Film horror natalizi Film horror natalizi

Focus

Horror Christmas: 10 film horror natalizi da vedere durante le festività

Pubblicato

il

L’arrivo del Natale coincide con una vera e propria invasione di pellicole a tema (qui abbiamo raccolto le migliori), che prendono inesorabilmente possesso di sale cinematografiche, palinsesti televisivi e visibilità sui principali servizi di streaming. Un turbine di buoni sentimenti e storie rassicuranti, che da una parte ci riconnettono con lo spirito della festività più conosciuta e amata, ma dall’altra possono causare noia e rigetto ai cinefili in cerca di visioni ed emozioni sempre nuove. Fortunatamente, il cinema è in grado di reinventare continuamente se stesso e di contrastare mode e filoni con pellicole diametralmente opposte per atmosfere e tematiche. Per delle festività all’insegna del brivido e della paura, noi di Lost in Cinema abbiamo quindi selezionato per voi una lista di 10 film horror natalizi, che trovate di seguito in ordine cronologico di uscita.

Film horror natalizi: Death House (Theodore Gershuny, 1972)Film horror natalizi

Due vigilie di Natale, distanziate fra loro di 20 anni, sono l’ambientazione di Death House (Silent Night, Bloody Night in originale), film di Theodore Gershuny che contiene al suo interno molti elementi e meccanismi narrativi tipici del successivo filone degli horror slasher, che emergerà due anni più tardi con Black Christmas (di cui parleremo fra poco) per poi trovare la definitiva esplosione con la pietra miliare di John Carpenter Halloween – La notte delle streghe. Dopo un suggestivo prologo, lo spettatore viene trascinato in una torbida e misteriosa storia, ambientata in una sperduta cittadina della provincia americana e incentrata sulla classica sinistra e isolata villa, assediata da un enigmatico e pericoloso figuro.

Fra angoscianti personaggi di contorno, dirompenti scariche di una violenza lontana dallo splatter ma decisamente efficace e le ben calibrate rivelazioni sui dettagli della storia (memorabile in tal senso un flashback rivelatore nella parte conclusiva del film), Death House offre attraverso il brivido e l’orrore uno spaccato di un’America torva e omertosa, antesignano di un modo di amalgamare intrattenimento e analisi della società che farà la fortuna del genere negli anni successivi. Un film purtroppo spesso dimenticato, che oggi possiamo recuperare e rivalutare grazie a un’accurata edizione Home Video realizzata da Penny Video per la sua collana Opium Visions.

Film horror natalizi: Black Christmas (Bob Clark, 1974)Film horror natalizi

Come vi abbiamo anticipato poco fa, Black Christmas (Un Natale rosso sangue il sottotitolo italiano) è una pietra miliare non solo del piccolo filone dei film horror natalizi, ma dell’intero cinema dell’orrore. Bob Clark fonde la tradizione del genere, la disinibizione sessuale femminile che pochi anni dopo esalterà nei primi due goliardici capitoli di Porky’s e alcuni elementi che diventeranno in seguito pilastri dello slasher, come la presenza di un misterioso assassino che uccide in serie e senza alcun apparente motivo, la soggettiva del killer, l’utilizzo del suono come suggestivo e sinistro accompagnamento e le improvvise esplosioni di brutalità, centrando un’opera di grande tensione e suspense, attraversata da un cinico humour nero e da uno spirito fortemente ribelle e dissacratorio (sono presenti numerosi riferimenti al sesso e all’aborto).

La notte di Natale in un dormitorio femminile è l’incipit di un horror dalla storia semplice e lineare, ma fortemente innovativo per il suo modo di contrapporre morte e sacralità, tradizione ed emancipazione, violenza e mistero. Un Natale segnato da un assassino senza nome e senza volto, di cui sentiamo il respiro, i passi e la voce in terrificanti telefonate, ma di cui non riusciamo mai a comprendere il piano e il movente. Un grande film dell’orrore, esaltato da personaggi efficaci, tematiche forti per l’epoca e un finale tanto agghiacciante quanto evasivo, che chiude nel migliore dei modi una delle più morbose e controverse messe in scena del Natale.

Film horror natalizi: Christmas Evil (Lewis Jackson, 1980)

Film horror natalizi

Fra i film horror natalizi, merita sicuramente una menzione Christmas Evil, slasher atipico e fortemente virato sull’introspezione psicologica del protagonista. Il Natale e nello specifico la figura di Babbo Natale diventano per Harry Stadling (uno straordinario Brandon Maggart) una vera a propria ossessione, a causa di amplesso visto da bambino fra la madre e il padre, travestito proprio come la classica icona natalizia. L’episodio, apparentemente innocuo, lascia segni indelebili in Harry, portandolo da adulto a un insoddisfacente e ripetitivo lavoro in una fabbrica di giocattoli, a una chiusura totale verso il prossimo e allo sviluppo di una vera e propria fissazione sulla figura di Babbo Natale, che decide di impersonare, distinguendo addirittura i bambini buoni da quelli cattivi.

È l’inizio di un torbido e terrificante viaggio negli abissi della mente umana, caratterizzato da una progressione di distruzione e violenza e dall’immedesimazione sempre più folle ed estrema del protagonista in Babbo Natale, sottovalutata dalle persone a contatto con Harry a causa dell’approssimarsi della celebre festività e dalla diffusione sfrenata dello spirito natalizio. Un memorabile finale, sospeso fra sogno, catarsi e ossessione suggella un horror inconsueto e indimenticabile, in cui la violenza cammina a braccetto con lo struggente racconto di un’autodistruzione e una toccante riflessione sull’emarginazione sociale.

Film horror natalizi: Natale di sangue (Charles E. Sellier Jr., 1984)Film horror natalizi

Continuiamo il nostro excursus fra i film horror natalizi con Natale di sangue (Silent Night, Deadly Night in originale), anch’esso incentrato su un controverso rapporto fra il protagonista e la figura di Babbo Natale. La causa scatenante in questo caso è il terribile assassinio dei genitori da parte di un criminale travestito da Babbo Natale, che porta il protagonista Billy Chapman al trasferimento in un rigido orfanotrofio e allo sviluppo di una vera e propria fobia verso questo simbolo del Natale, accentuato dalla severa educazione impartitagli dalle suore dell’istituto, basata sull’espiazione delle colpe tramite dolorose e umilianti punizioni corporali.

Proprio nel momento in cui le cose sembrano migliorare per Billy, lanciato nel suo primo onesto e appagante lavoro in un negozio di giocattoli, il Natale arriva a presentare il suo conto, tramite l’obbligo da parte del suo capo a vestire i panni del temuto Babbo Natale. Comincia così una folle e distruttiva spirale di violenza, venata da un morboso e spudorato erotismo e dall’esplorazione della più irrefrenabile paura e della più cieca voglia di vendetta. Un altro cult dimenticato, da recuperare per vedere sotto un’altra ottica la festa più amata e per riflettere sui danni causati alla psiche da gravi traumi infantili.

Film horror natalizi: Gremlins (Joe Dante, 1984)

Film horror natalizi

Arriviamo a un vero e proprio cult dei nati e cresciuti a cavallo fra anni ’80 e ’90, ovvero Gremlins di Joe Dante. Una commedia dell’orrore caratterizzato da uno humour nerissimo e da un tocco di nostalgia e rispetto per i grandi classici della fantascienza del passato, che muove i propri passi proprio nel giorno di Natale. Gli indimenticabili mostriciattoli protagonisti del film (ricordate: mai esporli alla luce, mai bagnarli e mai dargli da mangiare dopo la mezzanotte) sono infatti il dono natalizio fatto dal padre bonario ma distratto al piccolo Billy, nonché causa di una lunga scia di terrore e morte.

In un’epoca segnata dalle atmosfere sognanti e rassicuranti, Gremlins stupisce per una narrazione fresca, irriverente e ricca di spunti originali, che mette alla berlina l’ipocrisia e l’artificiosità di una parte di società americana in un concentrato di gag e scene memorabili capace di accontentare sia i piccini in cerca dei primi brividi che gli adulti alla caccia di un intrattenimento più maturo e impertinente.

Film horror natalizi: Santa’s Slay (David Steiman, 2005)Film horror natalizi

Il celebre wrestler Bill Goldberg è il protagonista di una demoniaca rilettura della figura di Babbo Natale, presentata in questo caso come una creatura maligna nata da un rapporto fra una vergine e il Diavolo in persona (non a caso Santa è anagramma di Satan) e costretta da una scommessa persa a seppellire i suoi istinti sanguinari e a consegnare regali ai bambini per 1000 lunghi anni. Il conto alla rovescia arriva però alla conclusione, dando il via a una lunga serie di atrocità e omicidi perpetrati da uno spaventoso energumeno che fino a poco prima era costretto a fare da cerimoniere nella celebrazione della bontà e dell’altruismo.

Santa’s Slay si rivela così divertente e consigliabile per il suo essere fortemente corrosivo e irriverente nei confronti del classico spirito natalizio, nonostante qualche incertezza a livello di sceneggiatura e una certa banalità registica lo rendano più vicino a un B-Movie che a un cult, più grottesco che splatter e in definitiva molto più commedia che film horror.

Film horror natalizi: The Children (Tom Shankland, 2008)Film horror natalizi

Fra i film horror natalizi che vi consigliamo, non poteva mancare The Children, pellicola britannica passata ingiustamente pressoché inosservata nel nostro Paese ma fra le più inquietanti partorite dal cinema europeo negli ultimi anni. Il Natale in questo caso è un espediente narrativo per riunire due sorelle, i rispettivi compagni e i loro numerosi bambini sotto lo stesso tetto, in una villetta isolata in mezzo alla neve, scesa copiosa a imbiancare il panorama ma pronta a essere sporcata da una scia di sangue.

Traendo spunto e ispirazione da caposaldi del genere come La cosa, Omen e Il villaggio dei dannati, Tom Shankland mette in scena un horror asfissiante ed estremamente violento, con i bambini protagonisti e portatori di una minaccia invisibile ma palpabile, che semina morte e distruzione. Un film diretto con maestria e sicurezza, con un occhio di riguardo alla psicologia dei personaggi e alle dinamiche instauratesi fra di loro, arricchito da un finale prevedibile ma assolutamente raggelante.

Trasporto eccezionale – Un racconto di Natale (Jalmari Helander, 2010)Trasporto eccezionale - Un racconto di Natale

Dalla fredda Finlandia, supposta patria del personaggio di Babbo Natale, arriva un’altra formidabile rilettura del mito di questa iconica figura, basato su racconti popolari di alcuni popoli che lo dipingono come un demone capace delle peggiori nefandezze, ben lontano dall’immagine bonaria creata in Occidente. Con pochi soldi e un impiego degli effetti speciali ridotto al minimo indispensabile, Jalmari Helander dà così vita a una favola nerissima che unisce tradizione e orrore, senza risparmiare qualche decisa stilettata agli Stati Uniti, dipinti (non senza qualche ragione) come un popolo deciso a sfruttare le tradizioni altrui per meri fini economici e politici.

Il risultato è una favola dell’orrore immersa nei ghiacci, capace di conquistare sia gli adulti che i bambini, grazie a un livello di tensione sempre alto, a qualche ben congegnato e abilmente sfruttato colpo di scena e alla geniale figura di un Babbo Natale vecchio e malandato, ma anche terribilmente minaccioso, risvegliato dal suo sonno secolare nella cavità di una montagna. Ciliegina sulla torta il finale, che chiude il cerchio della storia in modo ironico e spiazzante.

Red Christmas (Craig Anderson, 2016)Red Christmas

Ci spostiamo in Australia per un altro horror estremamente violento e angosciante, innescato da quella che appare come la più classica delle riunioni natalizie familiari. Una famiglia decisamente atipica, segnata dal lutto, dall’estremismo antiabortista, dalla sindrome di down da cui è afflitto uno dei membri e da una tangibile tensione di fondo. Una miscela esplosiva che viene incendiata dall’arrivo di un losco figuro incappucciato, incerto nelle parole e nei ragionamenti ma decisamente abile a menare le mani, animato da un rancore mai sopito e da un bisogno di essere accettato che arriva da molto lontano.

È l’inizio di un vorticoso slasher natalizio, che accompagna una sorprendente spettacolarizzazione della violenza al trattamento indelicato, ma estremamente sincero, di temi complessi come l’aborto, l’abbandono e la menomazione fisica. Il risultato è una pellicola eccessiva e spericolata, che preme il piede sull’acceleratore senza mai alzarlo e trascinando lo spettatore in un terrificante e sanguinolento incubo natalizio, che, pur con abbondanti forzature ed esagerazioni, tiene con il fiato sospeso fino all’ultimo secondo, chiudendo circolarmente il suo folgorante arco narrativo.

Better Watch Out (Chris Peckover, 2016)Better Watch Out

Concludiamo il nostro viaggio all’interno dei film horror natalizi con Better Watch Out, sorprendente gioiellino indipendente co-prodotto da Stati Uniti e Australia, attualmente disponibile su Chili. Chris Peckover affianca ai due giovani protagonisti di The Visit Olivia DeJonge ed Ed Oxenbould il sorprendente Levi Miller, dando vita a una brillante rilettura del filone dell’Home Invasion, che gioca continuamente con le emozioni e le aspettative dello spettatore, in una geniale rielaborazione di archetipi e meccanismi narrativi tipici del genere.

L’atmosfera natalizia diventa l’occasione per il piccolo e precoce Luke di farsi avanti con la sua splendida babysitter Ashley, in procinto di andarsene dalla città e troncare per sempre il loro rapporto fatto di amicizia e complicità. Ma le cose non vanno come sperato, e l’arrivo di un inquietante personaggio dà il via a una torbida spirale di paura, violenza e perversione. Le luci di Natale, le case innevate della borghesia e i canti pastorali diventano così la contrastante cornice di un vero e proprio bagno di sangue, condotto con intelligenza e grande rispetto per lo spettatore da un regista decisamente promettente.

Pubblicità

Focus

Netflix: tutte le nuove uscite che vedremo a gennaio 2022

Pubblicato

il

Netflix

Netflix inaugura il 2022 con il ritorno di tre serie particolarmente amate dal pubblico, cioè Ozark (quarta stagione), After Life e Snowpiercer (entrambe al terzo ciclo di episodi). Fra i reality, spazio alla terza stagione di Too Hot to Handle, mentre fra i film originali in arrivo sulla piattaforma spicca il dramma storico Monaco: sull’orlo della guerra. Di seguito, l’elenco completo di quello che vedremo a gennaio su Netflix.

Tutto ciò che vedremo a gennaio 2022 su Netflix

After Life

1 gennaio

  • Incastrati (serie originale, stagione 1)
  • Manifest (serie non originale, stagioni 1-3)
  • The Big Bang Theory (serie non originale, stagione 12)
  • The Good Doctor (serie non originale, stagione 4)
  • Sicario (film non originale)
  • Operazione amore (serie non originale, stagione 3)
  • Superstore (serie non originale, stagione 6)
  • Nessuno come noi (film non originale)
  • Love etc. (film non originale)
  • Passengers – Mistero ad alta quota (film non originale)
  • Percy (film non originale)
  • The Reader – A voce alta (film non originale)
  • Orders to Kill (film non originale)
  • Restless Natives (film non originale)
  • The Conquest of Everest (film non originale)
  • The Cruel Sea (film non originale)
  • Le Diable Par La Queue (film non originale)
  • Convoy (film non originale)
  • Intruder (film non originale)
  • The Iron Maiden (film non originale)
  • Così come sei (film non originale)
  • Amici come prima (film non originale)
  • Se son rose… (film non originale)
  • S.W.A.T.: Sotto assedio (film non originale)
  • Ti presento Sofia (film non originale)
  • 12 Soldier (film non originale)

2 gennaio

  • For Life (serie non originale, stagione 1)

3 gennaio

  • Bad Boys for Life (film non originale)

4 gennaio

  • Action Pack – Squadra in azione (serie animata originale, stagione 1)

5 gennaio

6 gennaio

  • The Club (serie originale, stagione 1 parte 2)
  • El Paramo – terrore invisibile (film originale)
  • Uncle Drew (film non originale)

7 gennaio

  • Mother/Android (film originale)
  • Una festa esagerata (film non originale)
  • Puoi baciare lo sposo (film non originale)
  • Classe Z (film non originale)
  • Hype House (serie non originale, stagione 1)

10 gennaio

  • Undercover (serie originale, stagione 3)
  • I magnifici sette (film non originale)

11 gennaio

  • L’origine du monde (film originale)

12 gennaio

  • How I Fell in Love With a Gangster (film originale)

13 gennaio

  • The Journalist (serie originale, stagione 1)
  • Brazen (film originale)
  • Photocopier (film originale)

14 gennaio

  • After Life (serie originale, stagione 3)
  • Archive 81 – Universi alternativi (serie originale, stagione 1)
  • The House (serie animata originale, stagione 1)
  • Riverdance – L’avventura animata (film originale)
  • El comediante (film originale)

18 gennaio

  • DOTA: Dragon’s Blood: Book (serie anime originale, stagione 2)

19 gennaio

  • Too Hot to Handle (reality originale, stagione 3)
  • Viaggi prelibati: Messico (docuserie originale, stagione 1)

20 gennaio

  • Il trattamento reale (film originale)
  • Midnight Asia: Mangia · Balla · Sogna (docuserie originale, stagione 1)

21 gennaio

  • Ozark (serie originale, stagione 4)
  • Monaco: sull’orlo della guerra (film originale)

25 gennaio

  • Snowpiercer (serie originale, stagione 3)
  • Neymar – Il caso perfetto (miniserie originale)

27 gennaio

  • Soy Georgina (serie originale, stagione 1)

28 gennaio

  • Getting Curious with Jonathan Van Ness (serie originale, stagione 1)
  • La donna nella casa di fronte alla ragazza dalla finestra (serie originale, stagione 1)
Continua a leggere

Focus

Disney+: tutte le nuove uscite in arrivo a gennaio 2022

Pubblicato

il

Eternals

Disney+ inaugura il 2021 con tanti prodotti di qualità, particolarmente attesi dagli abbonati alla piattaforma. È sicuramente questo il caso di Eternals, che dopo il convincente riscontro in sala si prepara a conquistare altri spettatori in streaming, sfruttando magari il traino del nuovo capitolo del Marvel Cinematic Universe Spider-Man: No Way Home. Un altro film da poco passato al cinema pronto al debutto in piattaforma è Antlers – Spirito insaziabile, horror di Scott Cooper prodotto da Guillermo del Toro. Importanti arrivi anche per quanto riguarda le serie televisive, con il debutto della serie animata Marvel’s Hit-Monkey e di Queens – Regine dell’Hip Hop. A partire dal 19 gennaio faranno poi capolino nel catalogo di Disney+ i nuovi episodi de Il mondo secondo Jeff Goldblum, spassosa docuserie con protagonista la star di Hollywood. Infine, segnaliamo l’arrivo di First Wave, toccante documentario targato National Geographic sulla prima drammatica ondata di COVID-19 a New York.

Tutto quello che vedremo a gennaio su Disney+

Disney+

Disney+

5 gennaio

  • Antlers – Spirito insaziabile (film non originale)
  • Big Sky (serie originale, stagione 2)
  • Station 19 (serie non originale, stagione 5)
  • The Chi (serie non originale, stagione 5)
  • Better Things (serie non originale, stagione 2)
  • T.O.T.S. Trasporto Organizzato Teneri Supercuccioli (serie non originale, stagione 2)

7 gennaio

  • Full Monty (film non originale)
  • L’altra faccia del pianeta delle scimmie (film non originale)

12 gennaio

  • Eternals (film non originale)
  • 9-1-1 (serie non originale, stagione 5)
  • Mayans M.C. (serie non originale, stagioni 1-3)
  • A casa di Raven (serie non originale, stagione 4)

14 gennaio

  • The Real Queens of Hip-Hop: The Women Who Changed the Game (speciale non originale)
  • Pearl Harbor (film non originale)

19 gennaio

  • Queens – Regine dell’Hip Hop (serie originale, stagione 1)
  • Il mondo secondo Jeff Goldblum (serie originale, stagione 2 nuovi episodi)
  • Pepper Ann (serie non originale, stagione 3)

21 gennaio

  • Jojo Rabbit (film non originale)
  • The First Wave (film non originale)

26 gennaio

  • Marvel’s Hit-Monkey (serie originale, stagione 1)
  • Big City Greens (serie non originale, stagione 2)

28 gennaio

  • Downtown (film non originale)
Continua a leggere

Focus

Amazon Prime Video: tutte le uscite in arrivo a gennaio 2022

Pubblicato

il

Time is Up

Passate le festività natalizie, Amazon Prime Video inaugurerà il 2022 con tanti nuovi contenuti, che faranno la gioia degli abbonati alla piattaforma. Come sempre, grande attenzione ai film, con gli arrivi in catalogo del teen drama con Bella Thorne Time is Up, del nuovo film di George Clooney The Tender Bar e di Hotel Transylvania: Uno scambio mostruoso, particolarmente atteso dai più piccoli. Per quanto riguarda le serie, particolare attenzione per l’italiana Monterossi, diretta da Roan Johnson e con protagonista Fabrizio Bentivoglio. Di seguito, le principali uscite di gennaio su Amazon Prime Video, seguite dall’elenco completo di quello che troveremo sulla piattaforma nelle prossime settimane.

Dal 3 gennaio su Amazon Prime Video: Time is Up

Time is Up

Vivien (Bella Thorne) e Roy (Benjamin Mascolo) sono due ragazzi dalle personalità apparentemente opposte. Vivien è una studentessa talentuosa con la passione per la fisica e il desiderio di entrare in una prestigiosa università americana. Vive la sua vita come una formula matematica che la spinge a rimandare al futuro la propria felicità. Roy invece è un ragazzo problematico, tormentato da un trauma vissuto da bambino, che sembra rincorrerlo inesorabilmente e mandare continuamente in fumo tutti i suoi sogni. Ma anche le scienze esatte hanno le loro variabili e, come sempre accade, la vita riesce a intrecciare i suoi eventi in modi sorprendenti e inaspettati.

Time is up ha per protagonisti Bella Thorne e Benjamin Mascolo. Nel cast accanto a loro, anche Sebastiano Pigazzi, Bonnie Baddoo, Emma Lo Bianco, Giampiero Judica, Roberto Davide, Nikolay Moss, Linda Zampaglione. Il film è diretto da Elisa Amoruso e prodotto da Marco Belardi per Lotus Production (a Leone Film Group Company) e Rai Cinema in associazione con 3 Marys Entertainment e Voltage Pictures.

The Tender Bar: dal 7 gennaio su Amazon Prime Video

Amazon Prime Video

Photo: CLAIRE FOLGER © AMAZON CONTENT SERVICES LLC

The Tender Bar racconta la storia di J.R. (Tye Sheridan), un ragazzo orfano di padre che cresce tra i fumi di un bar gestito da zio Charlie (Ben Affleck), il più brillante e originale tra le figure paterne bizzarre ed espansive che incontra nella sua infanzia. Mentre la determinata madre del ragazzo (Lily Rabe) lotta per offrire a suo figlio opportunità che a lei furono negate – e lascia la casa in rovina di suo padre (Christopher Lloyd), uomo stravagante e, suo malgrado, solidale – J.R. inizia a perseguire coraggiosamente, anche se non sempre con grazia, i suoi sogni romantici e professionali — con un piede costantemente nel bar dello zio Charlie.
The Tender Bar è basato sul romanzo autobiografico “Il bar delle grandi speranze” di J.R. Moehringer, ed è diretto dal premio Oscar George Clooney.

Hotel Transylvania: Uno scambio mostruoso, dal 14 gennaio su Amazon Prime Video

Hotel Transylvania: Uno scambio mostruoso

Dracula e la sua gang sono tornati come non li avete mai visti prima in Hotel Transylvania: Uno scambio mostruoso. Ritrova i tuoi mostri preferiti per un’avventura tutta nuova che vede Dracula impegnato nella missione più terrificante di sempre. Quando la misteriosa invenzione di Van Helsing, il “Raggio Trasformatore”, va in tilt, Dracula e i suoi amici mostri vengono tutti trasformati in umani, mentre Jonathan diventa un mostro!

Nelle loro nuove sembianze, Dracula, spogliato dei suoi poteri, e un esuberante Jonathan, entusiasta della vita da mostro, devono fare squadra e girare tutto il mondo per trovare una cura prima che sia troppo tardi, e prima di farsi impazzire a vicenda. Con l’aiuto di Mavis e dell’esilarante gang di umani di Dracula, la missione è riuscire a trovare un modo per tornare indietro prima che le loro trasformazioni diventino irreversibili.

Il voice cast della versione originale include: Andy Samberg, Selena Gomez, Kathryn Hahn, Jim Gaffigan, Steve Buscemi, Molly Shannon, David Spade, Keegan-Michael Key, Brian Hull, Fran Drescher, Brad Abrell, Asher Blinkoff; mentre in quello italiano troviamo Davide Perino, Cristiana Capotondi, Claudio Bisio, Claudia Catani, Angelo Maggi, Paolo Marchese, Graziella Polesinanti, Luigi Ferraro, Mino Caprio, Luca Dal Fabbro, Stefanella Marrama, Emma Puccio, Anita Ferraro, Sofia Fronzi e Alice Labidi.

Monterossi – Dal 17 gennaio su Amazon Prime Video

Amazon Prime Video

Una sera come tante, mentre sorseggia un bicchiere del suo whisky preferito nella sua bella casa milanese, Carlo Monterossi viene disturbato dal suono di quel videocitofono che non ne ha mai voluto sapere di funzionare. Ma alla porta, invece di un fattorino, trova un tizio col volto coperto e una pistola. Piccola. Cromata. Con un buco nero rivolto verso di lui.

Iniziano così le avventure di Monterossi, da un incontro mancato con la morte, in cui viene salvato solo dal caso (e dalla pesantezza di quel bicchiere di cristallo che ha dimenticato di poggiare sul tavolino). È questa la chiamata del destino che lo spinge a indagare. Un po’ perché ha paura e deve capire chi lo vuole uccidere; un po’ perché è arrivato a un punto della vita in cui viene la tentazione di fare dei bilanci: l’amore è solo il ricordo di una donna che se n’è andata, il lavoro di autore tv gli porta soldi e un po’ di fama, ma molte crisi di coscienza e la voglia di andarsene.

Un ironico infelice di successo. Gli restano solo l’amato Bob Dylan, l’unico che riesca a dar voce alla sua nostalgia, a trovare le parole; e un desiderio imprescindibile di giustizia. Lo stesso che muove Nadia e Oscar, i suoi due giovani aiutanti presi in prestito dal mondo della tv, e quel manipolo di piedipiatti che con il Monterossi finiranno per collaborare.

Detective per caso, per rabbia e per curiosità umana, sempre in bilico tra ironica indolenza e struggimento blues, nella sua ricerca della verità Carlo Monterossi dovrà confrontarsi con una coppia di killer colti e professionali, due zingari in cerca di vendetta, collezionisti e contrabbandieri di souvenir nazifascisti, incredibili scambi di persona, una donna che sembra vissuta più volte e un passato crudele che ritorna e lascia dietro di sé indecifrabili indizi.

Tratta dai romanzi di Alessandro Robecchi editi da Sellerio, la serie è diretta da Roan Johnson e scritta da Roan Johnson, Davide Lantieri e Alessandro Robecchi ed è prodotta da Palomar. Nel cast Fabrizio Bentivoglio, Diego Ribon, Donatella Finocchiaro, Martina Sammarco, Luca Nucera, Tommaso Ragno, Bedlù Cerchiai, Beatrice Schiros, Marina Occhionero, Maurizio Lombardi, Gabriele Falsetta, Ilir Jacellari con la partecipazione di Maria Paiato, con la partecipazione speciale di Michele Bravi, con la partecipazione straordinaria di Carla Signoris.

Dal 21 gennaio su Amazon Prime Video: As We See It

Amazon Prime Video

As We See It è una serie in otto episodi che segue le vicende di Jack (Rick Glassman), Harrison (Albert Rutecki), e Violet (Sue Ann Pien), coinquilini poco più che ventenni tutti nello spettro dell’autismo, mentre faticano per ottenere e mantenere un posto di lavoro, fare amicizie, innamorarsi e barcamenarsi in un mondo che li evita. Con l’aiuto delle loro famiglie, degli assistenti, e talvolta anche dandosi una mano reciprocamente, i tre coinquilini affrontano battute d’arresto e celebrano i trionfi durante il loro personalissimo viaggio verso l’indipendenza e l’accettazione. Alla serie partecipano Glassman, Rutecki, e Pien, che si identificano tutti e tre come individui nello spettro dell’autismo. Il cast della serie include anche Sosie Bacon nei panni dell’assistente Mandy, Chris Pang nei panni di Van, fratello di Violet, e Joe Mantegna nel ruolo di Lou, padre di Jack.

Showrunner, autore ed executive producer è Jason Katims (Friday Night Lights), vincitore di un Emmy, con Jeni Mulein, Danna Stern, Dana Idisis, Yuval Shafferman, e Udi Segal che come lui ricoprono il ruolo di executive producer. Jesse Peretz è il regista ed executive producer del primo episodio. Basato su un format israeliano creato da Idisis e Shafferman, As We See It è prodotta da True Jack Productions, Universal Television (una divisione della Universal Studio Group), dall’israeliana yes Studios, e Amazon Studios.

Dal 27 gennaio su Amazon Prime Video: Tre sorelle

Tre sorelle

Siamo a Roma, nel 2019. Fa caldo e sta per arrivare Ferragosto. Marina, una donna borghese, sposata con un primario di Ortopedia, scopre che suo marito ha una relazione con il suo assistente uomo. Le crolla addosso il mondo. Le sue certezze borghesi vanno in frantumi. Disperata corre a confidarsi con sua sorella Sabrina che ha un negozio di abbigliamento, ma trova in lacrime anche lei. Suo marito, avvocato, ha scoperto che lei lo tradisce e ha deciso di lasciarla. Le due sorelle decidono così di trascorrere le vacanze estive nella villa di Marina a San Felice del Circeo, per trovare un nuovo equilibrio. Insieme a loro parte anche Lorena, la giovane massaggiatrice di Marina, anche lei alle prese con un dramma sentimentale.

A loro si aggiungerà poi Caterina, la terza sorella di Marina e Sabrina. Ad interrompere la serenità di questa vacanza, però, sarà l’arrivo di Antonio, il nuovo vicino di casa che romperà gli equilibri delle tre sorelle. Di Enrico Vanzina, con Serena Autieri, Giulia Bevilacqua, Chiara Francini, Rocío Muñoz Morales e Fabio Troiano.

Dal 28 gennaio su Amazon Prime Video: The Legend of Vox Machina

The Legend of Vox Machina

Basato sugli amati personaggi e avventure della prima campagna di gioco di ruolo da tavolo (RPG) di Critical Role trasmessa in live streaming, The Legend of Vox Machina è una serie animata di avventura fantasy per adulti che segue i Vox Machina, una banda di disadattati con una passione per alcol e risse. Nel disperato tentativo di ripagare il conto sempre più alto, questi improbabili eroi finiscono per cercare di salvare il regno di Exandria dalle forze magiche oscure. Da un sinistro indovino a una potente maledizione, il gruppo affronta una serie di ostacoli che mettono alla prova non solo le loro abilità, ma anche la forza del loro legame.

The Legend of Vox Machina è una produzione Amazon Studios, Critical Role e Titmouse per Prime Video. La serie vede la partecipazione dei fondatori di Critical Role e di Laura Bailey (The Last of Us: Part II), Taliesin Jaffe (Final Fantasy XIV), Ashley Johnson (The Last of Us), Liam O’Brien (Star Wars: The Bad Batch), Matthew Mercer (Overwatch), Marisha Ray (Final Fantasy XV), Sam Riegel (Teenage Mutant Ninja Turtles), e Travis Willingham (Marvel’s Avengers). I ragazzi del gruppo Critical Role sono qui anche executive producer, insieme con Brandon Auman (Star Wars: Resistance), Chris Prynoski (Metalocalypse), Shannon Prynoski (Fairfax) e Ben Kalina (Big Mouth).

Dal 31 gennaio su Amazon Prime Video: Flashback

Flashback

Il nuovo film Amazon Original francese Flashback segue le vicende di Charlie, un’avvocata di alto profilo, cinica ed egocentrica, che dopo aver vinto un altro caso incontra uno strano tassista in grado di viaggiare nel tempo di nome Hubert. Riportandola indietro nel tempo dalla Rivoluzione Francese a “Les Trente Glorieuses” e al periodo medievale, Hubert presenta Charlie ad alcune delle donne più famose della storia. Attraverso una serie di eventi sfortunati ma esilaranti, Charlie sarà testimone in prima persona dei momenti storici più importanti e delle battaglie combattute affinché le donne possano vivere in libertà nel XX secolo. Per sfuggire a questo ciclo di viaggi nel tempo, dovrà scoprire qual è veramente il suo ruolo di donna nella società e imparare come aiutare a dare potere a coloro che oggi non hanno voce.

Diretto e interpretato da Caroline Vigneaux (Full Speed, We Were Young), il cast include anche Sophia Aram, Suzanne Clément, Lison Daniel, Issa Doumbia, Gad Elmaleh, Lannick Gautry, Emy Letertre, Florent Peyre, Sylvie Testud e Julien Pestel. Il film è prodotto da Alain Goldman per Légende Films.

Amazon Prime Video: tutte le uscite di gennaio 2022

Amazon Prime Video

1 gennaio

  • 3 Days To Kill (film non originale)
  • 50/50 (film non originale)
  • Arancia meccanica (film non originale)
  • Barry Lyndon (film non originale)
  • Eyes Wide Shut (film non originale)
  • La leggenda di Beowulf (film non originale)
  • Blade Runner (film non originale)
  • Contagion (film non originale)
  • Elf – Un elfo di nome Buddy (film non originale)
  • Io prima di te (film non originale)
  • Fargo (film non originale)
  • Millennium – Quello che non uccide (film non originale)
  • Millennium – Uomini che odiano le donne (film non originale)
  • Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato (film non originale)
  • Lo Hobbit – La battaglia delle cinque armate (film non originale)
  • Lo Hobbit – La desolazione di Smaug (film non originale)
  • Hannibal (film non originale)
  • Viaggio in paradiso (film non originale)
  • The Impossible (film non originale)
  • Limitless (film non originale)
  • Magnolia (film non originale)
  • Miss Detective (film non originale)
  • Virus letale (film non originale)
  • Robot Chicken Walking Dead Special: Look Who’s Walking (film non originale)
  • Romanzo criminale (film non originale)
  • Special Forces (film non originale)
  • The Blind Side (film non originale)
  • Una notte da leoni 2 (film non originale)
  • Twilight (film non originale)
  • The Twilight Saga: New Moon (film non originale)
  • The Twilight Saga: Eclipse (film non originale)
  • The Twilight Saga: Breaking Dawn Parte 1 (film non originale)
  • The Twilight Saga: Breaking Dawn Parte 2 (film non originale)
  • V per Vendetta (film non originale)
  • Una parola può cambiare tutto – Yes Man (film non originale)
  • Athf (serie non originale, stagione 10)
  • The Big Bang Theory (serie non originale, stagione 12)
  • Casa Vianello (serie non originale, stagioni 4-6)
  • China, IL (serie non originale, stagione 2)
  • Good Doctor (serie non originale, stagione 4)
  • I liceali (serie non originale, stagioni 1-3)
  • Mr. Pickles (serie non originale, stagione 3)
  • Riverdale (serie non originale, stagione 5)
  • Robot Chicken (serie non originale, stagione 8)
  • Samurai Jack (serie non originale, stagione 5)
  • Supernatural (serie non originale, stagione 14)
  • The Night Shift (serie non originale, stagioni 1-4)
  • The Vampire Diaries (serie non originale, stagioni 1-7)
  • The Venture Bros. (serie non originale, stagione 3)
  • SOS Chirurgia – la prima stagione (serie non originale, stagione 1)
  • Obbiettivo bellezza (serie non originale, stagioni 1-2)

3 gennaio

7 gennaio

  • The Tender Bar (film Amazon Original)
  • Ariaferma (film non originale)

10 gennaio

  • Unforgettable (serie non originale, stagioni 1-4)

14 gennaio

  • Hotel Transylvania: Uno scambio mostruoso (film Amazon Original)

15 gennaio

  • Consigli a San Valentino (film non originale)
  • Aria di primavera (film non originale)
  • Un cane per due (film non originale)
  • La nostra storia (film non originale)
  • Meteoheroes 2D (serie non originale, stagione 1)
  • S.w.a.t. (serie non originale, stagioni 1-4)

17 gennaio

  • Monterossi (serie Amazon Original)

20 gennaio

  • What’s Anna (serie non originale, stagione 1)
  • Ready Music Play (serie non originale, stagione 2)

21 gennaio

  • As We See It (serie Amazon Original)
  • My Son (film non originale)

25 gennaio

  • Bleach (serie non originale, stagione 6-7)

27 gennaio

  • Tre sorelle (film Amazon Exclusive)

28 gennaio

  • The Legend of Vox Machina (serie Amazon Original)

31 gennaio

  • Flashback (film Amazon Original)
  • Stargate (film non originale)
  • Stargate: Continuum (film non originale)
  • Stargate SG-1 – L’arca della verità (film non originale)
  • Stargate SG-1 (serie non originale, stagioni 1-10)
  • Hunter X Hunter (serie non originale, stagione 1, episodi 37-75)

Film in scadenza

  • Palm Springs (8 gennaio)
  • La befana vien di notte (11 gennaio)
  • Metti la nonna in freezer (14 gennaio)
  • Il Grinch (31 gennaio)

Serie in scadenza

  • Mcmafia (1 gennaio)
  • The Shield (31 gennaio)
Continua a leggere
Pubblicità