Breaking Bad: Bryan Cranston sul ritorno di Walter White nel film sequel

Breaking Bad: Bryan Cranston sul ritorno di Walter White nel film sequel

Come sappiamo già da tempo, il film sequel di Breaking Bad è in fase di sviluppo, e dovrebbe arrivare sul canale AMC e su Netflix nel corso del 2020. Sul progetto abbiamo ancora poche notizie certe, ma decisamente importanti: il film sarà scritto e diretto dal creatore della serie Vince Gilligan e sarà incentrato sul personaggio di Jesse, che sarà nuovamente interpretato da Aaron Paul. A solleticare la fantasia dei fan è però arrivata poche ore fa un’interessante dichiarazione dell’interprete dell’indimenticabile Walter White Bryan Cranston a proposito del coinvolgimento del suo personaggio nel progetto, riportata da ET. Poco dopo aver ritirato il Tony Award per la sua interpretazione in Network, opera teatrale basata sul film Quinto potere, l’attore si è così espresso:

Beh, il rigor mortis potrebbe fare in modo che ciò accada. Potrebbe essere! Potrebbe accadere attraverso un flashback o attraverso un flash forward. Io Walter White sono ancora morto, per cui non ho idea di come questo potrebbe accadere.

Breaking Bad: Walter White tornerà nel sequel?
Breaking Bad

Non è la prima volta che Bryan Cranston manifesta la sua totale disponibilità a tornare nuovamente nell’universo di Breaking Bad, che ha aumentato a dismisura la stima di cui l’attore già godeva da parte del pubblico e degli addetti ai lavori. L’interprete ha infatti espresso entusiasmo per un possibile ritorno del suo personaggio nel sequel o nella serie prequel Better Call Saul (che si appresta a giungere alle sue battute conclusive), affermando che, qualora gli venisse offerto nuovamente il ruolo, accetterebbe in un battibaleno.

Non ci resta quindi che attendere i prossimi sviluppi di un progetto atteso e allo stesso tempo temuto dagli appassionati di Breaking Bad, che in una certa misura temono che il finale della serie televisiva, perfetto e coerente con l’intero percorso dei personaggi, sia in qualche modo offuscato da un sequel non altrettanto centrato. Solo il tempo ci dirà se questi sospetti sono fondati.

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marco Paiano

Fondatore di Lost in Cinema e collaboratore per Cinematographe - Film Is Now ed Empire Italia. Amo il cinema in ogni sua forma, anche quelle meno riuscite. La prendo come viene.