James Bond: secondo Esquire, il migliore è Roger Moore

James Bond: secondo Esquire, il migliore è Roger Moore

Con le riprese del prossimo film della saga dell’agente 007 alle porte, è pressoché inevitabile ripensare al passato di James Bond e lanciarsi in paragoni fra passato e presente. Fra le varie elucubrazioni, una delle più gettonate è senza ombra di dubbio la comparazione fra i sei attori che hanno interpretato James Bond in quasi 60 anni di storia della serie. Sul tema, è intervenuta l’autorevole rivista statunitense Esquire, che si è espressa in maniera decisamente sorprendente.

A occupare la prima posizione nella classifica di questa testata è infatti Roger Moore, che è anche l’attore ad aver interpretato per più volte (ben sette) l’agente 007. Esquire giustifica questa scelta rilevando che il Bond di Moore è probabilmente quello più lontano dalla visione del papà letterario dell’agente 007 Ian Fleming, e che questa interpretazione ha portato leggerezza e in certi casi assurdità al personaggio, sposandosi perfettamente con il clima degli anni ’70.

La classifica di Esquire dei migliori James Bond di sempre
James Bond

La seconda posizione della classifica di Esquire è appannaggio dell’attuale interprete di James Bond, ovvero Daniel Craig, che nell’imminente Bond 25 darà corpo e volto per la quinta volta all’agente 007. La testata rende merito all’attore di origini gallesi di aver dato vita a un Bond simile a quello immaginato da Fleming, grintoso e risoluto ma allo stesso tempo elegante, capace di rivitalizzare una saga che a metà degli anni 2000 mostrava segni di stanchezza.

Soltanto terzo posto per quello che secondo molti è l’essenza stessa di James Bond, ovvero il primo interprete del personaggio Sean Connery. Esquire riconosce comunque all’attore scozzese il merito di aver conferito al personaggio il suo proverbiale fascino, che rende i primi film di Bond ancora così gradevoli.

Scorrendo la classifica, al quarto posto troviamo Timothy Dalton, interprete di una versione più cupa e controversa del personaggio di James Bond, non adatta però a quel particolare momento storico, sociale e culturale, ovvero la seconda metà degli anni ’80.

Quinto posto per l’australiano George Lazenby, protagonista di un unico, ma da molti apprezzato, film della saga, ovvero Agente 007 – Al servizio segreto di Sua Maestà. Abbastanza per renderlo indelebile nella memoria dei fan, ma non sufficiente per garantirgli una delle prime posizioni della classifica.

Chiude la graduatoria di Esquire l’irlandese Pierce Brosnan, il cui ritratto dell’agente 007, esteso per quattro film a cavallo fra anni ’90 e 2000, è ritenuto troppo viscido e affossato dal product placement e da inefficaci effetti speciali.

Qual è il vostro James Bond preferito? Fatecelo sapere nei commenti.

Condividi sui social
  • 252
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marco Paiano

Fondatore di Lost in Cinema e collaboratore per Cinematographe - Film Is Now ed Empire Italia. Amo il cinema in ogni sua forma, anche quelle meno riuscite. La prendo come viene.