Anya Taylor-Joy: “Non sono abbastanza bella per fare film”

Anya Taylor-Joy: “Non sono abbastanza bella per fare film”

Anya Taylor-Joy è senza dubbio una delle attrici più popolari del momento. La sua carriera è in rapida ascesa, e nel giro di pochi anni ha già partecipato a numerosi progetti importanti, come The Witch, Amiche di sangue, Split, Glass, Peaky Blinders, Emma, The New Mutants e soprattutto La regina degli scacchi, miniserie che ha conquistato gli abbonati a Netflix di tutto il mondo. Il successo però non sempre basta per vincere le proprie insicurezze. In un’intervista al The Sun, l’attrice ha rivelato di avere una scarsa considerazione del suo aspetto fisico, dichiarando, senza mezzi termini, di non sentirsi abbastanza bella per fare film. Di seguito, le parole di Anya Taylor-Joy in proposito.

Anya Taylor-Joy: le dichiarazioni della protagonista de La regina degli scacchi
La regina degli scacchi

Non mi sono mai ritenuta bella, e penso che non potrò mai considerarmi bella. Non credo di essere abbastanza bella per essere nei film. Sembra patetico e il mio ragazzo mi avverte che la gente penserà che sono una vera stronza per aver detto queste cose, ma penso solo che ho un aspetto strano. Non andrò al cinema a guardare il mio film, lo guarderò prima. La bellezza di essere nella tua pelle è che non devi guardare la tua faccia.

Anya Taylor-Joy ha rimarcato la propria posizione parlando di un altro progetto che l’ha vista protagonista, Emma di Autumn de Wilde, ultima trasposizione in ordine di tempo dell’omonimo romanzo di Jane Austen:

Ho davvero avuto un attacco di panico su Emma perché ho pensato: “Sono la prima Emma brutta e non posso farlo”, perché la prima battuta del film è “Sono bella, intelligente e ricca”.

Vi ricordiamo che prossimamente avremo modo di vedere nuovamente all’opera Anya Taylor-Joy in diversi progetti, fra cui Last Night in Soho di Edgar Wright e The Northman di Robert Eggers. L’attrice è stata inoltre scelta per ereditare il ruolo di Charlize Theron in Furiosa, prequel di Mad Max: Fury Road in fase di sviluppo.

Marco Paiano

Marco Paiano