Elliot Page annuncia di essere una persona transgender: le sue parole

Elliot Page annuncia di essere una persona transgender: le sue parole

Con un lungo post sul suo profilo Instagram, la star che conoscevamo come Ellen Page ha annunciato oggi di essere una persona transgender. Da ora in avanti, il suo nome, come si evince dal medesimo account di Instagram, è Elliot Page. Si identifica inoltre di genere non binario, scegliendo quindi di non assumere né un’identità maschile, né una femminile. Di seguito, la traduzione del post di Elliot Page, che abbiamo ammirato in Juno, Inception e recentemente nella serie Netflix The Umbrella Academy.

Elliot Page: le sue toccanti parole

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da @elliotpage

Ciao amici,

voglio condividere con voi che sono trans, i miei pronomi sono lui / loro e il mio nome è Elliot. Mi sento fortunato a scrivere questo. Di essere qui. Di essere arrivato in questo posto nella mia vita.

Sento un’incredibile gratitudine per le persone incredibili che mi hanno sostenuto in questo viaggio. Non riesco a esprimere quanto sia straordinario amare finalmente chi sono, abbastanza per apprezzare il mio vero io. Sono stato continuamente ispirato da così tanti nella comunità trans. Grazie per il vostro coraggio, la vostra generosità e il lavoro incessante per rendere questo mondo un luogo più inclusivo e compassionevole. Offrirò tutto il supporto possibile e continuerò a lottare per una società più amorevole ed equa.

Chiedo anche pazienza. La mia gioia è reale, ma è anche fragile. La verità è che, nonostante mi senta profondamente felice in questo momento e sappia quanti privilegi ho, ho anche paura. Ho paura dell’invasività, dell’odio, degli “scherzi” e della violenza. Per essere chiari, non sto cercando di smorzare un momento gioioso e che celebro, ma voglio affrontare il quadro completo. Le statistiche sono sbalorditive. La discriminazione nei confronti delle persone trans è diffusa, insidiosa e crudele, con conseguenze orribili. Solo nel 2020, è stato riferito che sono state uccise almeno 40 persone transgender, la maggior parte delle quali erano donne trans nere e latinx.

Ai leader politici che lavorano per criminalizzare l’assistenza sanitaria trans e negare il nostro diritto di esistere, e a tutti quelli che con una piattaforma enorme continuano a vomitare ostilità verso la comunità trans: avete sangue sulle mani. Scatenate una furia di rabbia vile e umiliante, che si abbatte sulle spalle della comunità trans, una comunità in cui il 40% degli adulti trans riferisce di aver tentato il suicidio. Quando è troppo, è troppo. Non state venendo “cancellati”, state ferendo le persone. Sono una di quelle persone e non resteremo in silenzio di fronte ai vostri attacchi.

Amo il fatto di essere trans. E amo il fatto di essere queer. E più mi avvicino al mio vero io, più riesco a sognare, più il mio cuore cresce e più mi sviluppo. A tutte le persone trans, che affrontano ogni giorno molestie, disgusto di sé, abusi e la minaccia di violenza: vi vedo, vi voglio bene e farò tutto ciò che è in mio potere per cambiare in meglio questo mondo.

Grazie per aver letto questo.

Con tutto il mio amore,
Elliot

Marco Paiano

Marco Paiano