La vita è meravigliosa La vita è meravigliosa

Focus

La vita è meravigliosa: curiosità, aneddoti e teorie sul film di Frank Capra

Pubblicato

il

La vita è meravigliosa è senza dubbio uno dei più celebri e amati film di Natale, capace di conquistare spettatori di tutte le età e di ogni epoca grazie alla sua miscela unica di dramma, commedia, favola e analisi sociale. Dopo avervi proposto la nostra recensione del film di Frank Capra, ci addentriamo fra le pieghe di questa pietra miliare della settima arte, concentrandoci sulle curiosità che hanno segnato la sua realizzazione, sugli aneddoti che testimoniano il formidabile lavoro svolto dal cast artistico e tecnico e sulle teorie dei fan a proposito della parabola di George Bailey, impersonato da un sensazionale James Stewart. Un atto dovuto nei confronti di un’opera indimenticabile, che nel tempo è diventata un vero e proprio classico natalizio.

The Greatest Gift, Canto di Natale e La vita è meravigliosa

La vita è meravigliosa è basato su The Greatest Gift, un racconto di Philip Van Doren Stern, che in un primo momento non riuscì ad avere una pubblicazione. L’autore decise quindi di stamparlo come cartolina natalizia per amici e parenti, nel 1943. La RKO Pictures acquistò i diritti su consiglio di Cary Grant, che avrebbe dovuto recitare nel film insieme a Gary Cooper. Dopo una serie di sceneggiature non soddisfacenti, a cui parteciparono anche Dalton Trumbo, Dorothy Parker, Marc Connelly e Clifford Odets, lo studio cedette i diritti alla Liberty Films di Frank Capra, che apportò importanti modifiche alla storia, cucendo il personaggio di George su misura per James Stewart. Nel film arrivato in sala nel 1946 c’è comunque un piccolo riferimento al racconto originale, quando il capo dell’angelo Clarence descrive la vita proprio come “the greatest gift”, il regalo più grande.

Sono comunque evidenti le similitudini con il classico letterario di Charles Dickens Canto di Natale, con cui La vita è meravigliosa condivide l’elemento narrativo di un’entità soprannaturale che porta a riflettere sulla sua esistenza il protagonista, che però in questo caso è totalmente positivo. Il personaggio dickensiano di Ebenezer Scrooge viene quindi traslato sul nemico di George, lo spietato affarista Henry F. Potter. Non a caso, l’interprete del personaggio Lionel Barrymore fu scelto proprio perché aveva già interpretato Scrooge in un adattamento radiofonico del racconto.

Bedford Falls: il gigantesco set de La vita è meravigliosa

La vita è meravigliosa

Il set de La vita è meravigliosa è stato uno dei più imponenti mai utilizzati all’epoca dell’uscita del film. La fittizia cittadina di Bedford Falls è stata costruita in due mesi, su un’area di oltre 16 chilometri quadrati. Il set includeva 75 negozi ed edifici, un viale alberato arricchito da 20 querce adulte, un distretto industriale, alcune zone residenziali e una via principale lunga circa 300 metri. Il set fu costruito nell’RKO Ranch di Encino, nella San Fernando Valley in California, ed è stato raso al suolo nel 1954.

Il successo tardivo de La vita è meravigliosa

La vita è meravigliosa

Anche se oggi è considerato all’unanimità una pietra miliare della storia del cinema, all’uscita in sala nel 1946 La vita è meravigliosa non fece sfracelli al botteghino, rivelandosi anzi un flop dal punto di vista commerciale. Nonostante critiche abbastanza positive e cinque nomination agli Oscar (tutte perse), il saldo fra guadagni e spese fu negativo, per circa mezzo milione di dollari. Oltre al danno, ci fu un’apparente beffa. I titolari dei diritti fecero decadere il film nel pubblico dominio. Le reti televisive ebbero così la possibilità di mandare in onda La vita è meravigliosa a prezzi stracciati, che consistevano praticamente solo nelle royalties all’autore del racconto Philip Van Doren Stern, che invece aveva correttamente rinnovato i suoi diritti. Questa catastrofe burocratica fu l’inizio della rinascita de La vita è meravigliosa, che cominciò a macinare passaggi televisivi e a guadagnare consensi, diventando ben presto un classico natalizio in tutto il mondo.

La vita è meravigliosa: neve o sole?

La vita è meravigliosa

Prima dell’uscita de La vita è meravigliosa, la neve nei film veniva ricreata prevalentemente con l’utilizzo di fiocchi di mais, che tuttavia erano abbastanza rumorosi e costringevano quindi a doppiare i dialoghi successivamente. Avendo l’esigenza di un audio in presa diretta, Capra utilizzò per la neve un composto di foamite per estintori, acqua e sapone, pompandolo con delle macchine per il vento. Il risultato fu una silenziosissima e incredibilmente realistica neve, che tuttavia non corrispondeva affatto alla realtà sul set. Le riprese furono infatti afflitte da ondate di caldo superiore ai 30 °C, che spossò il cast e la troupe a livelli tali da spingere il regista a concedere un giorno di riposo per recuperare. Prestando attenzione, si può vedere che in alcune sequenze il volto di James Stewart è bagnato: non si tratta di trucco, ma del sudore dell’attore, causato dalle elevate temperature e dai suoi costumi pesanti.

Seneca Falls e Bedford Falls

Seneca Falls

Secondo gli abitanti di Seneca Falls, una comunità della contea di Seneca nello stato di New York, la loro cittadina ha ispirato Frank Capra per la creazione di Bedford Falls. Gli abitanti del luogo portano diverse prove a sostegno della loro tesi, che vanno dalla somiglianza architettonica dei due luoghi all’ampia comunità italiana presente in entrambe le cittadine. Pare inoltre che il regista de La vita è meravigliosa abbia visitato Seneca Falls poco dopo aver firmato il contratto per la realizzazione del film, e che si sia imbattuto in un ponte della città, su cui si trova una placca che celebra il cittadino Antonio Varacalli, che nel 1917 si buttò nelle acque ghiacciate del canale sottostante per salvare una ragazza che aveva tentato il suicidio gettandosi dal ponte.

Ogni anno, a Seneca Falls ha luogo un vero e proprio festival, durante il quale si celebra La vita è meravigliosa. Nella cittadina sono inoltre presenti un museo dedicato al film e un hotel chiamato Clarence, in onore dell’angelo che salva la vita di George.

La madre di George

Beulah Bondi

Fra i tanti ruoli che Frank Capra ha dovuto assegnare per La vita è meravigliosa, ce n’è uno che gli ha sicuramente richiesto poco sforzo in termini di fantasia, quello della madre di George Bailey. A interpretare il personaggio, sia nella realtà che nella più cupa dimensione alternativa, è infatti Beulah Bondi, che precedentemente aveva già impersonato la madre di James Stewart in Mr. Smith va a Washington (diretto dallo stesso Capra), Cuori umani e Una donna vivace. Nel 1971, Beulah Bondi interpretò poi la madre di James Stewart per una quinta volta, nella puntata The Identity Crisis del The Jimmy Stewart Show.

La palestra-piscina de La vita è meravigliosa

Uno dei momenti chiave della storia d’amore fra George e Mary è il loro sfrenato ballo, che termina in un comico scivolone nella piscina che si apre sotto i loro piedi. Questa palestra-piscina esiste realmente, viene regolarmente utilizzata e si trova nella Beverly Hills High School di Beverly Hills, in California. Nel 2000, questo impianto è nuovamente stato immortalato nel film Costi quel che costi, in un’analoga sequenza di ballo. Nel video sottostante, potete vedere in funzione il meccanismo che trasforma la palestra in piscina.

Donna Reed e il baseball

La vita è meravigliosa

Fra le tante scene de La vita è meravigliosa entrate nell’immaginario collettivo, c’è sicuramente il momento in cui i giovani George e Mary tirano sassi contro la vecchia casa abbandonata, che poi diventerà la loro abitazione, esprimendo un desiderio per il loro futuro. Per questa sequenza, Frank Capra aveva assunto una controfigura per Donna Reed, in quanto scettico sulle capacità dell’attrice di centrare la finestra dell’abitazione. Una volta sul set, Donna Reed sorprese invece il regista con dei lanci perfetti, favoriti anche dal fatto che l’attrice in gioventù era stata una giocatrice di baseball di buon livello.

Frank Capra e La vita è meravigliosa

La vita è meravigliosa

È bene non scordarsi mai che un tempo anche gli italiani sono stati un popolo di migranti, e sono partiti in massa dalla loro terra in cerca di un futuro migliore e di qualcuno pronto ad accoglierli. Frank Capra e la sua famiglia facevano parte di queste persone. Nato a Bisacquino, in provincia di Palermo, nel 1897, Francesco Rosario Capra (questo il vero nome del regista) ha lasciato la Sicilia all’età di 6 anni, stabilendosi a Los Angeles, il centro della fabbrica dei sogni hollywoodiana. Con costanza, fatica e un pizzico di fortuna si è fatto strada nell’industria cinematografica, senza però mai dimenticare le proprie origini e mantenendo un occhio di riguardo nella rappresentazione degli immigrati negli Stati Uniti.

Ne La vita è meravigliosa, ci sono diversi spunti legati all’esperienza personale di Capra. Per esempio, i personaggi di Sam e Harry fanno fortuna rispettivamente nel ramo della plastica e del vetro, campi connessi agli studi di Capra in ingegneria chimica. Ma soprattutto, la vita di Capra si riflette in quella della famiglia italiana dei Martini, che grazie anche all’aiuto di George riescono ad acquistare una casa e ad aprire un’attività. Un ulteriore legame fra i Martini e il regista si può riscontrare nella scena in cui gli immigrati entrano per la prima volta nella loro nuova abitazione. In macchina con loro verso un futuro più sereno sale proprio una capra, esplicito omaggio al cognome del regista.

L’ispirazione per George Bailey

George Bailey

L’Italia ha ispirato Frank Capra anche per la creazione del cuore pulsante de La vita è meravigliosa, il protagonista George Bailey. Il personaggio è infatti basato su Amadeo Giannini, figlio di immigrati italiani e fondatore della Bank of Italy a San Francisco, che in seguito confluì nella celeberrima Bank of America. Giannini fu uno dei primi a concedere prestiti a umili artigiani e a piccoli commercianti, che faticavano a ottenere credito. Con la sua gestione etica del credito contribuì alla ricostruzione di San Francisco dopo il terremoto del 1906 e ispirò molte delle moderne pratiche bancarie. Fu personale amico di Capra, che lo omaggiò non solo con La vita è meravigliosa, ma anche con il precedente La follia della metropoli.

La vita è meravigliosa e Zuzu

La vita è meravigliosa

Fra i personaggi più memorabili de La vita è meravigliosa c’è sicuramente quello della figlia di George, Zuzu. La bambina è fondamentale in almeno due occasioni. La prima è quando chiede al padre di sistemare il suo mazzo di fiori, portandolo a nascondere nella sua giacca alcuni petali, che gli serviranno successivamente per capire se si trova nella realtà o nella timeline alternativa. La seconda è nel commovente finale, quando ricorda a George che ogni volta che una campanella suona significa che un angelo ha messo le ali, facendo quindi comprendere al padre, e a noi spettatori, che Clarence è riuscito nella sua impresa di diventare un angelo di prima classe.

L’interprete della figlia di George, Karolyn Grimes, ha dichiarato che il nome del suo personaggio deriva da un dolcetto dell’epoca, chiamato Zu Zu Ginger Snaps. Una rivelazione che trova supporto da una battuta de La vita è meravigliosa, in cui George si rivolge alla figlia chiamandola “Zuzu, my little ginger snap!“. Sorprendentemente, Karolyn Grimes ha dichiarato anche che non ha mai rivisto il film che l’ha consegnata alla leggenda fino all’età di 40 anni. Solo allora ha realizzato la sua grande fortuna, e ha cominciato a partecipare ad eventi volti a ricordare il film, mostrandosi sempre disponibile e generosa nei confronti dei fan. Sul suo sito ufficiale è possibile acquistare diversi oggetti connessi a La vita è meravigliosa, da lei autografati.

Le lacrime di James Stewart

James Stewart

Una delle scene più intense de La vita è meravigliosa è quella in cui George, disperato per la sua situazione, in lacrime prega Dio, supplicandolo di aiutarlo. Una scena incredibilmente autentica, che non era prevista dalla sceneggiatura, ma è frutto dell’emozione di James Stewart in quel preciso momento. In un’intervista, l’attore ha dichiarato che all’epoca era ancora emotivamente scosso per la seconda guerra mondiale a cui aveva partecipato, e quando la storia di George si è mescolata col dolore che aveva vissuto non ha potuto fare altro che lasciarsi andare alla commozione. Queste le sue parole in merito:

Quando ho pronunciato quelle parole, ho sentito la solitudine e la disperazione di persone che non avevano alternative, e gli occhi si sono riempiti di lacrime. Sono scoppiato a piangere. Non era affatto pianificato.

Purtroppo, Capra non aveva impostato la scena per un primo piano, ma non voleva assolutamente perdere quella genuina emozione. Il regista ha quindi chiesto a Stewart di ripetere la scena, ma l’attore, moralmente devastato, non era in grado di replicarla. Capra ha quindi ricreato l’illusione di uno zoom in post-produzione, con un risultato a dir poco stupefacente. Ciononostante, prestando particolare attenzione alla scena in questione, si può vedere che in quel momento la fotografia è leggermente più granulosa. Un compromesso più che accettabile per una scena che Carol Burnett ha descritto come «uno dei migliori momenti di recitazione che qualcuno abbia mai fatto sullo schermo».

La vita è meravigliosa: il film preferito da molti

La vita è meravigliosa

A oltre 70 anni dalla sua uscita, La vita è meravigliosa gode di un’imperitura fama fra gli appassionati e gli addetti ai lavori in ambito cinematografico. L’American Film Institute lo inserisce al primo posto della sua speciale classifica sui film più stimolanti della storia. In un sondaggio commissionato dalla stessa AFI, Rob Reiner ha votato il film di Capra come il suo preferito in assoluto, e anche Steven Spielberg l’ha inserito nella lista delle pellicole che ama di più.

Ma ad amare La vita è meravigliosa sono anche e soprattutto coloro che l’hanno realizzato. Frank Capra lo considera il suo film preferito fra quelli che lui ha girato, mentre James Stewart riteneva quello di George Bailey il suo ruolo prediletto. A proposito de La vita è meravigliosa, Frank Capra ha inoltre dichiarato: «Il film ha una vita propria adesso e posso guardarlo come se non avessi niente a che fare con esso. Sono come un genitore il cui figlio cresce fino a diventare presidente. Sono orgoglioso, ma è il ragazzo che ha fatto il lavoro». Queste invece le parole di Stewart a proposito del tardivo successo del film: «Il film si è semplicemente rifiutato di rimanere sullo scaffale. Coloro che l’hanno amato, l’hanno amato molto e devono averlo detto agli altri. Non l’avrebbero lasciato morire, come l’angelo Clarence non avrebbe mai lasciato morire George Bailey».

La vita è meravigliosa: le citazioni e gli omaggi

Ritorno al futuro - Parte II

La vita è meravigliosa ha ricevuto negli anni molteplici citazioni, nonché numerosi maldestri tentativi di imitazione. Uno dei più riusciti omaggi è sicuramente quello che vediamo in Ritorno al futuro – Parte II, nella realtà alternativa in cui il villain della saga di Robert Zemeckis Biff Tannen è un milionario. La città che Biff si è costruito su misura è un inno al malaffare, al vizio e al gioco d’azzardo, esattamente come Pottersville, che avrebbe sostituito Bedford Falls se George non fosse mai esistito.

Anche Quentin Tarantino ha preso in prestito qualcosa da Capra. Come vediamo in questo video, la sequenza del ritorno a casa di Mia e Vincent in Pulp Fiction ne riprende una analoga de La vita è meravigliosa, con protagonisti George e Mary. Merita certamente una menzione anche Una settimana da Dio, in cui Jim Carrey avvicina la Luna a sé prendendola col laccio, proprio come George promette a Mary. Passando invece alla TV, nell’episodio L’estrazione di Cooper, l’undicesimo della settima stagione, i protagonisti di The Big Bang Theory immaginano come sarebbe stata la loro vita se non avessero incontrato Sheldon Cooper, riprendendo così le dinamiche de La vita è meravigliosa. Lo stesso artificio viene usato in Intrigo senza fine, episodio finale di Dallas.

Infine, doveroso menzionare Mr. Destiny e The Family Man, che riprendono ampie porzioni del canovaccio de La vita è meravigliosa. Passando ai giorni nostri, nella recente commedia natalizia Non ti presento i miei i protagonisti si recano al cinema a vedere proprio il film di Capra.

La vita è meravigliosa: le teorie sul finale

La vita è meravigliosa

Il finale de La vita è meravigliosa è apparentemente semplice e scevro da distorsioni. Certo, il fatto che Potter non venga punito per aver sottratto gli 8000 dollari a George e che sia ancora libero di mettere le sue mani sull’economia di Bedford Falls lascia la porta aperta a qualche difficoltà per il protagonista nel futuro, ma il quadro finale è comunque all’insegna della positività e dell’ottimismo. La fantasia dei fan però non conosce confini e per opere che sono penetrate nell’immaginario collettivo non è raro imbattersi in teorie anche abbastanza bizzarre. Di seguito, vediamo alcune ipotesi che potrebbero farvi vedere La vita è meravigliosa sotto un’altra luce.

Il desiderio di Mary ha creato la Grande Depressione

La vita è meravigliosa

Nella già citata scena dei sassi tirati verso la casa abbandonata, Mary esprime un desiderio. Anni dopo, quando Mary e George abitano nella casa abbandonata, capiamo che il desiderio che Mary aveva espresso consisteva proprio nell’andare a vivere in quella casa con il suo amato. Un utente Reddit fa però notare che il desiderio si è avverato perché i due, novelli sposi, sono forzatamente rimasti a Bedford Falls a causa del crollo del mercato finanziario, e hanno dovuto utilizzare i soldi della luna di miele per ripianare i debiti dell’azienda di George, accontentandosi poi di ristrutturare quella vecchia casa. In questa teoria, La vita è meravigliosa nasconde quindi una svolta particolarmente cupa: per realizzare il sogno d’amore di Mary con George, ha avuto luogo una delle più grandi catastrofi della storia americana.

George è nel Purgatorio dopo essersi suicidato

La vita è meravigliosa

Fra le tante teorie, non poteva mancare un grande classico, che vede il protagonista morto e bloccato in una dimensione ultraterrena. In base a questa ipotesi, George si sarebbe davvero suicidato la sera della vigilia di Natale, senza essere salvato da nessuno, e si troverebbe nel Purgatorio. Ciò che accade successivamente al protagonista sarebbe solo una sorta di contrappasso dantesco, in cui viene punito per il suo peccato prima con una proiezione della vita a Bedford Falls se lui non fosse mai esistito, poi con la falsa illusione di avere una seconda possibilità per sistemare le cose.

Senza George, Bedford Falls sarebbe un posto migliore

La vita è meravigliosa

Nel 2008, il New York Times ha pubblicato un articolo di Wendell Jamieson che cerca di smontare il lieto fine de La vita è meravigliosa. Fra le altre considerazioni, nel suo saggio il giornalista sostiene che Pottersville sia in realtà una città dall’economia florida e ricca di vita, al contrario della noiosa Bedford Falls, in cui George sembra quasi condannato a rimanere. L’insoddisfazione del protagonista emergerebbe soprattutto nel momento in cui lo zio Billy perde gli 8000 dollari, provocandogli rabbia e la scomparsa di tutta la sua empatia. Jamieson si è poi spinto oltre, contattando il procuratore distrettuale Frank J. Clark, secondo cui, nonostante l’atto di generosità dei suoi concittadini, George rischia comunque il carcere per la sparizione degli 8000 dollari dai conti della sua azienda. Un finale ben più pessimista di quanto abbiamo sempre creduto.

La vita è meravigliosa è un incubo a occhi aperti

Sulla scia della teoria precedente, si inserisce quella del canale YouTube That Film Theory, che in un video propone un’interpretazione particolarmente cinica, quasi raggelante, sul finale de La vita è meravigliosa. Secondo questa lettura, George ha sempre voluto un’unica cosa: andare via da Bedford Falls. Effettivamente, tutto ciò che gli capita nella vita, dalla morte del padre al sacrificio in favore del fratello, dal crollo della borsa al suo ritorno alla vita, va in direzione diametralmente opposta. Secondo gli autori del video, le espressioni di James Stewart nel finale del film rivelerebbero un misto fra delusione e terrore, nonché un epilogo tragico: George è bloccato in una prigione senza sbarre, una piccola cittadina da cui, nonostante i suoi sforzi, non riuscirà mai a fuggire.

La vita è meravigliosa: la nostra interpretazione

La vita è meravigliosa

Noi in questo caso preferiamo credere a un più convenzionale lieto fine, che tenga però conto dei desideri del protagonista e si spinga oltre gli eventi narrati nel film. George è ancora molto giovane, sulla quarantina, mentre Potter è molto più anziano di lui. Nel giro di pochi anni, lo spietato affarista potrebbe morire, lasciando spazio a eredi o investitori non altrettanto scaltri. Al contrario, George potrebbe continuare a riscuotere credito per le sue buone azioni, diventando “l’uomo più ricco della città” non solo dal punto di vista morale, ma anche da quello economico.

In una situazione di totale controllo finanziario, George avrebbe quindi tutte le possibilità per soddisfare il suo sogno di viaggiare per il mondo, insieme all’amata Mary e ai suoi figli, nel frattempo cresciuti. Il tutto con il sostegno di amici, parenti e dei suoi concittadini, in una situazione di idilliaca armonia. Per lui, la vita sarebbe quindi davvero meravigliosa.

Disney+

Disney+: tutte le nuove uscite in arrivo a ottobre 2021

Pubblicato

il

Black Widow

Mese particolarmente interessante quello che ci aspetta su Disney+. Durante il mese di ottobre arriverà finalmente in catalogo Black Widow, film del Marvel Cinematic Universe con protagonista Scarlett Johansson. Spazio anche alle serie, grazie agli arrivi dei nuovi progetti Star Original Reservation Dogs e Better Things. Da non perdere neanche La via per le stelle, docuserie originale che ci trasporta dietro le quinte della NASA e delle sua missioni spaziali. Di seguito, l’elenco completo di quello che vedremo a ottobre su Disney+.

Tutto quello che vedremo a ottobre su Disney+

Disney+

1 ottobre

  • LEGO Star Wars: Racconti Spaventosi (speciale animato originale)
  • Terminator – Destino oscuro (film non originale)
  • Storie da brivido con Topolino per un Halloween superspaventoso (speciale non originale)

6 ottobre

  • War of the Worlds (serie originale, stagione 2)
  • Better Things (serie originale, stagione 1)
  • Tyrant (serie non originale, stagioni 1-2-3)
  • Black Widow (film non originale)
  • La via per le stelle (docuserie originale, stagione 1)
  • Spidey e i suoi fantastici amici (serie originale)
  • Europa: le meraviglie dall’alto (docuserie non originale)
  • Bluey (serie non originale, stagione )

8 ottobre

  • The Empty Man (film non originale)
  • Muppets Haunted Mansion: La casa stregata (film originale)

13 ottobre

  • Reservation Dogs (serie originale, stagione 1)
  • The D’Amelio Show (serie originale, stagione 1)
  • Criminal Minds (serie non originale, stagione 13)
  • Just Beyond (serie originale, stagione 1)
  • The Chicken Squad (serie animata originale)
  • Topolino – Strepitose avventure (serie non originale, stagione 1)

15 ottobre

  • Una voce per gridare (film non originale)

20 ottobre

  • American Horror Story: Double Feature (serie originale)
  • Deep State (serie non originale, stagioni 1-2)
  • Underworld, Inc. (serie non originale, stagione 1)
  • I segreti di Sulphur Springs (serie non originale, stagione 1)

22 ottobre

  • Descendants: Il Matrimonio Reale (film originale)
  • Scary Movie 4 (film non originale)

27 ottobre

  • White Collar (serie non originale, stagioni 1-6)
  • Mr Inbetween (serie non originale, stagione 1)
  • Zeke e Luther (serie non originale, stagione 2)

29 ottobre

  • Books of Blood (film originale)
  • Wendy (film non originale)
  • Rocky Horror Picture Show (film non originale)
  • Le colline hanno gli occhi (film non originale)
  • Topolino – Il racconto delle due streghe (speciale non originale)
  • Halloween con la mummia (speciale originale)

 

Continua a leggere

Focus

Netflix: tutte le nuove uscite che vedremo a ottobre 2021

Pubblicato

il

The Guilty

Con la stagione che entra nel vivo, Netflix è pronta a stupirci con tanti interessanti progetti che popoleranno il catalogo di ottobre 2021. Tanti i titoli da non perdere d’occhio: da The Guilty con Jake Gyllenhaal ad Army of Thieves, prequel di Army of the Dead. Grande attesa anche per la seconda stagione di Locke & Key e per la terza di You, oltre che per il film interattivo In fuga da Undertaker, con protagonista l’ex star della WWE. Di seguito, tutto quello che ci aspetta questo mese su Netflix.

Tutto ciò che vedremo a ottobre 2021 su Netflix

Netflix

Dall’1 ottobre su Netflix

  • MAID (serie originale, stagione 1)
  • Forever Rich – Storia di un rapper (film originale)
  • The Seven Deadly Sins: Cursed by Light (anime originale)
  • Seinfeld (serie non originale, stagioni 1-9)
  • Nightmare – Dal Profondo della notte (film non originale)
  • Nightmare 5 – Il mito (film non originale)
  • The Promised Neverland (serie non originale, stagione 2)
  • The Guilty (film originale)
  • Diana: Il Musical (film originale)
  • Swallow (film originale)
  • Anatomy (film non originale)
  • L’età dell’innocenza (film non originale)
  • Love You to Death (film non originale)
  • Gatte per magia (serie originale, stagione 1)
  • Oats Studios (serie di cortometraggi originali, stagione 1)
  • Sword Art Online (serie anime non originale, stagione 4)
  • Paik’s Spirit (show originale)
  • Colonia Dignidad: una setta tedesca in Cile (serie documentario originale)

2 ottobre

  • Non si scherza col fuoco (film non originale)

3 ottobre

  • Scissor Seven (serie originale, stagione 3)

4 ottobre

  • On My Block (serie originale, stagione 1)

5 ottobre

  • Remember You (serie non originale, stagione 1)
  • In fuga da Undertaker (film interattivo originale)

6 ottobre

  • Il lato oscuro dello sport (documentario originale)
  • Baking Impossible (serie originale, stagione 1)
  • C’è qualcuno in casa tua (film originale)
  • Il cardellino (film non originale)
  • Les Carabiniers (film non originale)
  • La tortura del silenzio (film non originale)
  • La vendetta delle Juana (serie originale, stagione 1)
  • Il lato oscuro dello sport (serie documentario originale originale, stagione 1)

7 ottobre

  • Sexy Beasts (serie originale, stagione 1)
  • Il codice da un miliardo di dollari (miniserie originale)
  • L’ingegno dello yakuza casalingo (serie non originale, stagione 2)

8 ottobre

  • Pretty Smart (serie originale, stagione 1)
  • Mio fratello, mia sorella (film originale)
  • Rancore (film originale)
  • Angeliena (film non originale)
  • Altro che caffè (serie originale, stagione 3)
  • Pretty Smart (serie originale, stagione 1)
  • In una notte buia e spaventosa (serie animata non originale, stagione 1)
  • House of Secrets: The Burari Deaths (miniserie documentario)

9 ottobre

  • Hometown Cha-Cha-Cha (serie originale, stagione 1)
  • Blue Period (serie anime originale, stagione 1)

10 ottobre

  • Il sogno di Crumb (film non originale)
  • La famiglia Van Paemel (film non originale)
  • Lee & Cindy C. (film non originale)
  • Mira (film non originale)
  • Peter Bell 2 (film non originale)
  • The Sacrament (film non originale)
  • The Seventh Heaven (film non originale)
  • La magia del diario di Anna Frank (documentario originale)

11 ottobre

  • Il club delle babysitter (serie originale, stagione 1)

12 ottobre

  • Convergence: il coraggio nella crisi (film originale)
  • Bright: Samurai Soul (film originale)
  • Convergence: il coraggio nella crisi (documentario originale)
  • Dietro le quinte di Malinche: un documentario di Nacho Cano (documentario originale)
  • I film della nostra infanzia (serie documentario originale, stagione 3)

13 ottobre

  • Distanza di sicurezza (film originale)
  • Operation Hyacinth (film originale)
  • Violet Evergarden: Il film (anime non originale)

14 ottobre

  • Another Life (serie originale, stagione 2)
  • Slashers (film non originale)
  • One Night in Paris (stand-up comedy originale)

15 ottobre

  • You (serie originale, stagione 3)
  • Little Things (serie originale, stagione 1)
  • Io, tu, lui e lei (film originale)
  • Il mondo di Karma (serie originale, stagione 1)
  • La battaglia dimenticata (film originale)
  • The Trip (film originale)
  • My Name (serie originale, stagione 1)
  • Sharkdog: Un Halloween squaloso (speciale animato originale)

16 ottobre

  • Misfit – Fuori posto: La serie (serie originale, stagione 1)

19 ottobre

  • La casa delle bambole di Gabby (serie originale, stagione 3)

20 ottobre

  • Night Teeth (film originale)
  • 8 Rue de l’Humanité (film originale)
  • Found: Ritrovate (film originale)
  • Night Teeth (film originale)
  • Found: Ritrovate (documentario originale)

21 ottobre

  • Cowboy Bebop (anime non originale)
  • Life’s a Glitch with Julien Bam (serie originale, stagione 1)
  • Sesso, amore e goop (serie originale, stagione 1)
  • Flip a Coin -ONE OK ROCK Documentary (documentario originale)
  • Sesso, amore e goop (reality originale)

22 ottobre

  • Locke & Key (serie originale, stagione 2)
  • Rick and Morty (serie non originale, stagione 5)
  • Inside Job (serie originale, stagione 1)
  • More than Blue: La serie (serie originale, stagione 1)
  • Maya e i tre guerrieri (miniserie animata originale)

23 ottobre

  • The Office (serie non originale, stagioni 1-9)

24 ottobre

  • One Piece Stampede (film originale)

27 ottobre

  • Sintonia (serie originale, stagione 2)

28 ottobre

  • Luis Miguel – La serie (serie originale, stagione 3)

29 ottobre

  • Dynasty (serie originale, stagione 4)
  • Il tempo che ti do (serie originale, stagione 1)
  • Colin in bianco e nero (serie originale, stagione 1)
  • Army of Thieves (film originale)
Continua a leggere

Focus

Amazon Prime Video: tutte le uscite in arrivo a ottobre 2021

Pubblicato

il

Amazon Prime Video

Un ottobre particolarmente caldo in arrivo per Amazon Prime Video, con tante nuove uscite in arrivo, pronte a soddisfare tutti i gusti. A spiccare sugli altri sono sicuramente i teen movie e i teen drama. Vedremo infatti la serie So cosa hai fatto, ispirata al romanzo del 1973 su cui è basato anche il celebre horror del 1997. Ci sarà però anche After 3, terzo capitolo di una delle saghe più amate dai giovani di tutto il mondo. Spazio infine anche all’Italia con l’uscita di Anni da cane, con protagonista la slanciatissima Aurora Giovinazzo. Da non perdere anche Welcome to the Blumhouse, ciclo di film horror realizzati dalla celebre casa di produzione di genere. Di seguito, il dettaglio delle uscite più attese su Amazon Prime Video, seguito dall’elenco completo di cosa ci aspetta nel mese di ottobre.

Welcome to the Blumhouse, dall’1 ottobre su Amazon Prime Video

Amazon Prime Video

Bingo Hell

Una creatura sinistra minaccia gli abitanti di una comunità a basso reddito, e una grintosa anziana proverà a fermarla in Bingo Hell, un film horror malvagiamente originale con un tocco diabolicamente divertente. Dopo che l’attivista di quartiere over-sessanta Lupita (Adriana Barraza) scopre che l’amata sala bingo della zona è stata rilevata da un misterioso uomo d’affari di nome Mr. Big (Richard Brake), raduna i suoi attempati amici per affrontare l’enigmatico imprenditore. Ma quando i vicini di vecchia data iniziano a morire in circostanze raccapriccianti, Lupita si rende conto improvvisamente che la gentrificazione è l’ultimo dei suoi problemi. Qualcosa di terrificante ha messo radici nel tranquillo barrio di Oak Springs, e ad ogni nuovo grido di “Bingo!” un’altra vittima cade preda della sua presenza diabolica.

Mentre i premi in denaro crescono e il conteggio dei cadaveri aumenta costantemente, Lupita deve affrontare la spaventosa consapevolezza che mai come in questo gioco è il vincitore a prendere tutto. Diretto da Gigi Saul Guerrero, Bingo Hell è scritto da Shane McKenzie, Gigi Saul Guerrero e Perry Blackshear. Nel cast Adriana Barraza, L. Scott Caldwell, Richard Brake e Joshua Caleb Johnson. Gli executive producer del film sono Jason Blum, Lisa Bruce, Jeremy Gold, Marci Wiseman, Raynor Shima e Lauren Downey.

Black as Night

Un’adolescente piena di risorse si lascia l’infanzia alle spalle nel momento in cui inizierà a combattere contro un gruppo di letali vampiri in Black as Night, un ibrido action-horror con un forte connotato sociale e un pungente senso dell’umorismo. Quindici anni dopo che l’uragano Katrina ha devastato New Orleans, una nuova minaccia lascia il segno sulla Big Easy ed ha la forma di ferite da puntura alla gola della vulnerabile e sfollata popolazione della città. Quando sua madre tossicodipendente diventa l’ultima vittima dei non-morti, la quindicenne Shawna (Asjha Cooper) giura di pareggiare i conti.

Insieme a tre amici fidati, Shawna escogita un piano audace per infiltrarsi nella villa dei vampiri nello storico quartiere francese, distruggere il loro capo e riportare i suoi discepoli con le zanne alla loro forma umana. Ma uccidere i mostri non è un compito facile e presto Shawna e il suo gruppo si ritrovano coinvolti in un conflitto secolare tra fazioni di vampiri in guerra, ognuna delle quali combatte per rivendicare New Orleans come loro dimora permanente.

Diretto da Maritte Lee Go e scritto da Sherman Payne. Nel cast di Black as Night si annoverano Asjha Cooper, Fabrizio Guido, Mason Beauchamp, Abbie Gayle with Craig Tate e Keith David e tra gli executive producer Jason Blum, Jeremy Gold, Marci Wiseman, Lisa Bruce, Maggie Malina e Guy Stodel.

The Manor

Una forza malvagia dà il tormento ai residenti di una sonnolenta casa di cura in The Manor, un gotico racconto del terrore con un tocco moderno. Quando un lieve ictus diminuisce la sua capacità di prendersi cura di se stessa, Judith Albright (Barbara Hershey) si trasferisce alla Golden Sun Manor, una struttura di residenza assistita con un’eccellente reputazione. Ma nonostante tutti gli sforzi dello staff e la nascente amicizia con l’anziano residente Roland (Bruce Davidson), strani eventi e visioni da incubo convincono Judith che una presenza sinistra stia infestando l’enorme tenuta.

Mentre i residenti iniziano a morire misteriosamente, i frenetici avvertimenti di Judith vengono liquidati come fantasie. Anche il suo devoto nipote Josh (Nicholas Alexander) pensa che le paure della donna siano il risultato della demenza, non dei demoni. Senza nessuno disposto a crederle, Judith deve fuggire dai confini del maniero o cadere vittima del male che vi alberga. Scritto e diretto da Axelle Carolyn, nel cast Barbara Hershey, Bruce Davison, Nicholas Alexander, Jill Larson, Fran Bennett e Katie Amanda Keane. Gli executive producer sono Jason Blum, Jeremy Gold, Marci Wiseman, Lisa Bruce, Sandy King e Richard J Bosner.

Madres

Beto (Tenoch Huerta) e Diana (Ariana Guerra), una giovane coppia messicano-americana in attesa del loro primo figlio, si trasferiscono in una piccola città della California degli anni ’70, dove a Beto è stato offerto di lavorare alla gestione di una fattoria. Isolata dalla comunità e tormentata da incubi confusi, Diana esplora il fatiscente ranch aziendale dove vivono, trovando un macabro talismano e una scatola contenente gli effetti personali dei precedenti residenti.

Le sue scoperte la porteranno a una verità molto più strana e terrificante di quanto avrebbe potuto immaginare. Diretto da Ryan Zaragoza e scritto da Marcella Ochoa e Mario Miscione, Madres vede nel cast Tenoch Huerta, Ariana Guerra, Evelyn Gonzalez, Kerry Cahill, e Elpidia Carrillo. Gli executive producer del film sono Jason Blum, Jeremy Gold, Marci Wiseman, Lisa Bruce, Sanjay Sharma e Matthew Myers.

1 ottobre: My Name is Pauli Murray

My Name is Pauli Murray

Quindici anni prima che Rosa Parks si rifiutasse di cedere il suo posto sull’autobus, un intero decennio prima che la Corte Suprema degli Stati Uniti capovolgesse la legislazione distinta ma paritaria, Pauli Murray era già impegnata a combattere a tempo pieno per la giustizia sociale. Avvocato all’avanguardia, attivista, sacerdotessa e memorialista impegnata, Murray ha plasmato un contenzioso di lunga data – nonché la consapevolezza su di esso – a proposito di equità di genere e razza. In qualità di giovane afroamericana cresciuta nel sud della segregazione, che ha anche lottato con nozioni più ampie di identità di genere, Pauli aveva capito in maniera intrinseca cosa significava esistere al di la delle categorie e delle norme culturali precedentemente accettate.

Sia il percorso personale di Pauli sia il suo impegno senza tregua hanno prefigurato alcune delle questioni politicamente più importanti dei nostri tempi. Raccontato in gran parte tramite le stesse parole di Pauli, My Name is Pauli Murray è un racconto sincero di quel viaggio unico e straordinario. Il documentario diretto da Julie Cohen e Betsey West, che ne è autrice insieme a Talleah Bridges McMahon, Julie Cohen e Cinque Northern, è prodotto da Talleah Bridges McMahon.

Most Dangerous Game: dall’1 ottobre su Amazon Prime Video

Amazon Prime Video

Dodge Maynard é un malato terminale che, disperato, per prendersi cura della moglie incinta accetta di partecipare a un gioco mortale in cui scopre presto di non essere il cacciatore, ma la preda. Nel cast Liam Hemsworth, Sarah Gadon, Christoph Waltz.

4 ottobre: The Walking Dead: World Beyond

Amazon Prime Video

La seconda stagione concluderà l’epica storia di Iris (Royale), Hope (Mansour), Elton (Cantu) e Silas (Cumpston): quattro amici che hanno viaggiato attraverso il paese in una missione che ha trasformato tutto ciò che sapevano su se stessi e sul mondo. Mentre affrontano la misteriosa Repubblica Civica Militare e combattono per il controllo del proprio destino, gli obiettivi cambieranno, i legami si formeranno e si sgretoleranno e l’innocenza sarà persa e ritrovata.

Creato da Scott M. Gimple e dallo showrunner Matt Negrete, The Walking Dead: World Beyond vede protagonisti Aliyah Royale, Alexa Mansour, Nicolas Cantu, Hal Cumpston, Nico Tortorella, Joe Holt, Jelani Alladin, Natalie Gold e Ted Sutherland.

Dal 7 ottobre su Amazon Prime Video Infinite

Amazon Prime Video

Evan McCauley ha abilità che non ha mai imparato e ricordi di luoghi che non ha mai visitato. Cercando di auto-curarsi e sull’orlo del crollo mentale, un gruppo segreto che si fa chiamare “Infiniti” arriva in suo soccorso, rivelando che i suoi ricordi sono reali. Il film è diretto da Antoine Fuqua, nel cast si annoverano: Mark Wahlberg, Chiwetel Ejiofor, Sophie Cookson.

Justin Bieber: Our World, dall’8 ottobre su Amazon Prime Video

Justin Bieber: Our World

Il documentario Amazon Original, diretto dal pluripremiato regista Michael D. Ratner, racconta da vicino la vita della superstar internazionale e il suo primo concerto dopo una pausa di tre anni, ed è prodotto da OBB Pictures dello stesso Ratner, Bieber Time Films e Scooter Braun Films.

Justin Bieber: Our World conduce gli spettatori nel backstage, sul palco e nell’universo privato dell’icona musicale mentre si prepara per il concerto senza precedenti “T-Mobile Presents New Year’s Eve Live with Justin Bieber”. Dopo una pausa di tre anni dall‘ultimo show e dai luoghi che solitamente ospitano concerti chiusi a causa della pandemia, Bieber regala una performance elettrizzante per chiudere il 2020 sul tetto del Beverly Hilton Hotel con 240 ospiti e milioni di fan in collegamento streaming da tutto il mondo. Il film segue Bieber e il suo affiatato team nel mese che precede l’evento, tra le prove e la realizzazione di un palcoscenico monumentale nel rispetto di rigorosi protocolli di salute e sicurezza. Il documentario cattura anche momenti personali tra Bieber e sua moglie Hailey, in cui sono loro stessi a riprendersi.

So cosa hai fatto: dal 15 ottobre su Amazon Prime Video

Amazon Prime Video

Scritta e prodotta da Sara Goodman, la serie Amazon Original So cosa hai fatto è basata sul romanzo di Lois Duncan del 1973, su cui si basa anche l’iconico film del 1997. Un anno dopo il fatale incidente d’auto che ha sconvolto la serata del diploma, un gruppo di adolescenti si ritrova legato da un segreto oscuro e perseguitato da un brutale assassino. Mentre cercano di scoprire chi li insegue, i ragazzi rivelano il lato oscuro della loro città apparentemente perfetta, e di loro stessi. Tutti nascondono qualcosa e scoprire il segreto sbagliato potrebbe essere mortale.

So cosa hai fatto è prodotta da Amazon Studios e Sony Pictures Television. Goodman è sceneggiatrice ed executive producer insieme a Neal H. Moritz e Pavun Shetty di Original Film, Erik Feig, Peter Guber, James Wan di Atomic Monster, Michael Clear e Rob Hackett, Craig William Macneill e Shay Hatten.
La serie è interpretata da Madison Iseman, Bill Heck, Brianne Tju, Ezekiel Goodman, Ashley Moore, Sebastian Amoruso, Fiona Rene, Cassie Beck e Brooke Bloom.

I primi quattro episodi della serie saranno disponibili in esclusiva su Prime Video da venerdì 15 ottobre, con nuovi episodi ogni venerdì, fino al finale di stagione previsto per il 12 novembre.

Anni da cane, dal 22 ottobre su Amazon Prime Video
Anni da cane

Anni da cane racconta la storia di Stella, un’adolescente impacciata, cinica, piena di immaginazione e tormentata. Dopo un incidente in auto che le cambia la vita e in cui è coinvolto anche un cane, si convince che i suoi anni vadano contati come quelli dei cani: uno ne vale sette, e ora che sta per compiere sedici anni, in realtà, è una centenaria. Per questa ragione, Stella crede che le rimanga poco tempo da vivere e decide di stilare una lista di tutte le cose che vuole fare prima di morire. Con l’aiuto dei suoi migliori amici, Nina e Giulio, la ragazza comincia così a vivere la sua vita al massimo, bruciando le tappe per paura di non avere tempo per fare tutte le esperienze.

Ma l’incontro casuale con Matteo, un coetaneo timido e introverso, metterà tutto in discussione, stravolgendo totalmente la sua prospettiva. Il film è diretto da Fabio Mollo, scritto da Mary Stella Brugiati e Alessandro Bosi e prodotto da Notorious Pictures. Nel cast Aurora Giovinazzo, Isabella Mottinelli, Federico Cesari, Luca Vannuccini, Marta Losito, Romana Maggiora Vergano, Paola Gioia Kaze Formisano, Sabrina Impacciatore e con una performance cameo di Achille Lauro.

Dal 29 ottobre su Amazon Prime Video Maradona – Sogno Benedetto

Amazon Prime Video

La serie biografica Amazon Original segue i trionfi e le sfide del leggendario calciatore ed è interpretata da Nazareno Casero (Historia de un Clan), Juan Palomino (Magnifica 70) e Nicolas Goldschmidt (Supermax), che interpreteranno Diego Armando Maradona nelle varie fasi della sua vita e della sua prolifica carriera. Dalle umili origini nella cittadina di Fiorito, in Argentina, suo paese natio, fino alla rivoluzionaria carriera al Barcellona e poi al Napoli, la serie narrerà il suo ruolo chiave nel portare la sua Nazionale a vincere la Coppa del Mondo in Messico nell’86. Nella serie sono presenti anche Julieta Cardinali (En Terapia, Valentin), Laura Esquivel (Patito Feo), Mercedes Morán (I diari della motocicletta, El Reino), Pepe Monje (Amor en Custodia), Peter Lanzani (El Clan, El Reino).

La serie biografica prodotta dalla BTF Media, in coproduzione con Dhana Media e Latin We, è stata girata in Argentina, Spagna, Italia, Uruguay e Messico, ed è composta da 10 episodi di un’ora che raccontano i momenti chiave della vita e della carriera del leggendario calciatore.

Alejandro Aimetta è showrunner della serie e regista degli episodi girati in Argentina, Messico e Uruguay, e ne ha scritto la sceneggiatura con Guillermo Salmerón (El Marginal) e Silvina Olschansky (El Marginal). Roger Gual ed Edoardo De Angelis hanno diretto rispettivamente gli episodi ambientati in Spagna e Italia. Gli executive producer sono Francisco Cordero, Liliana Moyano, Mari Urdaneta, Ricardo Coeto e Luis Balaguer.

After 3 dal 29 ottobre su Amazon Prime Video

After 3

La storia di After 3 riparte da Tessa alle prese con un nuovo, entusiasmante capitolo della sua vita, ma mentre si prepara a trasferirsi a Seattle per inseguire il lavoro dei suoi sogni, la gelosia e il comportamento imprevedibile di Hardin raggiungono l’apice e minacciano di porre fine alla loro intensa relazione.

La situazione si complica quando il padre di Tessa torna e vengono alla luce rivelazioni scioccanti sulla famiglia di Hardin. Alla fine, Tessa e Hardin dovranno decidere se varrà la pena lottare per il loro amore o se sarà il momento di separarsi.

After 3 vede protagonisti Josephine Langford e Hero Fiennes Tiffin alla guida di un cast corale che comprende Louise Lombard, Rob Estes, Arielle Kebbel, Chance Perdomo, Frances Turner, Kiana Madeira, Carter Jenkins, Mira Sorvino, Stephen Moyer, Angela Sari, Atanas Srebrev e Anton Kottas. Il film è diretto da Castille Landon e prodotto da Jennifer Gibgot (17 Again, Step Up), Brian Pitt, Aron Levitz di Wattpad, Nicolas Chartier di Voltage Pictures e Jonathan Deckter, Mark Canton di CalMaple (Den of Thieves, 300) e Courtney Solomon (Cake, An American Haunting). Executive producers sono Andrew Panay e Eric Lehrman.

Amazon Prime Video: l’elenco completo delle uscite di ottobre 2021

1 ottobre

  • Bingo Hell/ Black As Night (film Amazon Original)
  • My Name Is Pauli Murray (film Amazon Original)
  • Most Dangerous Game (film Amazon Exclusive)
  • Do, Re & Mi – Halloween Special (speciale Amazon Original)
  • L’uomo del labirinto (film non originale)
  • Fellini Forward (film non originale)
  • Che bella giornata (film non originale)
  • Cado dalle nubi (film non originale)
  • Sole a catinelle (film non originale)
  • Chloe – Tra seduzione e inganno (film non originale)
  • Letters to Juliet (film non originale)
  • The Fighter (film non originale)
  • Morti di salute (film non originale)
  • Balla coi lupi (film non originale)
  • Lara Croft: Tomb Raider (film non originale)
  • Tomb Raider – La culla della vita (film non originale)
  • Il cattivo tenente (film non originale)
  • L’ombra del dubbio (film non originale)
  • War, Inc. (film non originale)
  • Timeline – ai confini del tempo (film non originale)
  • The Body (film non originale)
  • The Last Man (film non originale)
  • Il comandate Hamilton (film non originale)
  • Imogene – Le disavventure di una newyorkese (film non originale)
  • Camera Cafè (serie non originale, stagioni 1-4)
  • Gormiti (serie non originale, stagioni 1-3)

4 ottobre

  • The Walking Dead: World Beyond (serie Amazon Exclusive, stagione 2)
  • Genitori VS Influencer (film non originale)
  • Stronger – Io sono più forte (film non originale)
  • Sotto massima copertura – Den of Lions (film non originale)
  • Code Black (serie non originale, stagioni 1-3)

7 ottobre

  • Infinite (film Amazon Exclusive)

8 ottobre

  • Justin Bieber: Our World (film Amazon Original)
  • The Manor/ Madres (film Amazon Original)
  • Jessy and Nessy (serie Amazon Original, stagione 1 parte 4)
  • Kids in the Hall (serie no originale, stagioni 1-5)

10 ottobre

  • Cats (film non originale)
  • City Of Lies – L’ora della verità (film non originale)

11 ottobre

  • Ad Astra (film non originale)
  • Holly & Benji – Due fuoriclasse (serie non originale, stagione 1)

12 ottobre

  • Il grande passo (film non originale)
  • Just Charlie – Diventa chi sei (film non originale)

15 ottobre

  • So cosa hai fatto (serie Amazon Original, stagione 1)
  • Sono solo fantasmi (film non originale)
  • The Good House (film non originale)
  • You’re Next (film non originale)

16 ottobre

  • Spiral – L’eredità di Saw (film non originale)
  • Point Break – Punto di rottura (film non originale)

18 ottobre

  • Motherland: Fort Salem (serie Amazon Exclusive, stagione 2)
  • Morrison (film non originale)

19 ottobre

  • Le douleur (film non originale)

22 ottobre

  • Anni da cane (film Amazon Original)
  • Digital Reaper (film non originale)

23 ottobre

  • Billionaire Boys Club (film non originale)

24 ottobre

  • Swarm – Minaccia dalla giungla (film non originale)

25 ottobre

29 ottobre

  • After 3 (film Amazon Exclusive)
  • Maradona – Sogno Benedetto (serie Amazon Original, stagione 1)
  • The Last Witch Hunter – L’ultimo cacciatore di streghe (film non originale)

31 ottobre

  • La promessa dell’assassino (film non originale)
  • La prova (film non originale)

Film in scadenza

  • Fast & Furious: Hobbs & Shaw (2 ottobre)
  • D.N.A. – Decisamente non adatti (4 ottobre)
  • Cosa mi lasci di te (16 ottobre)
  • Bombshell – La voce dello scandalo (16 ottobre)
  • Il principe dimenticato (23 ottobre)

Serie in scadenza

  • Quantico (serie non originale)
Continua a leggere
Pubblicità