News

Oscar 2019: l’Academy annuncia le shortlist di 9 categorie, manca Dogman

Pubblicato

il

Con una mossa a sorpresa, oggi l’Academy ha annunciato le shortlist di ben 9 categorie degli Oscar 2019, che anticipano le nomination ufficiali (che verranno annunciate il 22 gennaio) e la consegna dei premi più celebri del mondo del cinema, che avverrà invece nella notte fra il 24 e il 25 febbraio. Purtroppo per noi, il portabandiera dell’Italia nella corsa all’Oscar 2019 per il miglior film straniero, ovvero Dogman di Matteo Garrone, è stato escluso dalla corsa al premio, mentre Suspiria di Luca Guadagnino è ancora in gioco per 2 categorie. Fra le maggiori sorprese, ci sono sicuramente l’assenza dell’acclamato Girl dalla lista per l’Oscar al film straniero e la presenza di ben 3 film Marvel (Black Panther, Avengers: Infinity War e Ant-Man and the Wasp). Scelte che non fanno che confermare la tendenza da parte dell’Academy ad abbracciare maggiormente i gusti del pubblico rispetto al passato.

Oscar 2019: le shortlist di 9 categorie

Miglior cortometraggio documentario

  • Black Sheep
  • End Game
  • Lifeboat
  • Los Comandos
  • My Dead Dad’s Porno Tapes
  • A Night at the Garden
  • Period. End of Sentence.
  • ’63 Boycott
  • Women of the Gulag
  • Zion

Miglior cortometraggio animato

  • Age of Sail
  • Animal Behaviour
  • Bao
  • Bilby
  • Bird Karma
  • Late Afternoon
  • Lost & Found
  • One Small Step
  • Pépé le Morse
  • Weekends

Miglior cortometraggio in live-action

  • Caroline
  • Chuchotage
  • Detainment
  • Fauve
  • Icare
  • Marguerite
  • May Day
  • Mother
  • Skin
  • Wale

Miglior documentario

  • Charm City
  • Communion
  • Crime + Punishment
  • Dark Money
  • The Distant Barking of Dogs
  • Free Solo
  • Hale County This Morning, This Evening
  • Minding the Gap
  • Of Fathers and Sons
  • Sulle sue spalle
  • RBG
  • Shirkers
  • The Silence of Others
  • Three Identical Strangers
  • Won’t You Be My Neighbor?

Miglior trucco e acconciature

  • Black Panther
  • Bohemian Rhapsody
  • Border – Creature di Confine
  • Maria regina di Scozia
  • Stanlio e Ollio
  • Suspiria
  • Vice

Migliori effetti visivi

  • Ant-Man and the Wasp
  • Avengers: Infinity War
  • Black Panther
  • Vi presento Christopher Robin
  • First Man – Il primo uomo
  • Jurassic World – Il regno distrutto
  • Il ritorno di Mary Poppins
  • Ready Player One
  • Solo: A Star Wars Story
  • Benvenuti a Marwen

Miglior canzone originale

When A Cowboy Trades His Spurs For Wings (La ballata di Buster Scruggs)
Treasure (Beautiful Boy)
All the Stars (Black Panther)
Revelation (Boy Erased)
Girl In The Movies (Dumplin’)
We Won’t Move (The Hate U Give)
The Place Where Lost Things Go (Il ritorno di Mary Poppins)
Trip A Little Light Fantastic (Il ritorno di Mary Poppins)
Keep Reachin’ (Quincy)
I’ll Fight (RBG)
A Place Called Slaughter Race (Ralph Spacca Internet)
OYAHYTT (Sorry to Bother You)
Shallow (A Star Is Born)
Suspirium (Suspiria)
The Big Unknown (Widows – Eredità Criminale)

Miglior colonna sonora

  • Annientamento
  • Avengers: Infinity War
  • La ballata di Buster Scruggs
  • Black Panther
  • BlacKkKlansman
  • Crazy & Rich
  • Morto Stalin, se ne fa un altro
  • Animali fantastici – I crimini di Grindelwald
  • First Man – Il primo uomo
  • Se la strada potesse parlare
  • L’isola dei cani
  • Il ritorno di Mary Poppins
  • A Quiet Place – Un posto tranquillo
  • Ready Player One
  • Vice

Miglior film straniero

  • Birds of Passage (Colombia)
  • The Guilty (Danimarca)
  • Opera senza autore (Germania)
  • Un affare di famiglia (Giappone)
  • Ayka (Kazakistan)
  • Cafarnao (Libano)
  • Roma (Messico)
  • Cold War (Polonia)
  • Burning (Corea del Sud)

Non ci resta quindi che attendere il 22 gennaio per scoprire quali di questi film passeranno l’ulteriore selezione e conquisteranno l’agognata nomination agli Oscar 2019.

News

Bob Odenkirk: il protagonista di Better Call Saul è cosciente e fuori pericolo

Pubblicato

il

Netflix

Dopo un’intera giornata di tensione e preoccupazione, possiamo tirare un sospiro di sollievo a proposito Bob Odenkirk. Come vi abbiamo riportato qualche ora fa, l’attore statunitense era stato ricoverato d’urgenza dopo un malore sul set di Better Call Saul. Poco fa, TMZ ha riportato che Bob Odenkirk è cosciente e fuori pericolo in un ospedale di Albuquerque, città dove sono ambientate sia Breaking Bad che Better Call Saul. La testata americana riporta anche che l’attore ha avuto un problema cardiaco, e che durante le prime ore in ospedale si trovava in stato di incoscienza. Fortunatamente, la situazione ora sembra essersi stabilizzata.

I ringraziamenti di Bob Odenkirk

Bob Odenkirk

Dopo la notizia del suo malore, i fan hanno riversato sui social tutto il loro affetto nei confronti di Odenkirk. Parole che non sono passate inosservate, dal momento che lo stesso Odenkirk, attraverso il suo rappresentante, ha ringraziato tutti per il sostegno con questo messaggio:

Bob e la sua famiglia desiderano esprimere gratitudine per gli incredibili medici e infermieri che si stanno prendendo cura di lui, nonché per il cast, la troupe e i produttori che sono rimasti al suo fianco. Gli Odenkirk desiderano anche ringraziare tutti per le manifestazioni di affetto e chiedono di rispettare la loro privacy in questo momento, mentre Bob sta lavorando per la sua guarigione.

Poco dopo la notizia del malore di Odenkirk, il protagonista di Breaking Bad Bryan Cranston aveva omaggiato l’amico e collega con un post su Instagram in cui scriveva:

Oggi mi sono svegliato con una notizia che mi ha messo in ansia tutta la mattina. Il mio amico, Bob Odenkirk, è svenuto ieri sera sul set di Better Call Saul. È in ospedale ad Albuquerque e riceve le cure mediche di cui ha bisogno, ma le sue condizioni non sono ancora note al pubblico. Per favore, prendetevi un momento della vostra giornata per pensare a lui e inviargli pensieri positivi e preghiere, grazie.

Auguriamo quindi a Bob Odenkirk una pronta guarigione, con l’auspicio di rivederlo il più presto possibile in Better Call Saul e negli altri progetti che lo vedranno protagonista.

Continua a leggere

Home Video

Ammonite: arriva in home video il film con Kate Winslet e Saoirse Ronan

Pubblicato

il

Dopo aver saltato l’uscita in sala ed essere stato distribuito direttamente on demand, arriva finalmente anche in home video Ammonite – Sopra un’onda del mare (qui la nostra recensione), film di Francis Lee con protagoniste Kate Winslet e Saoirse Ronan che racconta la storia della paleontologa Mary Anning e della geologa Charlotte Murchison. Ammonite – Sopra un’onda del mare è disponibile da oggi solamente in formato DVD, distribuito da Eagle Pictures.

L’opera seconda di Francis Lee è ambientata nell’Inghilterra del 1840, in cui Mary Anning (Kate Winslet) è impegnata nella sua attività di ricerca, studio e vendita dei fossili, che compie lungo la costa della Cornovaglia. La sua vita dimessa e priva di emozioni extralavorative è improvvisamente scombussolata dall’arrivo nel suo studio del noto geologo Roderick Impey Murchison insieme alla moglie Charlotte (Saoirse Ronan). Ammirato dal lavoro di Mary, l’uomo le propone di prendersi cura della moglie, in profonda crisi interiore. Inizialmente, i diversi caratteri di Mary e Charlotte portano le due donne a scontrarsi. Con il passare dei giorni, nasce però un’amicizia sincera e complice, che si trasforma poi in qualcosa di più.

Quella che nasce fra Mary e Charlotte non è solamente passione, ma un legame salvifico che le porta a emanciparsi dalla prigione emotiva in cui vivono. La paleontologa comprende che si trova in una società e in un settore lavorativo classista e maschilista. Charlotte trova invece la forza di uscire dalla prigione dorata in cui la costringe il marito, che la considera degna solo del ruolo di madre, senza curarsi dei suoi desideri e delle sue aspirazioni. Nessuna di loro sarà mai più come prima.

Ammonite: il DVD di Eagle Pictures

Ammonite

L’edizione home video di Ammonite – Sopra un’onda del mare rende giustizia a un racconto metaforico e allo stesso tempo moderno, sintomatico delle disparità di genere nelle società di ogni epoca. Il video in formato 1.85:1, di notevole nitidezza, ci permette di cogliere dettagli e sfumature delle scenografie degli interni e degli spazi marittimi in cui si muovono le protagoniste. Due ambienti che sono anche simboli di stati d’animo contrapposti, che si confrontano costantemente. Notevole anche il comparto audio, con il sonoro (italiano, inglese e russo in Dolby Digital 5.1) che permette di cogliere pienamente i rumori ambientali dell’acqua, vero e proprio personaggio aggiuntivo del film.

Presenti anche due brevi ma importanti contenuti extra, cioè Il making of di Ammonite, ricco di interviste ai membri del cast, e I costumi del film, che si concentra invece su uno degli elementi più caratteristici dell’opera di Francis Lee. Importanti in questo senso sono soprattutto le parole delle protagoniste Kate Winslet e Saoirse Ronan, che raccontano il modo in cui si sono approcciate ai rispettivi personaggi e i segreti dietro alle loro eccellenti interpretazioni. In un periodo che per troppo tempo ci ha provato della gioia di assaporare un film sul grande schermo, il DVD di Ammonite – Sopra un’onda del mare è essenziale per gustare nel migliore modo possibile uno dei lavori che ha fatto più discutere nel corso dell’ultima annata, anche senza passaggio in sala.

Il DVD di Ammonite – Sopra un’onda del mare è già disponibile per l’acquisto su Amazon.

Continua a leggere

News

Bob Odenkirk in ospedale dopo un malore sul set di Better Call Saul

Pubblicato

il

Netflix

Ore di paura e preoccupazione per Bob Odenkirk. Secondo quanto riporta TMZ, il 58enne attore statunitense ha avuto un malore mentre si trovava impegnato sul set dell’ultima stagione di Better Call Saul in New Mexico. Immediatamente soccorso dalla troupe e dal resto del cast della serie, Bob Odenkirk è stato trasportato d’urgenza in ospedale, dove sta ancora ricevendo cure mediche. Per la testata americana, al momento non è ancora chiaro se durante il trasporto in ospedale l’attore fosse privo di conoscenza.

Paura e preoccupazione per Bob Odenkirk

Bob Odenkirk

La porta di ingresso sul mondo dello spettacolo per Bob Odenkirk è stato il Saturday Night Live, per cui ha lavorato come scrittore dal 1987 al 1991. Ha cominciato poi ad appassionarsi alla recitazione, quasi sempre in ruoli secondari. Dopo anni di gavetta fra cinema e televisione, la grande occasione per lui arriva quando Vince Gilligan lo scrittura per la parte dell’avvocato Saul Goodman di Breaking Bad, fondamentale per gli equilibri di una delle serie più amate di sempre. Il successo ottenuto con questa parte conduce alla creazione della serie prequel/spin-off Better Call Saul, la cui sesta e ultima stagione è attualmente in lavorazione. Poche settimane fa, l’attore statunitense è arrivato al cinema come protagonista di Io sono nessuno, un action figlio di John Wick ed estremamente godibile, per il quale l’attore si è cimentato in sequenze particolarmente impegnative dal punti di vista fisico e atletico.

Non mancheremo di aggiornarvi sulle condizioni di salute di Bob Odenkirk.

Continua a leggere
Pubblicità