David di Donatello 2019: tutte le nomination, domina Dogman

David di Donatello 2019: tutte le nomination, domina Dogman

L’Accademia del Cinema Italiano ha reso note le nomination ai David di Donatello 2019, gli attesi e prestigiosi riconoscimenti dedicati alla nostra cinematografia. Su tutti domina prevedibilmente Dogman di Matteo Garrone, scelto per rappresentare l’Italia all’Oscar (senza accedere alla cinquina finale dei nominati) e meritevole di ben 15 nomination. Seguono a ruota Capri-Revolution di Mario Martone, con 13 nomination, e due degli eventi cinematografici italiani più importanti della scorsa stagione, ovvero Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino e Loro di Paolo Sorrentino, appaiati a 12. Fra le altre nomination, spicca il riconoscimento postumo a Ennio Fantastichini, venuto a mancare pochi mesi fa e nominato per il suo lavoro in Fabrizio De André: Principe libero. Di seguito l’elenco completo delle nomination ai David di Donatello 2019, che verranno assegnati il prossimo 27 marzo.

David di Donatello 2019: tutte le nomination dei premi più prestigiosi del cinema italianoDogman

Miglior film

  • Chiamami col tuo nome (Luca Guadagnino)
  • Dogman (Matteo Garrone)
  • Euforia (Valeria Golino)
  • Lazzaro felice (Alice Rohrwacher)
  • Sulla mia Pelle (Alessio Cremonini)

Miglior regia

  • Matteo Garrone (Dogman)
  • Luca Guadagnino (Chiamami col tuo nome)
  • Valeria Golino (Euforia)
  • Alice Rohrwacher (Lazzaro felice)
  • Mario Martone (Capri-Revolution)

Miglior attore protagonista

  • Marcello Fonte (Dogman)
  • Luca Marinelli (Fabrizio De Andrè – Principe Libero)
  • Toni Servillo (Loro)
  • Alessandro Borghi (Sulla mia pelle)
  • Riccardo Scamarcio (Euforia)

Migliore attrice protagonista

  • Marianna Fontana (Capri-Revolution)
  • Elena Sofia Ricci (Loro)
  • Pina Turco (Il vizio della speranza)
  • Anna Foglietta (Un giorno all’improvviso)
  • Alba Rohrwacher (Troppa grazia)

Miglior attore non protagonista

  • Massimo Ghini (A casa tutti bene)
  • Edoardo Pesce (Dogman)
  • Ennio Fantastichini (Fabrizio De André – Principe Libero)
  • Fabrizio Bentivoglio (Loro)
  • Valerio Mastandrea (Euforia)

Migliore attrice non protagonista

  • Donatella Finocchiaro (Capri-Revolution)
  • Marina Confalone (Il vizio della speranza)
  • Kasia Smutniak (Loro)
  • Jasmine Trinca (Sulla mia pelle)
  • Nicoletta Braschi (Lazzaro Felice)

Miglior regista esordiente (premio Gian Luigi Rondi)

  • Alessio Cremonini (Sulla mia pelle)
  • Luca Facchini (Fabrizio De Andrè – Principe libero)
  • Simone Spada (Hotel Gagarin)
  • Damiano e Fabio D’Innocenzo (La terra dell’abbastanza)
  • Valerio Mastandrea (Ride)

Miglior film straniero

  • Bohemian Rhapsody (Bryan Singer e Dexter Fletcher)
  • Cold War (Pawel Pawlikowski)
  • Il filo nascosto (Paul Thomas Anderson)
  • Roma (Alfonso Cuarón)
  • Tre manifesti a Ebbing, Missouri (Martin McDonagh)

Miglior sceneggiatura originale

  • Dogman (Matteo Garrone, Massimo Gaudioso e Ugo Chiti)
  • Euforia (Francesca Marciano, Valia Santella e Valeria Golino)
  • La terra dell’abbastanza (Damiano e Fabio D’Innocenzo)
  • Lazzaro felice (Alice Rohrwacher)
  • Sulla mia pelle (Alessio Cremonini e Lisa Nur Sultan)

Miglior sceneggiatura non originale

  • Chiamami col tuo nome (James Ivory, Luca Guadagnino, Walter Fasano)
  • Ella & John – The Leisure Seeker (Stephen Amidon, Francesca Archibugi, Francesco Piccolo e Paolo Virzì)
  • Sono tornato (Nicola Guaglianone e Luca Miniero)
  • Il testimone invisibile (Stefano Mordini e Massimiliano Catoni)
  • La profezia dell’armadillo (Valerio Mastandrea, Johnny Palomba, Zerocalcare e Oscar Glioti)

Miglior produttore

  • Luca Guadagnino, Emilie Georges, Peter Spears, Marco Morabito, Rodrigo Teizeira, James Ivory, Howard Rosenman (Chiamami col tuo nome)
  • Archimede, Le Pacte, Rai Cinema (Dogman)
  • Cinemaundici, Lucky Red (Sulla mia pelle)
  • Rai Cinema, Agostino, Giuseppe e Maria Grazia Saccà di Pepito Produzioni (La terra dell’abbastanza)
  • Carlo Cresto-Dina per Tempesta, con Rai Cinema in coproduzione con Amka Films Productions, Ad Vitam Production, KNM, Pola Pandora (Lazzaro Felice)

Miglior documentario

  • Santiago, Italia (Nanni Moretti)
  • Arrivederci Saigon (Wilma Labate)
  • Friedkin Uncut (Francesco Zippel)
  • L’arte viva di Julian Schnabel (Pappi Corsicato)
  • La strada dei Samouni (Stefano Navona)

Miglior autore della fotografia

  • Michele D’Attanasio (Capri-Revolution)
  • Sayombhu Mukdeeprom (Chiamami col tuo nome)
  • Nicolaj Bruel (Dogman)
  • Paolo Carnera (La terra dell’abbastanza)
  • Helene Louvart (Lazzaro felice)

Migliori effetti visivi

  • Sara Paesani e Rodolfo Migliari (Capri-Revolution)
  • Rodolfo Migliari (Dogman)
  • Victor Perez (Il ragazzo invisibile – Seconda generazione)
  • Simone Coco e James Woods (Loro)
  • Giuseppe Squillaci (Michelangelo – Infinito)

Miglior musicista

  • Nicola Piovani (A casa tutti bene)
  • Nicola Tescari (Euforia)
  • Apparat e Philipp Thimm (Capri-Revolution)
  • Lele Marchitelli (Loro)
  • Mokadelic (Sulla mia pelle)

Miglior canzone originale

  • L’invenzione di un poeta, di A casa tutti bene: musica di Nicola Piovani, testo di Aisha Cerami e Nicola Piovani, interpretata da Tosca
  • Araceae, di Capri Revolution: musica di Sascha Ring e Philipp Thimm, testo di Simon Brambell, interpretata da Sascha Ring
  • Mistery of Love, di Chiamami col tuo nome: musica, testo e interpretazione di Sufjan Stevens
  • ‘A speranza, de Il vizio della speranza: musica, testo e interpretazione di Enzo Avitabile
  • ‘Na gelosia, di Loro: musica di Lele Marchitelli, testo di Peppe Servillo, interpretata da Toni Servillo

Miglior montatore

  • Chiara Vullo (Sulla mia pelle)
  • Marco Spoletini (Dogman)
  • Walter Fasano (Chiamami col tuo nome)
  • Jacopo Quadri e Natalie Cristiani (Capri-Revolution)
  • Giogiò Franchini (Euforia)

Miglior suono

  • Capri-Revolution: Presa diretta: Alessandro Zanon; Microfonista: Alessandro Palmerini; Montaggio: Marta Billingsley; Creazione suoni: Stefano Grosso, Marzia Cordò e Giancarlo Rutigliano; Mix: Paolo Segat
  • Chiamami col tuo nome: Presa diretta e Microfonista: Yves-Marie Omnes; Montaggio: Davide Favargiotti; Creazione suoni: Studio 16 sound group; Mix: Jean-Pierre Laforce
  • Dogman: Presa diretta: Maricetta Lombardo; Microfonista: Alessandro Molaioli; Montaggio: Davide Favargiotti; Creazione suoni: Mauro Eusepi e Mirko Perri; Mix: Michele Mazzucco
  • Lazzaro Felice: Presa diretta: Christophe Giovannoni; Microfonista: Julien D’Esposito; Montaggio: Marta Billingsley; Mix: Francois Musy
  • Loro: Presa diretta: Emanuele Cecere; Microfonista: Francesco Sabez e Paolo Testa; Montaggio: Silvia Moraes, Alessandro Feletti e Alessandro Quaglio; Creazione suoni: Mirko Perri e Mauro Eusepi; Mix: Marco Saitta

Migliore scenografia

  • Giancarlo Muselli (Capri-Revolution)
  • Stefania Cella (Loro)
  • Samuel Deshors (Chiamami col tuo nome)
  • Dimitri Capuani (Dogman)
  • Emita Frigato (Lazzaro Felice)

Migliore costumista

  • Giulia Piersanti (Chiamami col tuo nome)
  • Ursula Patzak (Capri-Revolution)
  • Massimo Cantini Parrini (Dogman)
  • Loredana Buscemi (Lazzaro Felice)
  • Carlo Poggioli (Loro)

Miglior truccatore

  • Alessandro D’Anna (Capri-Revolution)
  • Fernanda Perez (Chiamami col tuo nome)
  • Dalia Colli e Lorenzo Tamburini (Dogman)
  • Roberto Pastore (Sulla mia pelle)
  • Maurizio Silvi (Loro)

Miglior acconciatore

  • Gaetano Panico (Capri-Revolution)
  • Manolo Garcia (Chiamami col tuo nome)
  • Aldo Signoretti (Loro)
  • Daniela Tartari (Dogman)
  • Massimo Gattabrusi (Moschiettieri del re – la penultima missione)
Condividi sui social
  • 67
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marco Paiano

Fondatore di Lost in Cinema e collaboratore per Cinematographe - Film Is Now ed Empire Italia. Amo il cinema in ogni sua forma, anche quelle meno riuscite. La prendo come viene.