Bond 25: Rami Malek in trattative per interpretare il villain del film

Bond 25: Rami Malek in trattative per interpretare il villain del film

Con le riprese di Bond 25 che si avvicinano sempre più, cominciano a filtrare importanti novità sul prossimo attesissimo film della saga dell’agente 007. Dopo il cambio della data di uscita e l’ingaggio di Scott Z. Burns per la sceneggiatura, di cui vi abbiamo dato conto nelle scorse settimane, arriva un’importantissima novità per quanto riguarda il cast del film. Secondo quanto riportato da Collider infatti, il villain principale di Bond 25 potrebbe essere un nome decisamente pesante, ovvero Rami Malek, fresco vincitore dell’Oscar come migliore attore protagonista per la sua performance in Bohemian Rhapsody. L’entourage dell’attore avrebbe risolto un potenziale conflitto fra le date delle riprese della quarta e ultima stagione di Mr. Robot e quelle di Bond 25, permettendo così a Malek di prendere parte a entrambi i progetti.

Rami Malek sarebbe quindi entrato nelle fase finali delle negoziazioni per interpretare il villain del film, che si opporrà al confermato Daniel Craig.

Rami Malek: un nuovo villain per Bond 25?
Bond 25

Nelle prossime settimane conosceremo con ogni probabilità l’esito di questa trattativa, che, se dovesse andare in porto, consegnerebbe alla produzione del film un interprete che potrebbe continuare la grande tradizione dei villain della saga, fatta di nomi come Donald Pleasence, Mads Mikkelsen, Christopher Lee e Adolfo Celi. Al momento, non si conoscono però dettagli sul nome o sulla tipologia di personaggio che Rami Malek dovrebbe interpretare. Come sempre, non mancheremo però di fornirvi tutti gli aggiornamenti su quella che appare come una trattativa decisamente ben avviata.

Rami Malek potrebbe quindi unirsi a un cast che, oltre al già citato Daniel Craig, potrà contare anche sui ritorni di Naomie Harris, Ben Whishaw, Ralph Fiennes e della Bond girl Léa Seydoux. Vi ricordiamo inoltre che Bond 25 arriverà nelle sale il 14 febbraio 2020 e sarà girato in parte anche nell’incantevole Matera, eletta capitale europea della cultura per il 2019.

Condividi sui social
  • 146
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marco Paiano

Fondatore di Lost in Cinema e collaboratore per Cinematographe - Film Is Now ed Empire Italia. Amo il cinema in ogni sua forma, anche quelle meno riuscite. La prendo come viene.