sigarette Red Apple, mentre Rick Dalton, durante la scena a metà dei titoli di coda, si cimenta addirittura in uno spot pubblicitario per questa marca, salvo poi uscire dal personaggio sentenziando che quelle sigarette sono estremamente sgradevoli.

C’era una volta a… Hollywood e Bastardi senza gloria

C’era una volta a… Hollywood

C’era una volta a… Hollywood contiene alcuni collegamenti a un altro amatissimo film di Tarantino, Bastardi senza gloria. Ci riferiamo sia alla grottesca sequenza in cui Rick Dalton attacca i nazisti con lo stesso lanciafiamme che gli tornerà utile nelle battute finali del film, chiara reminiscenza del rogo in cui finiscono Adolf Hitler e i suoi nell’opera precedente, sia al nome del regista italiano Antonio Margheriti, che ricorre in entrambe le opere. Margheriti è infatti sia il regista del fittizio lungometraggio con Rick Dalton Operazione Dyn-O-Mite! (che riprende scene di Bersaglio mobile di Corbucci) sia l’alias utilizzato dall’Orso ebreo Donny Donowitz per entrare alla prima di Orgoglio della nazione in Bastardi senza gloria. Doveroso inoltre sottolineare un’altra convergenza fra i due film: il cacciatore di scalpi nazisti Aldo Raine viene introdotto da Bridget Von Hammersmark come un italiano di professione stunt-man, cioè il lavoro di Cliff Booth.

The Mamas & the Papas

C’era una volta a… Hollywood

Fra le tante canzoni dell’epoca inserite in C’era una volta a… Hollywood, meritano una menzione particolare due pezzi dei The Mamas & the Papas, California Dreamin’ e Straight Shooter. California Dreamin’ risuona nel momento di passaggio fra il febbraio e l’agosto del 1969, nella versione solenne e malinconica di José Feliciano, che simboleggia la fine di un’epoca e al tempo stesso diventa sinistro presagio di ciò che è accaduto nella realtà a Sharon Tate, ben lontano da un sogno californiano. Ancora più importante l’utilizzo che Tarantino fa di Straight Shooter. Nell’atto conclusivo del film, vediamo Sharon e i suoi amici intenti a cantare questa canzone al pianoforte. Nella triste realtà, lo spartito di Straight Shooter è stato ritrovato nel luogo del massacro, a pochi metri di distanza dalla Tate.

C’era una volta a… Hollywood, Jay Sebring e Jim Morrison

C’era una volta a… Hollywood

C’era una volta a… Hollywood si sofferma più volte sull’ambiguo rapporto fra Sharon Tate e Jay Sebring, prima suo fidanzato, poi suo devoto amico, morto anch’egli il 9 agosto 1969. Un piccolo dettaglio sulla vita di quest’ultimo personaggio, interpretato da Emile Hirsch, ci viene fornito nella scena in cui vediamo la Tate ballare sulle note di The Spirit of ’67 di Paul Revere & the Raiders. In questo frangente, Sharon chiede scherzosamente a Jay cosa penserebbe Jim Morrison della cosa. Questo perché Jay Sebring era un rinomato parrucchiere (fatto esplicitato al tavolo dell’El Coyote nelle battute conclusive) e uno dei suoi clienti più celebri era appunto Jim Morrison, ben più trasgressivo e cool dei Paul Revere & the Raiders.

C’era una volta a… Hollywood: le citazioni a film reali

C’era una volta a… Hollywood

Una scena di Missione compiuta stop. Bacioni Matt Helm

C’era una volta a… Hollywood cita e omaggia esplicitamente una miriade di altri film, al punto che elencarli tutti diventerebbe un mero esercizio di catalogazione. Ci concentriamo quindi solo sulle citazioni più importanti.

La toccante scena in cui Sharon Tate guarda se stessa al cinema è estrapolata platealmente da Missione compiuta stop. Bacioni Matt Helm, ultimo suo film distribuito con l’attrice ancora in vita. Mentre Sharon cerca di convincere gli impiegati del cinema che ha preso parte al film, viene citato anche La valle delle bambole. Un altro esempio di cinema nel cinema è La grande fuga, che compare in C’era una volta a… Hollywood con l’inserimento in digitale di Rick Dalton, che nella finzione è stato vicino al ruolo di protagonista, andato poi a Steve McQueen. Il set in cui avviene lo scontro fra Cliff Booth e Bruce Lee è quello de Il Calabrone Verde, serie televisiva in cui Lee interpretava il personaggio di Kato.

Menzioni anche al cinema italiano, con Ringo del Nebraska (distribuito in alcune nazioni col titolo Nebraska Jim, uno dei film italiani di Dalton), Il mercenario (mostrato nello stesso cinema in cui si reca la Tate) e Romeo e Giulietta di Franco Zeffirelli, in programmazione al Vine Theater. Da sottolineare anche gli omaggi a Krakatoa est di Giava (in programmazione al Cinerama), Easy Rider (Rick chiama Tex Dennis Hopper) e Per favore, non mordermi sul collo!, film che contribuì alla nascita dell’amore fra Polanski e la Tate, il cui poster è visibile nella casa del regista polacco.

Altri film sono stati esplicitamente citati da Tarantino come influenze per C’era una volta a… Hollywood e visioni consigliate prima della sua ultima fatica: qui la lista completa.

… e quelle a film fittizi

C’era una volta a… Hollywood

C’era una volta a… Hollywood mette in scena anche diversi film e show televisivi inventati. L’esempio più evidente è la serie Bounty Law, basato sullo show Ricercato vivo o morto, con protagonista Steve McQueen. Per quanto riguarda la carriera italiana di Dalton, il già citato Nebraska Jim ha più di un punto di contatto con Navajo Joe, film di Corbucci con protagonista Burt Reynolds, mentre Uccidimi Subito Ringo, disse il Gringo è un mix fra Una pistola per Ringo e Il ritorno di Ringo, entrambi di Duccio Tessari.

C’era una volta a… Hollywood e i piedi

C’era una volta a… Hollywood

C’era una volta a… Hollywood è un vero e proprio trionfo del proverbiale amore di Quentin Tarantino per i piedi femminili. A omaggiare regista e spettatori con i loro piedi sono in questo caso Margot Robbie, nella scena in cui Sharon Tate si mette a proprio agio al cinema, mostrando a favore di telecamera le proprie serenità annerite da una lunga passeggiata, la rivelazione Margaret Qualley, in uno spassoso dialogo in macchina con il personaggio di Brad Pitt, e infine Dakota Fanning, nei panni della glaciale Lynette “Squeaky” Fromme.

C’era una volta a… Hollywood e Roman Polanski

Roman Polanski compare brevemente in C’era una volta a… Hollywood, interpretato da Rafał Zawierucha. Il film contiene due piccoli dettagli sulla vita del regista polacco, che vale la pena di menzionare. Il primo è il suo cane, che Polanski richiama col nome Dr. Sapirstein, cioè il nome del personaggio del medico che contribuisce alle terribili vicissitudini di Rosemary in Rosemary’s Baby – Nastro rosso a New York, che in quel preciso momento era l’ultimo film del cineasta polacco. Sharon Tate era particolarmente affezionata a questo cane, che però poco prima della sera del massacro morì investito dal vicino di casa Voytek Frykowski. Polanski non ebbe la forza di comunicare alla moglie questo triste fatto e preferì invece dirle che il cane era semplicemente scappato.

Un altro importante momento di C’era una volta a… Hollywood è la scena in cui Sharon si reca in una libreria per ritirare una copia di Tess dei D’Urbervilles, che vuole regalare a Roman. Questa sequenza, in cui Sharon accarezza anche una statuetta di un falcone simile a quella de Il mistero del falco, in un omaggio al capolavoro di John Huston, è un commovente collegamento alla vita vera di Polanski e della Tate. Durante il loro ultimo incontro prima della strage, Sharon regalò a Roman il libro, dicendogli che avrebbe potuto realizzare un meraviglioso film su di esso. Dieci anni dopo, Polanski realizzò Tess, inserendo nel film l’emblematica dedica “To Sharon”.

Disney+

Disney+: tutte le nuove uscite in arrivo a ottobre 2021

Pubblicato

il

Black Widow

Mese particolarmente interessante quello che ci aspetta su Disney+. Durante il mese di ottobre arriverà finalmente in catalogo Black Widow, film del Marvel Cinematic Universe con protagonista Scarlett Johansson. Spazio anche alle serie, grazie agli arrivi dei nuovi progetti Star Original Reservation Dogs e Better Things. Da non perdere neanche La via per le stelle, docuserie originale che ci trasporta dietro le quinte della NASA e delle sua missioni spaziali. Di seguito, l’elenco completo di quello che vedremo a ottobre su Disney+.

Tutto quello che vedremo a ottobre su Disney+

Disney+

1 ottobre

  • LEGO Star Wars: Racconti Spaventosi (speciale animato originale)
  • Terminator – Destino oscuro (film non originale)
  • Storie da brivido con Topolino per un Halloween superspaventoso (speciale non originale)

6 ottobre

  • War of the Worlds (serie originale, stagione 2)
  • Better Things (serie originale, stagione 1)
  • Tyrant (serie non originale, stagioni 1-2-3)
  • Black Widow (film non originale)
  • La via per le stelle (docuserie originale, stagione 1)
  • Spidey e i suoi fantastici amici (serie originale)
  • Europa: le meraviglie dall’alto (docuserie non originale)
  • Bluey (serie non originale, stagione )

8 ottobre

  • The Empty Man (film non originale)
  • Muppets Haunted Mansion: La casa stregata (film originale)

13 ottobre

  • Reservation Dogs (serie originale, stagione 1)
  • The D’Amelio Show (serie originale, stagione 1)
  • Criminal Minds (serie non originale, stagione 13)
  • Just Beyond (serie originale, stagione 1)
  • The Chicken Squad (serie animata originale)
  • Topolino – Strepitose avventure (serie non originale, stagione 1)

15 ottobre

  • Una voce per gridare (film non originale)

20 ottobre

  • American Horror Story: Double Feature (serie originale)
  • Deep State (serie non originale, stagioni 1-2)
  • Underworld, Inc. (serie non originale, stagione 1)
  • I segreti di Sulphur Springs (serie non originale, stagione 1)

22 ottobre

  • Descendants: Il Matrimonio Reale (film originale)
  • Scary Movie 4 (film non originale)

27 ottobre

  • White Collar (serie non originale, stagioni 1-6)
  • Mr Inbetween (serie non originale, stagione 1)
  • Zeke e Luther (serie non originale, stagione 2)

29 ottobre

  • Books of Blood (film originale)
  • Wendy (film non originale)
  • Rocky Horror Picture Show (film non originale)
  • Le colline hanno gli occhi (film non originale)
  • Topolino – Il racconto delle due streghe (speciale non originale)
  • Halloween con la mummia (speciale originale)

 

Continua a leggere

Focus

Netflix: tutte le nuove uscite che vedremo a ottobre 2021

Pubblicato

il

The Guilty

Con la stagione che entra nel vivo, Netflix è pronta a stupirci con tanti interessanti progetti che popoleranno il catalogo di ottobre 2021. Tanti i titoli da non perdere d’occhio: da The Guilty con Jake Gyllenhaal ad Army of Thieves, prequel di Army of the Dead. Grande attesa anche per la seconda stagione di Locke & Key e per la terza di You, oltre che per il film interattivo In fuga da Undertaker, con protagonista l’ex star della WWE. Di seguito, tutto quello che ci aspetta questo mese su Netflix.

Tutto ciò che vedremo a ottobre 2021 su Netflix

Netflix

Dall’1 ottobre su Netflix

  • MAID (serie originale, stagione 1)
  • Forever Rich – Storia di un rapper (film originale)
  • The Seven Deadly Sins: Cursed by Light (anime originale)
  • Seinfeld (serie non originale, stagioni 1-9)
  • Nightmare – Dal Profondo della notte (film non originale)
  • Nightmare 5 – Il mito (film non originale)
  • The Promised Neverland (serie non originale, stagione 2)
  • The Guilty (film originale)
  • Diana: Il Musical (film originale)
  • Swallow (film originale)
  • Anatomy (film non originale)
  • L’età dell’innocenza (film non originale)
  • Love You to Death (film non originale)
  • Gatte per magia (serie originale, stagione 1)
  • Oats Studios (serie di cortometraggi originali, stagione 1)
  • Sword Art Online (serie anime non originale, stagione 4)
  • Paik’s Spirit (show originale)
  • Colonia Dignidad: una setta tedesca in Cile (serie documentario originale)

2 ottobre

  • Non si scherza col fuoco (film non originale)

3 ottobre

  • Scissor Seven (serie originale, stagione 3)

4 ottobre

  • On My Block (serie originale, stagione 1)

5 ottobre

  • Remember You (serie non originale, stagione 1)
  • In fuga da Undertaker (film interattivo originale)

6 ottobre

  • Il lato oscuro dello sport (documentario originale)
  • Baking Impossible (serie originale, stagione 1)
  • C’è qualcuno in casa tua (film originale)
  • Il cardellino (film non originale)
  • Les Carabiniers (film non originale)
  • La tortura del silenzio (film non originale)
  • La vendetta delle Juana (serie originale, stagione 1)
  • Il lato oscuro dello sport (serie documentario originale originale, stagione 1)

7 ottobre

  • Sexy Beasts (serie originale, stagione 1)
  • Il codice da un miliardo di dollari (miniserie originale)
  • L’ingegno dello yakuza casalingo (serie non originale, stagione 2)

8 ottobre

  • Pretty Smart (serie originale, stagione 1)
  • Mio fratello, mia sorella (film originale)
  • Rancore (film originale)
  • Angeliena (film non originale)
  • Altro che caffè (serie originale, stagione 3)
  • Pretty Smart (serie originale, stagione 1)
  • In una notte buia e spaventosa (serie animata non originale, stagione 1)
  • House of Secrets: The Burari Deaths (miniserie documentario)

9 ottobre

  • Hometown Cha-Cha-Cha (serie originale, stagione 1)
  • Blue Period (serie anime originale, stagione 1)

10 ottobre

  • Il sogno di Crumb (film non originale)
  • La famiglia Van Paemel (film non originale)
  • Lee & Cindy C. (film non originale)
  • Mira (film non originale)
  • Peter Bell 2 (film non originale)
  • The Sacrament (film non originale)
  • The Seventh Heaven (film non originale)
  • La magia del diario di Anna Frank (documentario originale)

11 ottobre

  • Il club delle babysitter (serie originale, stagione 1)

12 ottobre

  • Convergence: il coraggio nella crisi (film originale)
  • Bright: Samurai Soul (film originale)
  • Convergence: il coraggio nella crisi (documentario originale)
  • Dietro le quinte di Malinche: un documentario di Nacho Cano (documentario originale)
  • I film della nostra infanzia (serie documentario originale, stagione 3)

13 ottobre

  • Distanza di sicurezza (film originale)
  • Operation Hyacinth (film originale)
  • Violet Evergarden: Il film (anime non originale)

14 ottobre

  • Another Life (serie originale, stagione 2)
  • Slashers (film non originale)
  • One Night in Paris (stand-up comedy originale)

15 ottobre

  • You (serie originale, stagione 3)
  • Little Things (serie originale, stagione 1)
  • Io, tu, lui e lei (film originale)
  • Il mondo di Karma (serie originale, stagione 1)
  • La battaglia dimenticata (film originale)
  • The Trip (film originale)
  • My Name (serie originale, stagione 1)
  • Sharkdog: Un Halloween squaloso (speciale animato originale)

16 ottobre

  • Misfit – Fuori posto: La serie (serie originale, stagione 1)

19 ottobre

  • La casa delle bambole di Gabby (serie originale, stagione 3)

20 ottobre

  • Night Teeth (film originale)
  • 8 Rue de l’Humanité (film originale)
  • Found: Ritrovate (film originale)
  • Night Teeth (film originale)
  • Found: Ritrovate (documentario originale)

21 ottobre

  • Cowboy Bebop (anime non originale)
  • Life’s a Glitch with Julien Bam (serie originale, stagione 1)
  • Sesso, amore e goop (serie originale, stagione 1)
  • Flip a Coin -ONE OK ROCK Documentary (documentario originale)
  • Sesso, amore e goop (reality originale)

22 ottobre

  • Locke & Key (serie originale, stagione 2)
  • Rick and Morty (serie non originale, stagione 5)
  • Inside Job (serie originale, stagione 1)
  • More than Blue: La serie (serie originale, stagione 1)
  • Maya e i tre guerrieri (miniserie animata originale)

23 ottobre

  • The Office (serie non originale, stagioni 1-9)

24 ottobre

  • One Piece Stampede (film originale)

27 ottobre

  • Sintonia (serie originale, stagione 2)

28 ottobre

  • Luis Miguel – La serie (serie originale, stagione 3)

29 ottobre

  • Dynasty (serie originale, stagione 4)
  • Il tempo che ti do (serie originale, stagione 1)
  • Colin in bianco e nero (serie originale, stagione 1)
  • Army of Thieves (film originale)
Continua a leggere

Focus

Amazon Prime Video: tutte le uscite in arrivo a ottobre 2021

Pubblicato

il

Amazon Prime Video

Un ottobre particolarmente caldo in arrivo per Amazon Prime Video, con tante nuove uscite in arrivo, pronte a soddisfare tutti i gusti. A spiccare sugli altri sono sicuramente i teen movie e i teen drama. Vedremo infatti la serie So cosa hai fatto, ispirata al romanzo del 1973 su cui è basato anche il celebre horror del 1997. Ci sarà però anche After 3, terzo capitolo di una delle saghe più amate dai giovani di tutto il mondo. Spazio infine anche all’Italia con l’uscita di Anni da cane, con protagonista la slanciatissima Aurora Giovinazzo. Da non perdere anche Welcome to the Blumhouse, ciclo di film horror realizzati dalla celebre casa di produzione di genere. Di seguito, il dettaglio delle uscite più attese su Amazon Prime Video, seguito dall’elenco completo di cosa ci aspetta nel mese di ottobre.

Welcome to the Blumhouse, dall’1 ottobre su Amazon Prime Video

Amazon Prime Video

Bingo Hell

Una creatura sinistra minaccia gli abitanti di una comunità a basso reddito, e una grintosa anziana proverà a fermarla in Bingo Hell, un film horror malvagiamente originale con un tocco diabolicamente divertente. Dopo che l’attivista di quartiere over-sessanta Lupita (Adriana Barraza) scopre che l’amata sala bingo della zona è stata rilevata da un misterioso uomo d’affari di nome Mr. Big (Richard Brake), raduna i suoi attempati amici per affrontare l’enigmatico imprenditore. Ma quando i vicini di vecchia data iniziano a morire in circostanze raccapriccianti, Lupita si rende conto improvvisamente che la gentrificazione è l’ultimo dei suoi problemi. Qualcosa di terrificante ha messo radici nel tranquillo barrio di Oak Springs, e ad ogni nuovo grido di “Bingo!” un’altra vittima cade preda della sua presenza diabolica.

Mentre i premi in denaro crescono e il conteggio dei cadaveri aumenta costantemente, Lupita deve affrontare la spaventosa consapevolezza che mai come in questo gioco è il vincitore a prendere tutto. Diretto da Gigi Saul Guerrero, Bingo Hell è scritto da Shane McKenzie, Gigi Saul Guerrero e Perry Blackshear. Nel cast Adriana Barraza, L. Scott Caldwell, Richard Brake e Joshua Caleb Johnson. Gli executive producer del film sono Jason Blum, Lisa Bruce, Jeremy Gold, Marci Wiseman, Raynor Shima e Lauren Downey.

Black as Night

Un’adolescente piena di risorse si lascia l’infanzia alle spalle nel momento in cui inizierà a combattere contro un gruppo di letali vampiri in Black as Night, un ibrido action-horror con un forte connotato sociale e un pungente senso dell’umorismo. Quindici anni dopo che l’uragano Katrina ha devastato New Orleans, una nuova minaccia lascia il segno sulla Big Easy ed ha la forma di ferite da puntura alla gola della vulnerabile e sfollata popolazione della città. Quando sua madre tossicodipendente diventa l’ultima vittima dei non-morti, la quindicenne Shawna (Asjha Cooper) giura di pareggiare i conti.

Insieme a tre amici fidati, Shawna escogita un piano audace per infiltrarsi nella villa dei vampiri nello storico quartiere francese, distruggere il loro capo e riportare i suoi discepoli con le zanne alla loro forma umana. Ma uccidere i mostri non è un compito facile e presto Shawna e il suo gruppo si ritrovano coinvolti in un conflitto secolare tra fazioni di vampiri in guerra, ognuna delle quali combatte per rivendicare New Orleans come loro dimora permanente.

Diretto da Maritte Lee Go e scritto da Sherman Payne. Nel cast di Black as Night si annoverano Asjha Cooper, Fabrizio Guido, Mason Beauchamp, Abbie Gayle with Craig Tate e Keith David e tra gli executive producer Jason Blum, Jeremy Gold, Marci Wiseman, Lisa Bruce, Maggie Malina e Guy Stodel.

The Manor

Una forza malvagia dà il tormento ai residenti di una sonnolenta casa di cura in The Manor, un gotico racconto del terrore con un tocco moderno. Quando un lieve ictus diminuisce la sua capacità di prendersi cura di se stessa, Judith Albright (Barbara Hershey) si trasferisce alla Golden Sun Manor, una struttura di residenza assistita con un’eccellente reputazione. Ma nonostante tutti gli sforzi dello staff e la nascente amicizia con l’anziano residente Roland (Bruce Davidson), strani eventi e visioni da incubo convincono Judith che una presenza sinistra stia infestando l’enorme tenuta.

Mentre i residenti iniziano a morire misteriosamente, i frenetici avvertimenti di Judith vengono liquidati come fantasie. Anche il suo devoto nipote Josh (Nicholas Alexander) pensa che le paure della donna siano il risultato della demenza, non dei demoni. Senza nessuno disposto a crederle, Judith deve fuggire dai confini del maniero o cadere vittima del male che vi alberga. Scritto e diretto da Axelle Carolyn, nel cast Barbara Hershey, Bruce Davison, Nicholas Alexander, Jill Larson, Fran Bennett e Katie Amanda Keane. Gli executive producer sono Jason Blum, Jeremy Gold, Marci Wiseman, Lisa Bruce, Sandy King e Richard J Bosner.

Madres

Beto (Tenoch Huerta) e Diana (Ariana Guerra), una giovane coppia messicano-americana in attesa del loro primo figlio, si trasferiscono in una piccola città della California degli anni ’70, dove a Beto è stato offerto di lavorare alla gestione di una fattoria. Isolata dalla comunità e tormentata da incubi confusi, Diana esplora il fatiscente ranch aziendale dove vivono, trovando un macabro talismano e una scatola contenente gli effetti personali dei precedenti residenti.

Le sue scoperte la porteranno a una verità molto più strana e terrificante di quanto avrebbe potuto immaginare. Diretto da Ryan Zaragoza e scritto da Marcella Ochoa e Mario Miscione, Madres vede nel cast Tenoch Huerta, Ariana Guerra, Evelyn Gonzalez, Kerry Cahill, e Elpidia Carrillo. Gli executive producer del film sono Jason Blum, Jeremy Gold, Marci Wiseman, Lisa Bruce, Sanjay Sharma e Matthew Myers.

1 ottobre: My Name is Pauli Murray

My Name is Pauli Murray

Quindici anni prima che Rosa Parks si rifiutasse di cedere il suo posto sull’autobus, un intero decennio prima che la Corte Suprema degli Stati Uniti capovolgesse la legislazione distinta ma paritaria, Pauli Murray era già impegnata a combattere a tempo pieno per la giustizia sociale. Avvocato all’avanguardia, attivista, sacerdotessa e memorialista impegnata, Murray ha plasmato un contenzioso di lunga data – nonché la consapevolezza su di esso – a proposito di equità di genere e razza. In qualità di giovane afroamericana cresciuta nel sud della segregazione, che ha anche lottato con nozioni più ampie di identità di genere, Pauli aveva capito in maniera intrinseca cosa significava esistere al di la delle categorie e delle norme culturali precedentemente accettate.

Sia il percorso personale di Pauli sia il suo impegno senza tregua hanno prefigurato alcune delle questioni politicamente più importanti dei nostri tempi. Raccontato in gran parte tramite le stesse parole di Pauli, My Name is Pauli Murray è un racconto sincero di quel viaggio unico e straordinario. Il documentario diretto da Julie Cohen e Betsey West, che ne è autrice insieme a Talleah Bridges McMahon, Julie Cohen e Cinque Northern, è prodotto da Talleah Bridges McMahon.

Most Dangerous Game: dall’1 ottobre su Amazon Prime Video

Amazon Prime Video

Dodge Maynard é un malato terminale che, disperato, per prendersi cura della moglie incinta accetta di partecipare a un gioco mortale in cui scopre presto di non essere il cacciatore, ma la preda. Nel cast Liam Hemsworth, Sarah Gadon, Christoph Waltz.

4 ottobre: The Walking Dead: World Beyond

Amazon Prime Video

La seconda stagione concluderà l’epica storia di Iris (Royale), Hope (Mansour), Elton (Cantu) e Silas (Cumpston): quattro amici che hanno viaggiato attraverso il paese in una missione che ha trasformato tutto ciò che sapevano su se stessi e sul mondo. Mentre affrontano la misteriosa Repubblica Civica Militare e combattono per il controllo del proprio destino, gli obiettivi cambieranno, i legami si formeranno e si sgretoleranno e l’innocenza sarà persa e ritrovata.

Creato da Scott M. Gimple e dallo showrunner Matt Negrete, The Walking Dead: World Beyond vede protagonisti Aliyah Royale, Alexa Mansour, Nicolas Cantu, Hal Cumpston, Nico Tortorella, Joe Holt, Jelani Alladin, Natalie Gold e Ted Sutherland.

Dal 7 ottobre su Amazon Prime Video Infinite

Amazon Prime Video

Evan McCauley ha abilità che non ha mai imparato e ricordi di luoghi che non ha mai visitato. Cercando di auto-curarsi e sull’orlo del crollo mentale, un gruppo segreto che si fa chiamare “Infiniti” arriva in suo soccorso, rivelando che i suoi ricordi sono reali. Il film è diretto da Antoine Fuqua, nel cast si annoverano: Mark Wahlberg, Chiwetel Ejiofor, Sophie Cookson.

Justin Bieber: Our World, dall’8 ottobre su Amazon Prime Video

Justin Bieber: Our World

Il documentario Amazon Original, diretto dal pluripremiato regista Michael D. Ratner, racconta da vicino la vita della superstar internazionale e il suo primo concerto dopo una pausa di tre anni, ed è prodotto da OBB Pictures dello stesso Ratner, Bieber Time Films e Scooter Braun Films.

Justin Bieber: Our World conduce gli spettatori nel backstage, sul palco e nell’universo privato dell’icona musicale mentre si prepara per il concerto senza precedenti “T-Mobile Presents New Year’s Eve Live with Justin Bieber”. Dopo una pausa di tre anni dall‘ultimo show e dai luoghi che solitamente ospitano concerti chiusi a causa della pandemia, Bieber regala una performance elettrizzante per chiudere il 2020 sul tetto del Beverly Hilton Hotel con 240 ospiti e milioni di fan in collegamento streaming da tutto il mondo. Il film segue Bieber e il suo affiatato team nel mese che precede l’evento, tra le prove e la realizzazione di un palcoscenico monumentale nel rispetto di rigorosi protocolli di salute e sicurezza. Il documentario cattura anche momenti personali tra Bieber e sua moglie Hailey, in cui sono loro stessi a riprendersi.

So cosa hai fatto: dal 15 ottobre su Amazon Prime Video

Amazon Prime Video

Scritta e prodotta da Sara Goodman, la serie Amazon Original So cosa hai fatto è basata sul romanzo di Lois Duncan del 1973, su cui si basa anche l’iconico film del 1997. Un anno dopo il fatale incidente d’auto che ha sconvolto la serata del diploma, un gruppo di adolescenti si ritrova legato da un segreto oscuro e perseguitato da un brutale assassino. Mentre cercano di scoprire chi li insegue, i ragazzi rivelano il lato oscuro della loro città apparentemente perfetta, e di loro stessi. Tutti nascondono qualcosa e scoprire il segreto sbagliato potrebbe essere mortale.

So cosa hai fatto è prodotta da Amazon Studios e Sony Pictures Television. Goodman è sceneggiatrice ed executive producer insieme a Neal H. Moritz e Pavun Shetty di Original Film, Erik Feig, Peter Guber, James Wan di Atomic Monster, Michael Clear e Rob Hackett, Craig William Macneill e Shay Hatten.
La serie è interpretata da Madison Iseman, Bill Heck, Brianne Tju, Ezekiel Goodman, Ashley Moore, Sebastian Amoruso, Fiona Rene, Cassie Beck e Brooke Bloom.

I primi quattro episodi della serie saranno disponibili in esclusiva su Prime Video da venerdì 15 ottobre, con nuovi episodi ogni venerdì, fino al finale di stagione previsto per il 12 novembre.

Anni da cane, dal 22 ottobre su Amazon Prime Video
Anni da cane

Anni da cane racconta la storia di Stella, un’adolescente impacciata, cinica, piena di immaginazione e tormentata. Dopo un incidente in auto che le cambia la vita e in cui è coinvolto anche un cane, si convince che i suoi anni vadano contati come quelli dei cani: uno ne vale sette, e ora che sta per compiere sedici anni, in realtà, è una centenaria. Per questa ragione, Stella crede che le rimanga poco tempo da vivere e decide di stilare una lista di tutte le cose che vuole fare prima di morire. Con l’aiuto dei suoi migliori amici, Nina e Giulio, la ragazza comincia così a vivere la sua vita al massimo, bruciando le tappe per paura di non avere tempo per fare tutte le esperienze.

Ma l’incontro casuale con Matteo, un coetaneo timido e introverso, metterà tutto in discussione, stravolgendo totalmente la sua prospettiva. Il film è diretto da Fabio Mollo, scritto da Mary Stella Brugiati e Alessandro Bosi e prodotto da Notorious Pictures. Nel cast Aurora Giovinazzo, Isabella Mottinelli, Federico Cesari, Luca Vannuccini, Marta Losito, Romana Maggiora Vergano, Paola Gioia Kaze Formisano, Sabrina Impacciatore e con una performance cameo di Achille Lauro.

Dal 29 ottobre su Amazon Prime Video Maradona – Sogno Benedetto

Amazon Prime Video

La serie biografica Amazon Original segue i trionfi e le sfide del leggendario calciatore ed è interpretata da Nazareno Casero (Historia de un Clan), Juan Palomino (Magnifica 70) e Nicolas Goldschmidt (Supermax), che interpreteranno Diego Armando Maradona nelle varie fasi della sua vita e della sua prolifica carriera. Dalle umili origini nella cittadina di Fiorito, in Argentina, suo paese natio, fino alla rivoluzionaria carriera al Barcellona e poi al Napoli, la serie narrerà il suo ruolo chiave nel portare la sua Nazionale a vincere la Coppa del Mondo in Messico nell’86. Nella serie sono presenti anche Julieta Cardinali (En Terapia, Valentin), Laura Esquivel (Patito Feo), Mercedes Morán (I diari della motocicletta, El Reino), Pepe Monje (Amor en Custodia), Peter Lanzani (El Clan, El Reino).

La serie biografica prodotta dalla BTF Media, in coproduzione con Dhana Media e Latin We, è stata girata in Argentina, Spagna, Italia, Uruguay e Messico, ed è composta da 10 episodi di un’ora che raccontano i momenti chiave della vita e della carriera del leggendario calciatore.

Alejandro Aimetta è showrunner della serie e regista degli episodi girati in Argentina, Messico e Uruguay, e ne ha scritto la sceneggiatura con Guillermo Salmerón (El Marginal) e Silvina Olschansky (El Marginal). Roger Gual ed Edoardo De Angelis hanno diretto rispettivamente gli episodi ambientati in Spagna e Italia. Gli executive producer sono Francisco Cordero, Liliana Moyano, Mari Urdaneta, Ricardo Coeto e Luis Balaguer.

After 3 dal 29 ottobre su Amazon Prime Video

After 3

La storia di After 3 riparte da Tessa alle prese con un nuovo, entusiasmante capitolo della sua vita, ma mentre si prepara a trasferirsi a Seattle per inseguire il lavoro dei suoi sogni, la gelosia e il comportamento imprevedibile di Hardin raggiungono l’apice e minacciano di porre fine alla loro intensa relazione.

La situazione si complica quando il padre di Tessa torna e vengono alla luce rivelazioni scioccanti sulla famiglia di Hardin. Alla fine, Tessa e Hardin dovranno decidere se varrà la pena lottare per il loro amore o se sarà il momento di separarsi.

After 3 vede protagonisti Josephine Langford e Hero Fiennes Tiffin alla guida di un cast corale che comprende Louise Lombard, Rob Estes, Arielle Kebbel, Chance Perdomo, Frances Turner, Kiana Madeira, Carter Jenkins, Mira Sorvino, Stephen Moyer, Angela Sari, Atanas Srebrev e Anton Kottas. Il film è diretto da Castille Landon e prodotto da Jennifer Gibgot (17 Again, Step Up), Brian Pitt, Aron Levitz di Wattpad, Nicolas Chartier di Voltage Pictures e Jonathan Deckter, Mark Canton di CalMaple (Den of Thieves, 300) e Courtney Solomon (Cake, An American Haunting). Executive producers sono Andrew Panay e Eric Lehrman.

Amazon Prime Video: l’elenco completo delle uscite di ottobre 2021

1 ottobre

  • Bingo Hell/ Black As Night (film Amazon Original)
  • My Name Is Pauli Murray (film Amazon Original)
  • Most Dangerous Game (film Amazon Exclusive)
  • Do, Re & Mi – Halloween Special (speciale Amazon Original)
  • L’uomo del labirinto (film non originale)
  • Fellini Forward (film non originale)
  • Che bella giornata (film non originale)
  • Cado dalle nubi (film non originale)
  • Sole a catinelle (film non originale)
  • Chloe – Tra seduzione e inganno (film non originale)
  • Letters to Juliet (film non originale)
  • The Fighter (film non originale)
  • Morti di salute (film non originale)
  • Balla coi lupi (film non originale)
  • Lara Croft: Tomb Raider (film non originale)
  • Tomb Raider – La culla della vita (film non originale)
  • Il cattivo tenente (film non originale)
  • L’ombra del dubbio (film non originale)
  • War, Inc. (film non originale)
  • Timeline – ai confini del tempo (film non originale)
  • The Body (film non originale)
  • The Last Man (film non originale)
  • Il comandate Hamilton (film non originale)
  • Imogene – Le disavventure di una newyorkese (film non originale)
  • Camera Cafè (serie non originale, stagioni 1-4)
  • Gormiti (serie non originale, stagioni 1-3)

4 ottobre

  • The Walking Dead: World Beyond (serie Amazon Exclusive, stagione 2)
  • Genitori VS Influencer (film non originale)
  • Stronger – Io sono più forte (film non originale)
  • Sotto massima copertura – Den of Lions (film non originale)
  • Code Black (serie non originale, stagioni 1-3)

7 ottobre

  • Infinite (film Amazon Exclusive)

8 ottobre

  • Justin Bieber: Our World (film Amazon Original)
  • The Manor/ Madres (film Amazon Original)
  • Jessy and Nessy (serie Amazon Original, stagione 1 parte 4)
  • Kids in the Hall (serie no originale, stagioni 1-5)

10 ottobre

  • Cats (film non originale)
  • City Of Lies – L’ora della verità (film non originale)

11 ottobre

  • Ad Astra (film non originale)
  • Holly & Benji – Due fuoriclasse (serie non originale, stagione 1)

12 ottobre

  • Il grande passo (film non originale)
  • Just Charlie – Diventa chi sei (film non originale)

15 ottobre

  • So cosa hai fatto (serie Amazon Original, stagione 1)
  • Sono solo fantasmi (film non originale)
  • The Good House (film non originale)
  • You’re Next (film non originale)

16 ottobre

  • Spiral – L’eredità di Saw (film non originale)
  • Point Break – Punto di rottura (film non originale)

18 ottobre

  • Motherland: Fort Salem (serie Amazon Exclusive, stagione 2)
  • Morrison (film non originale)

19 ottobre

  • Le douleur (film non originale)

22 ottobre

  • Anni da cane (film Amazon Original)
  • Digital Reaper (film non originale)

23 ottobre

  • Billionaire Boys Club (film non originale)

24 ottobre

  • Swarm – Minaccia dalla giungla (film non originale)

25 ottobre

29 ottobre

  • After 3 (film Amazon Exclusive)
  • Maradona – Sogno Benedetto (serie Amazon Original, stagione 1)
  • The Last Witch Hunter – L’ultimo cacciatore di streghe (film non originale)

31 ottobre

  • La promessa dell’assassino (film non originale)
  • La prova (film non originale)

Film in scadenza

  • Fast & Furious: Hobbs & Shaw (2 ottobre)
  • D.N.A. – Decisamente non adatti (4 ottobre)
  • Cosa mi lasci di te (16 ottobre)
  • Bombshell – La voce dello scandalo (16 ottobre)
  • Il principe dimenticato (23 ottobre)

Serie in scadenza

  • Quantico (serie non originale)
Continua a leggere
Pubblicità