I cinema ArcLight e Pacific chiuderanno per sempre

I cinema ArcLight e Pacific chiuderanno per sempre

Il miglior posto al mondo dove vedere un film. Era questo il motto dei cinema ArcLight della California, che insieme ai Pacific Theatres chiuderanno per sempre i battenti, vittime di una pandemia che sta lasciando ferite profonde nell’intero settore dell’intrattenimento. Ci lasciano così delle icone di Los Angeles e di tutta l’industria cinematografica, come il Cinerama Dome, immortalato anche da Quentin Tarantino nel suo ultimo film C’era una volta a… Hollywood. A dare la triste notizia è la stessa catena di cinema ArcLight, con un comunicato sul sito ufficiale:

Dopo aver chiuso i battenti più di un anno fa, oggi dobbiamo condividere la difficile e triste notizia che Pacific non riaprirà le sue sedi ArcLight Cinemas e Pacific Theatres. Questo non era il risultato che tutti volevano, ma nonostante un enorme sforzo che ha esaurito tutte le potenziali opzioni, l’azienda non ha una via percorribile.

A tutti i dipendenti di Pacific e ArcLight che hanno dedicato la loro vita professionale a rendere i nostri teatri i posti migliori al mondo per vedere i film: siamo grati per il vostro servizio e la vostra dedizione ai nostri clienti.

Ai nostri ospiti e membri dell’industria cinematografica che negli anni hanno reso l’andare al cinema un’esperienza così magica: il nostro più profondo ringraziamento. È stato un onore e un piacere servirvi.

La chiusura dei cinema ArcLight: addio o arrivederci?

Arclight
L’interno dell’ArcLight cinema di Los Angeles

Come riporta Variety, è ancora possibile che un’altra società rilevi i contratti di locazione, acquisti i marchi e riapra queste storiche sale. Un recente rapporto su IndieWire ha affermato che la società Pacific Theatres Exhibition non ha potuto pagare una cifra di 181.900 dollari nel marzo 2021 per l’affitto per la sua sede di Culver City Arclight e che avrebbe dovuto circa 2,2 milioni per un anno intero. Con i brand dei cinema ArcLight e dei Pacific Theatres, la Decurion Corporation controllava più di 300 schermi in tutta la California.

Marco Paiano

Marco Paiano