Emmy 2020 Creative Arts: la lista completa di tutti i vincitori

Emmy 2020 Creative Arts: la lista completa di tutti i vincitori

In attesa dell’assegnazione degli attesissimi Emmy 2020 (qui tutti i dettagli per seguire l’evento in diretta), possiamo già analizzare i premi della sezione Creative Arts, che sono già stati assegnati nei giorni scorsi. Si tratta prevalentemente di premi riservati a categorie tecniche molto specifiche, che meritano comunque il giusto riconoscimento per il lavoro svolto e forniscono qualche indicazione sulle preferenze dei giurati della manifestazione. Di seguito, l’elenco completo dei vincitori.

Emmy 2020 Creative Arts: tutti i vincitori

The Last Dance
The Last Dance, fra I premiati

Emmy 2020 Creative Arts per i programmi

  • Miglior film per la TV: Bad Education (HBO)
  • Miglior reality show strutturato: Queer Eye (Netflix)
  • Miglior reality show non strutturato: Cheer (Netflix)
  • Emmy 2020 per meriti eccezionali nel cinema documentario: The Cave (Nat Geo)
  • Emmy 2020 al miglior programma o speciale informativo: Leah Remini: Scientology and the Aftermath (A&E)
  • Miglior serie documentario o programma non-fiction: The Last Dance (ESPN)
  • Miglior speciale documentario o non-fiction: The Apollo (HBO)
  • Miglior varietà a sketch: Saturday Night Live (NBC)
  • Miglior speciale varietà (live): Live in Front of a Studio Audience: All in the Family e Good Times (ABC)
  • Miglior speciale varietà (registrato): Dave Chappelle: Sticks & Stones (Netflix)
  • Miglior programma animato: Rick and Morty (Episodio: The Vat of Acid Episode) (Adult Swim)
  • Miglior programma di cortometraggi animati: I perché di Forky (Disney+)
  • Miglior programma per bambini: Dark Crystal – La resistenza (Netflix)
  • Miglior serie di cortometraggi reality o non-fiction: National Geographic Presents Cosmos: Creating Possible Worlds (Nat Geo)
  • Miglior serie di cortometraggi comici o drammatici: Better Call Saul Employee Training: Legal Ethics with Kim Wexler (AMC.com)
  • Miglior serie di cortometraggi varietà: Carpool Karaoke (Apple TV+)

Emmy 2020 Creative Arts per la recitazione

  • Miglior attore ospite in una serie comica: Eddie Murphy come presentatore in Saturday Night Live (Episodio: Host: Eddie Murphy) (NBC)
  • Migliore attrice ospite in una serie comica: Maya Rudolph come Kamala Harris in Saturday Night Live (Episodio: Host: Eddie Murphy) (NBC)
  • Miglior attore ospite in una serie drammatica: Ron Cephas Jones come William Hill in This Is Us (Episodio: After the Fire) (NBC)
  • Migliore attrice ospite in una serie drammatica: Cherry Jones come Nan Pierce in Succession (Episodio: Tern Haven) (HBO)
  • Migliore performance di doppiaggio di un personaggio: Maya Rudolph come Connie Mostro degli Ormoni Femmina in Big Mouth (Episodio: How to Have an Orgasm) (Netflix)
  • Emmy 2020 per la miglior voce narrante: David Attenborough in Seven Worlds, One Planet (Episodio: Antarctica) (BBC America)
  • Miglior attore in una serie cortometraggio comica o drammatica: Laurence Fishburne come Lt. Steven Poincy in #FreeRayshawn (Quibi)
  • Migliore attrice in una serie cortometraggio comica o drammatica: Jasmine Cephas Jones come Tyisha in #FreeRayshawn (Quibi)
  • Miglior traguardo individuale nell’animazione: ArcherJill Dykxhoorn (lead background artist) (Episodio: Road Trip) (FX), Cosmos: Possible WorldsDan MacKenzie (character animator) (Episodio: Vavilov) (Nat Geo), Genndy Tartakovsky’s PrimalGenndy Tartakovsky (storyboard artist) (Episodio: Spear and Fang) (Adult Swim)

Emmy 2020 Creative Arts per il casting

  • Miglior casting per una serie comica: Schitt’s Creek (Pop TV)
  • Miglior casting per una serie drammatica: Succession (HBO)
  • Miglior casting per una miniserie, film per la TV o speciale: Watchmen (HBO)
  • Miglior casting per un reality: RuPaul’s Drag Race (VH1)

Emmy 2020 Creative Arts per la coreografia

  • Migliore coreografia per un varietà o per un reality: Al Blackstone for So You Think You Can Dance (Fox)
  • Migliore coreografia per un programma televisivo: Mandy Moore per Zoey’s Extraordinary Playlist (Routines: All I Do Is Win / I’ve Got the Music in Me / Crazy) (NBC)

Emmy 2020 Creative Arts per la fotografia

  • Migliore fotografia per una serie multi-camera: The Ranch​ – Donald A. Morgan (Episodio: It Ain’t My Fault) (Netflix)
  • Migliore fotografia per una serie camera singola (mezz’ora): The MandalorianGreig Fraser e Baz Idoine (Episodio: Chapter 7: The Reckoning) (Disney+)
  • Migliore fotografia per una serie camera singola (un’ora): La fantastica signora MaiselM. David Mullen (Episodio: It’s Comedy or Cabbage) (Prime Video)
  • Migliore fotografia per una miniserie o film TV: Watchmen​ – Gregory Middleton (Episodio: This Extraordinary Being) (HBO)
  • Migliore fotografia per un reality: Life Below Zero (Episodio: The New World) (Nat Geo)
  • Migliore fotografia per un programma non-fiction: The CaveMuhammed Khair Al Shami, Ammar Suleiman e Mohammed Eyad (Nat Geo)

Pubblicità

  • Emmy 2020 per la migliore pubblicità: Back-to-School Essentials (Sandy Hook Promise)

Emmy 2020 Creative Arts per i costumi

  • Migliori costumi per una serie d’epoca: The Crown​ (Episodio: Cri de Coeur) (Netflix)
  • Migliori costumi per una serie fantasy/sci-fi: Watchmen (Episodio: It’s Summer and We’re Running Out of Ice) (HBO)
  • Migliori costumi per una serie contemporanea: Schitt’s Creek (Episodio: Happy Ending) (Pop TV)
  • Migliori costumi per un varietà, reality o programma non-fiction: The Masked Singer (Episodio: The Season Kick-Off Mask-Off: Group A) (Fox)

Emmy 2020 Creative Arts per la regia

  • Miglior regia per un documentario o programma non-fiction: Steven Bognar e Julia Reichert per American Factory (Netflix)
  • Miglior regia per una serie varietà: Saturday Night Live (Episodio: Host: Eddie Murphy), diretto da Don Roy King (NBC)
  • Miglior regia per uno speciale varietà: Dave Chappelle: Sticks & Stones, diretto da Stan Lathan (Netflix)
  • Miglior regia per un reality: Greg Whiteley per Cheer (Episodio: Daytona) (Netflix)

Acconciature

  • Emmy 2020 per le migliori acconciature per una serie contemporanea: Black-ish (Episodio: Hair Day) (ABC)
  • Migliori acconciature per una serie storica: Hollywood (Episodio: A Hollywood Ending) (Netflix)
  • Migliori acconciature per un reality, varietà o programma non-fiction: RuPaul’s Drag Race (Episodio: I’m That Bitch) (VH1)

Presentatori

  • Miglior presentatore per un reality o competizione: RuPaul per RuPaul’s Drag Race (VH1)

Media interattivi

  • Emmy 2020 per il miglior programma interattivo originale: The Messy Truth VR Experience (Oculus)
  • Miglior programma interattivo non originale: Big Mouth Guide to Life (Netflix)
  • Migliore estensione interattiva per un programma lineare: Mr. Robot: Season_4.0 ARG (USA Network)
  • Migliore innovazione in un programma interattivo: Create TogetherSam Wasserman, Joseph Gordon-Levitt (YouTube) e The LineRicardo Laganaro, Ricardo Justus, Edouard de Montmort (Oculus)

Luci

  • Migliore design e direzione delle luci per una serie varietà: Saturday Night Live (Episodio: Host: John Mulaney) (NBC)
  • Migliore design e direzione delle luci per uno speciale di varietà: Super Bowl LIV Halftime Show Starring Jennifer Lopez and Shakira (Fox)

Titoli

  • Emmy 2020 per i migliori titoli di testa: Godfather of Harlem (Epix)

Trucco

  • Miglior trucco per una serie contemporanea: Euphoria (Episodio: And Salt the Earth Behind You) (HBO)
  • Miglior trucco per una serie e/o personaggio d’epoca: La fantastica signora Maisel (Episodio: It’s Comedy or Cabbage) (Prime Video)
  • Miglior trucco per un varietà, reality o programma non-fiction: RuPaul’s Drag Race (Episodio: I’m That Bitch) (VH1)
  • Miglior trucco per una serie, miniserie, film Tv o speciale: Star Trek: Picard (Episodio: Absolute Candor) (CBS All Access)

Motion Design

  • Emmy 2020 per il miglior motion design: Inside Bill’s Brain: Decoding Bill GatesLeanne Dare, Eben McCue, Sebastian Hoppe-Fuentes, David Navas (Netflix)

Musica

  • Emmy 2020 per la migliore musica di una serie: Ludwig Göransson per The Mandalorian (Episodio: Chapter 8: Redemption) (Disney+)
  • Migliore musica per una miniserie, film per la TV o speciale televisivo: Trent Reznor e Atticus Ross per Watchmen (Episodio: It’s Summer and We’re Running Out of Ice) (HBO)
  • Migliore musica per una serie documentario: Laura Karpman per Why We Hate (Episodio: Tools & Tactics) (Discovery Channel)
  • Miglior direzione musicale: Rickey Minor per The Kennedy Center Honors (CBS)
  • Migliore musica dei titoli di testa: Nathan Barr per Hollywood (Netflix)
  • Migliore musica e testo: Euphoria (Episodio: And Salt the Earth Behind You) (Canzone: All for Us) (HBO)
  • Migliore supervisione musicale: Robin Urdang, Amy Sherman-Palladino e Daniel Palladino per La fantastica signora Maisel (Episodio: It’s Comedy or Cabbage) (Prime Video)

Picture Editing

  • Emmy 2020 per il miglior Picture Editing per una serie drammatica camera singola: Succession – Bill Henry e Venya Bruk (Episodio: This Is Not for Tears) (HBO)
  • Miglior Picture Editing per una commedia camera singola: InsecureNena Erb e Lynarion Hubbard (Episodio: Lowkey Trying) (HBO)
  • Miglior Picture Editing per una commedia multi-camera: Giorno per giornoCheryl Campsmith (Episodio: Boundaries) (Pop TV)
  • Miglior Picture Editing per una miniserie o film TV: WatchmenHenk Van Eeghen (Episodio: A God Walks into Abar) (HBO)
  • Miglior Picture Editing per un programma varietà: Last Week Tonight with John OliverRyan Barger (Segmento: Eat Sh!t, Bob!) (HBO)
  • Miglior Picture Editing per un programma non-fiction: Apollo 11Todd Douglas Miller (CNN)
  • Miglior Picture Editing per un reality strutturato o per una competizione: RuPaul’s Drag RaceJamie Martin, Michael Roha, Paul Cross, Michael Lynn Deis e Ryan Mallick (Episodio: I’m That Bitch) (VH1)
  • Miglior Picture Editing per un reality non strutturato: Cheer (Episodio: God Blessed Texas) (Netflix)

Production Design

  • Emmy 2020 per il miglior Production Design per un programma di narrativa contemporanea (un’ora o più): The Handmaid’s Tale (Episodio: Household) (Hulu)
  • Emmy 2020 per il miglior Production Design per un programma di narrativa storica o fantasy (un’ora o più): The Crown (Episodio: Aberfan) (Netflix)
  • Emmy 2020 per il miglior Production Design per un programma di narrativa (mezz’ora o meno): The Mandalorian (Episodio: Chapter 1: The Mandalorian) (Disney+)
  • Emmy 2020 per il miglior Production Design per un varietà, reality o competizione: Saturday Night Live (Episodi: Host: Eddie Murphy, Host: John Mulaney) (NBC)
  • Emmy 2020 per il miglior speciale di varietà: The Oscars (ABC)

Sonoro

  • Emmy 2020 per il sound editing di una serie commedia o dramma (un’ora): Stranger Things (Episodio: Chapter Eight: The Battle of Starcourt) (Netflix)
  • Sound editing di una serie commedia o dramma (mezz’ora): The Mandalorian (Episodio: Chapter 1: The Mandalorian) (Disney+)
  • Sound editing di una miniserie, film per la TV o speciale: Watchmen (Episodio: This Extraordinary Being) (HBO)
  • Sound editing di un reality o di un programma non-fiction: Apollo 11 (CNN)
  • Sound mixing di una serie commedia o dramma (un’ora): La fantastica signora Maisel (Episodio: A Jewish Girl Walks Into the Apollo...) (Prime Video)
  • Sound mixing di una miniserie o film per la TV: Watchmen (Episodio: This Extraordinary Being) (HBO)
  • Sound mixing di una serie commedia o dramma (mezz’ora): The Mandalorian (Episodio: Chapter 2: The Child) (Disney+)
  • Sound mixing per una serie varietà o speciale: The Oscars (ABC)
  • Sound mixing di un reality o di un programma non-fiction: Apollo 11 (CNN)

Effetti visivi

  • Emmy 2020 per i migliori effetti visivi: The Mandalorian (Episodio: Chapter 2: The Child) (Disney+)
  • Migliori effetti visivi in ruoli di supporto: Vikings (Episodio: The Best Laid Plans) (History)

Coordinamento Stunt

  • Emmy 2020 per il coordinamento stunt di una serie commedia o varietà: Shameless (Showtime)
  • Coordinamento stunt di una serie drammatica, per una serie o per un film TV: The Mandalorian (Disney+)

Direzione tecnica

  • Emmy 2020 per la migliore direzione tecnica di una serie: Last Week Tonight with John Oliver (Episodio: Episode 629) (HBO)
  • Migliore direzione tecnica di uno speciale: Live in Front of a Studio Audience: All in the Family e Good Times (ABC)

Scrittura

  • Emmy 2020 per la migliore scrittura di un programma non-fiction: Giù le mani dai gatti: caccia a un killer online (Episodio: Closing the Net) (Netflix)
  • Migliore scrittura per una serie varietà: Last Week Tonight with John Oliver (HBO)
  • Migliore scrittura per uno speciale di varietà: Dave Chappelle: Sticks & Stones, scritto da Dave Chappelle (Netflix)

Marco Paiano

Marco Paiano

Fondatore di Lost in Cinema e collaboratore per N3rdcore. Amo il cinema in ogni sua forma, anche quelle meno riuscite. La prendo come viene.