Bond 25: i protagonisti avranno un coach per le scene di sesso

Bond 25: i protagonisti avranno un coach per le scene di sesso

I tempi cambiano anche per James Bond. Secondo quanto riportato dal Sun, la produzione del prossimo capitolo della saga Bond 25 avrebbe ingaggiato una sorta di coach per le scene di sesso, che, anche sulla scia dei profondi cambiamenti imposti all’industria cinematografica da movimenti come il #MeToo, avrebbe la funzione di mettere a proprio agio sul set i due attori maggiormente indiziati per questo tipo di sequenze, ovvero Daniel Craig e la nuova Bond girl Ana de Armas. Secondo la fonte, la decisione sarebbe della produttrice Barbara Broccoli, desiderosa di imporre anche alla saga incentrata su un’icona della virilità come l’Agente 007 una svolta che vada a tutelare maggiormente le donne coinvolte nel mondo dello spettacolo.

La produzione di Bond 25 tutelerà i diritti e il benessere delle donne

Le riprese di Bond 25 sono attualmente sospese per un piccolo infortunio in cui è incappato Daniel Craig durante una sequenza ambientata in Giamaica. Il coach di sesso è comunque presente sul set, dove ha il compito di approfondire insieme ai protagonisti la sceneggiatura del film e fornire loro tutto l’aiuto di cui potrebbero avere bisogno. Anche se non ci sono ancora conferme ufficiali in merito a questa figura, data l’attendibilità della fonte possiamo essere ragionevolmente sicuri della veridicità della notizia, e apprezzare la svolta in direzione di una maggiore tutela dei diritti e del benessere delle donne imposta dalla produzione di una saga così importante.

Vi ricordiamo che Bond 25 arriverà nelle sale cinematografiche di tutto il mondo l’8 aprile 2020. Oltre al confermassimo Daniel Craig nel ruolo di James Bond, torneranno anche Léa SeydouxBen WhishawNaomie Harris Ralph Fiennes e Rory Kinnear. I principali nuovi ingressi nella serie sono invece quelli del premio Oscar in carica Rami Malek, che interpreterà il villain del film, della già citata Ana de Armas (già vista in Blade Runner 2049) e di Billy Magnussen, Dali Benssalah, Lashana Lynch e David Dencik.

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marco Paiano

Fondatore di Lost in Cinema e collaboratore per Cinematographe - Film Is Now ed Empire Italia. Amo il cinema in ogni sua forma, anche quelle meno riuscite. La prendo come viene.