C’era una volta a… Hollywood: Tarantino rivela il destino di Rick Dalton

C’era una volta a… Hollywood: Tarantino rivela il destino di Rick Dalton

In attesa degli Oscar 2020, per cui ha guadagnato ben 10 nomination, torniamo a parlare di C’era una volta a… Hollywood, l’ultima fatica di Quentin Tarantino (qui la nostra recensione). Uno dei punti di forza del film è certamente il finale, che lascia il protagonista Rick Dalton (interpretato da Leonardo DiCaprio) più fiducioso in se stesso e speranzoso per il futuro. Volando con la fantasia, sarebbe indubbiamente interessante sapere cosa accade a questo personaggio dopo la struggente conclusione di C’era una volta a… Hollywood. A rispondere al nostro dilemma ci ha pensato lo stesso Tarantino, nel corso di un’intervista con The Wrap. Non proseguite oltre se non avete ancora visto C’era una volta a… Hollywood e non volete incappare in sgraditi spoiler.

Quentin Tarantino svela il futuro di Rick Dalton dopo il finale di C’era una volta a… Hollywood

In un susseguirsi di rocamboleschi colpi di scena, nel finale di C’era una volta a… Hollywood Rick Dalton e il suo socio Cliff Booth uccidono i tre hippy che hanno fatto irruzione nella casa di Rick, salvando indirettamente anche la vita di Sharon Tate e dei suoi amici. Lo stesso Rick fa poi il suo ingresso trionfale nella villa di Sharon e Roman Polanski, entrando così in contatto con quella Hollywood che precedentemente ha solo sfiorato. L’inizio di una nuova fase della sua carriera? Ecco cosa immagina Tarantino in proposito:

La storia del lanciafiamme e degli hippy ha giocato un ruolo fondamentale. Nessuno sa di preciso quanto, ma è stata davvero importante. Ed è stato importante il fatto che li abbia uccisi con il lanciafiamme, con un cimelio di uno dei suoi film più famosi. Così inizia a diventare di nuovo richiesto sulla piazza. Voglio dire, non richiesto come Michael Sarrazin a quel tempo, ma riceve comunque un po’ di pubblicità, e all’improvviso The 14 Fists of McCluskey torna in programmazione su Channel 5 durante la Combat Week e cose del genere. Gli vengono così offerte un paio di parti. Ruoli a basso budget, ma da studio. Il fatto però è che sul circuito televisivo episodico ora è un grande nome. Non è proprio Darren McGavin, d’accordo? Darren McGavin verrebbe pagato il massimo per quel periodo. Ma Rick è ora nella posizione in cui era John Saxon, forse un po’ più in alto. Quindi sta ottenendo buoni soldi e sta facendo i migliori show. E gli episodi sono tutti costruiti intorno a lui. Quindi, invece di fare La terra dei giganti e Bingo Martin, adesso è il cattivo di Missione Impossibile in un episodio tutto suo.

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marco Paiano

Fondatore di Lost in Cinema e collaboratore per Cinematographe - Film Is Now ed Empire Italia. Amo il cinema in ogni sua forma, anche quelle meno riuscite. La prendo come viene.