David Lynch e Lina Wertmüller riceveranno l’Oscar alla carriera

David Lynch e Lina Wertmüller riceveranno l’Oscar alla carriera

La stagione dei premi cinematografici è ancora lontana dal proprio apice, ma poche ore fa è arrivato un importante annuncio sui riconoscimenti onorari che saranno prossimamente conferiti dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences. Come riportato da Variety, David Lynch, Wes Studi e Lina Wertmüller riceveranno il prestigioso Oscar alla carriera, mentre a Geena Davis sarà consegnato il premio umanitario Jean Hersholt. I riconoscimenti saranno conferiti durante la cerimonia dei Governors Awards, che si terrà il 27 ottobre 2019.

David Lynch e gli altri premiati dei Governors Awards

Lina Wertmüller
Una scena di Pasqualino Settebellezze di Lina Wertmüller

David Lynch è certamente uno dei registi viventi più conosciuti e apprezzati, capace di esplorare i turbamenti e le ossessioni dell’animo umano lungo una carriera lunga più di 40 anni, che lo ha visto consegnare all’eternità opere come Eraserhead – La mente che cancella, The Elephant Man, Dune, Velluto blu, Cuore selvaggio, Strade perdute, Una storia vera, Mulholland DriveInland Empire – L’impero della mente, senza dimenticare I segreti di Twin Peaks, portata in televisione per le prime due stagioni nel 1990 e 1991 e per la terza nel 2017, e al cinema con il prequel Fuoco cammina con me. L’Oscar onorario, solo sfiorato da Lynch con tre nomination come migliore regista, andrà a colmare la lacuna dell’Academy nei confronti di questo cineasta, che come pochi ha saputo segnare l’immaginario collettivo degli ultimi decenni.

L’italiana Lina Wertmüller detiene l’insuperabile record di  prima donna candidata all’Oscar come migliore regista, per il suo lavoro in Pasqualino Settebellezze, apice di una carriera che l’ha vista superare i confini nostrani con opere indimenticabili del calibro di Mimì metallurgico ferito nell’onore, Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto e La fine del mondo nel nostro solito letto in una notte piena di pioggia.

L’attore statunitense di etnia cherokee Wes Studi si è distinto negli ultimo 30 anni come efficace caratterista in opere che hanno segnato il pubblico come Balla coi lupi, L’ultimo del Mohicani, Heat – La sfida, Geronimo e Avatar.

Il riconoscimento a Geena Davis, splendida protagonista di Turista per caso, Thelma & Louise, La mosca e Beetlejuice – Spiritello porcello, arriva invece per il suo inestimabile contributo alla parità di genere, portato avanti anche con la sua associazione Geena Davis Institute on Gender in Media.

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marco Paiano

Fondatore di Lost in Cinema e collaboratore per Cinematographe - Film Is Now ed Empire Italia. Amo il cinema in ogni sua forma, anche quelle meno riuscite. La prendo come viene.