Maggie Gyllenhaal: 10 curiosità su un’attrice anticonformista

Maggie Gyllenhaal: 10 curiosità su un’attrice anticonformista

Maggie Gyllenhaal è un’attrice versatile e anticonformista. Nella sua carriera ha spesso sorpreso e affascinato per le intense e singolari interpretazioni che l’hanno caratterizzata, dimostrando sempre di possedere un talento innato e rarissimo. Sorella maggiore del celebre e formidabile attore Jake Gyllenhaal, ha esordito sul grande schermo a 15 anni nel film Waterland – Memorie d’amore e Una donna pericolosa. Nel 2001 è stata scelta da Richard Kelly per il suo film Donnie Darko, cult memorabile in cui interpreta Elizabeth Darko, sorella di Donnie, impersonato da Jake, ruolo struggente e tetro che gli ha conferito notorietà a livello internazionale.

Maggie Gyllenhaal ha proseguito la sua ascesa nell’universo hollywoodiano interpretando Lee Holloway nel film Secretary, commedia sadomaso in cui incarna una segretaria autolesionista, ruolo che le donato numerosi riconoscimenti tra cui una nomination ai Golden Globe. In seguito l’attrice statunitense ha recitato accanto a Julia Roberts nel film campione d’incassi Mona Lisa Smile, ha interpretato Rachel Dawes ne Il cavaliere oscuro, sequel di Batman Begins, capolavoro intramontabile di Christopher Nolan, e ha vestito i panni della giornalista Jean Craddock nel film Crazy Heart, guadagnando una nomination al Premio Oscar come migliore attrice non protagonista.

Oggi vogliamo celebrare questa attrice formidabile, che ha spesso scelto di dividersi tra cinema e teatro, attraverso rivelazioni e piccole curiosità sul suo conto che potrebbero sorprendervi.

Maggie Gyllenhaal: 10 curiosità su un’attrice versatile e ribelle

Maggie Gyllenhaal in Secretary
  • Prima di inseguire la carriera di attrice, ha frequentato assieme a suo fratello la prestigiosa scuola di preparazione di Harvard-Westlake, inoltre in seguito ha dedicato i suoi studi universitari alla letteratura, precisamente letteratura e religioni orientali.
  •  I primi sei film che ha realizzato, Waterland – Memorie d’amore, Una donna pericolosa, Shattered Mind, Un miracolo anche per me, Homegrown – I piantasoldi e Resurrection sono stati tutti diretti da suo padre Stephen Gyllenhaal. Inoltre ha recitato, oltre che in Donnie Darko, in altri due film con suo fratello Jake Gyllenhaal: Una donna pericolosa e  Homegrown – I piantasoldi
  •  La famiglia di Maggie Gyllenhaal è composta da numerosi artisti che la rendono un vera e propria figlia d’arte: sua madre, Naomi Foner, è una sceneggiatrice candidata all’Oscar e al Golden Globe. Suo padre è un regista nominato agli Emmy e il primo marito di sua madre, Eric Foner, è un acclamato storico della Columbia, il college in cui lei cominciò i suoi studi. 
  • Il cognome di famiglia Gyllenhaal ha una derivazione nobiliare svedese, precisamente della contea di Västergötland nel sud-ovest della Svezia. Il padre di Maggie ha origini svedesi, inglesi, svizzere, tedesche e francesi, mentre la famiglia della madre ha origini ebraiche.
  •  Maggie e il fratello Jake Gyllenhaal sono i primi fratelli del XXI secolo ad essere stati nominati all’Oscar.
  •  Nel 2015, Maggie Gyllenhaal ha rilasciato un’intervista molto critica e che suscitò grande clamore, in cui dichiarò che fu rifiutata per un ruolo poiché era ritenuta troppo vecchia per poter interpretare l’amante di un uomo di 55 anni. L’allora attrice trentasettenne rivelò l’accaduto affermando:“Ci sono momenti in cui essere un’attrice a Hollywood è umiliante e mi sorprendo ogni volta. Ho 37 anni e di recente mi è stato detto che sono troppo vecchia per interpretare l’amante di un uomo di cinquantacinque anni. Non solo non mi hanno dato la parte, ma mi hanno lasciato senza parole. Mi sono sentita umiliata, arrabbiata, ma alla fine non ho potuto fare altro che mettermi a ridere”.
  • Maggie Gyllenhaal è molto impegnata a livello politico e sociale; assieme alla famiglia è una sostenitrice della campagna American Civil Liberties Union (ACLU), e dell’organizzazione no-profit Witness, il cui fine è denunciare le violazioni dei diritti umani. In più è una affermata e orgogliosa femminista, a gennaio del 2017 ha partecipato, accanto a suo fratello Jake, al Women’s March on Washington, la marcia delle donne contro il presidente americano Trump, e infine sostiene anche un’altra organizzazione,  TrickleUp.org, che aiuta le persone a creare delle piccole imprese.
  • Quando venne scritturata per il ruolo da protagonista in Secretary, Maggie fu la prima ragazza a partecipare all’audizione per il ruolo di Lee Holloway.
  • Dopo una nomination agli Oscar, la sua unica fino ad ora come miglior attrice non protagonista in Crazy Heart, e due candidature ai Golden Globe, per Secretary e SherryBaby,nel 2015 vince il Golden Globe come miglior attrice in una mini-serie o film per la televisione per The Honourable Woman.
Lucia Tedesco

Lucia Tedesco

Scrittrice compulsiva. Appassionata di Cinema, Filosofia e Politica.