Enrique Irazoqui è morto: fu Gesù ne Il vangelo secondo Matteo

Enrique Irazoqui è morto: fu Gesù ne Il vangelo secondo Matteo

Ci lascia un altro pezzo di storia del cinema. Nella notte, è morto a 76 anni in un ospedale di Barcellona Enrique Irazoqui, celebre attore, scacchista e accademico spagnolo. La sua interpretazione più nota sul grande schermo è indubbiamente quella di Gesù Cristo ne Il vangelo secondo Matteo, capolavoro di Pier Paolo Pasolini. A dare la notizia è Cinematografo.it. L’attore, malato di cancro, aveva condiviso pochi giorni fa sulla sua pagina Facebook il suo stato di salute, con l’ironia che lo contraddistingueva.

Addio a Enrique Irazoqui
Il vangelo secondo Matteo

Nato a Barcellona il 5 luglio 1944, da padre spagnolo e madre italiana, Enrique Irazoqui cresce in ambienti borghesi, sviluppando fin da giovanissimo idee comuniste e antifranchiste. Arrivato in Italia nel 1964  per cercare appoggio per la sua lotta contro il regime, Irazoqui conosce Pier Paolo Pasolini, che, affascinato dalla sua figura, gli propone la parte di Gesù Cristo ne Il Vangelo secondo Matteo. Restio ad accettare la parte per via della sua ideologia, Irazoqui decide infine di accettarla solo per i soldi con cui sostenere la propria causa.

La sua interpretazione, che si avvale del doppiaggio di Enrico Maria Salerno, lascia un segno indelebile nella storia del cinema, dando vita a un’interpretazione di Gesù antidogmatica, che ha ispirato molti registi successivi, fra cui Martin Scorsese, che dichiarò a La civiltà cattolica: «Il miglior film su Cristo, per me, è Il Vangelo secondo Matteo, di Pasolini. Quando ero giovane, volevo fare una versione contemporanea della storia di Cristo ambientata nelle case popolari e per le strade del centro di New York. Ma quando ho visto il film di Pasolini, ho capito che quel film era già stato fatto».

La parte gli provoca prevedibili problemi da parte del regime, che lo accusa di aver partecipato a un film di propaganda comunista. Enrique Irazoqui si trasferisce quindi prima in Francia, poi negli Stati Uniti. Mentre la sua carriera di attore si interrompe, Irazoqui ottiene successi in altri campi. Nel giro di pochi anni, si laurea in economia e letteratura spagnola. Inizia anche a esercitare quest’ultima materia come professore, nelle università statunitensi. Grande appassionato di scacchi, si esercita con profitto nel gioco, arrivando anche a sconfiggere il celebre Marcel Duchamp. Nel 2011, riceve la cittadinanza onoraria di Matera, sede delle riprese de Il Vangelo secondo Matteo.

 

Marco Paiano

Marco Paiano

Fondatore di Lost in Cinema e collaboratore per N3rdcore. Amo il cinema in ogni sua forma, anche quelle meno riuscite. La prendo come viene.