One Day at a Time: Netflix cancella ufficialmente la serie dopo tre stagioni

One Day at a Time: Netflix cancella ufficialmente la serie dopo tre stagioni

Continuano le dolorose cancellazioni in casa Netflix. Dopo Daredevil, The Punisher e Jessica Jones, solo per citare i casi più celebri, il colosso dello streaming ha infatti deciso di cancellare dopo solo tre stagioni One Day at a Time, reboot dell’omonima sitcom andata in onda dal 1975 al 1984, edita in Italia con il titolo Giorno per giorno. A confermare la decisione è stato il seguente tweet dell’account ufficiale Twitter di Netflix, dal quale traspare una certa difficoltà nella scelta.


One Day at a Time: ci sono speranze per un proseguimento della serie lontano da Netflix?
One Day at a Time

La decisione di cancellare One Day at a Time arriva solo cinque settimane dopo la pubblicazione della terza stagione, che, come tutto lo show, aveva ottenuto un riscontro positivo da parte della critica. Il Chief Content Officer di Netflix Ted Sarandos ha così commentato la decisione:

“È stato un grande onore lavorare con il leggendario Norman Lear. Ho parlato personalmente con Norman e con co-creatori Gloria Calderón Kellett e Mike Royce, per esprimere la mia gratitudine a loro, a tutti gli scrittori, alla troupe e al cast, tra cui la brillante Justina Machado e l’abbagliante Rita Moreno, per aver creato una serie con un tale umorismo, cuore e umanità. Questa è stata una decisione molto difficile e siamo grati a tutti i fan che hanno supportato la serie, ai nostri partner di Sony e a tutti i critici che l’hanno abbracciata. Anche se è deludente il fatto che molti spettatori non abbiano scoperto One Day at a Time, credo che la serie supererà la prova del tempo.”

Secondo quanto riportato da TVLine, Sony sarebbe comunque al lavoro per assicurare a One Day at a Time una prosecuzione in altri lidi. Non ci resta che aspettare i prossimi sviluppi per capire se potremo ancora godere di questo piccolo gioiello o se dovremo dire addio a Penelope Alvarez e alla sua bizzarra famiglia.

Condividi sui social
  • 34
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marco Paiano

Fondatore di Lost in Cinema e collaboratore per Cinematographe - Film Is Now ed Empire Italia. Amo il cinema in ogni sua forma, anche quelle meno riuscite. La prendo come viene.