The Last Dance: la serie sui Bulls di Michael Jordan dal 20 aprile su Netflix

The Last Dance: la serie sui Bulls di Michael Jordan dal 20 aprile su Netflix

Arriva un’ottima notizia per tutti gli abbonati Netflix appassionati di sport. A partire dal 20 aprile sarà infatti disponibile The Last Dance, diretta da Jason Hehir che racconterà l’esaltante marcia dei Chicago Bulls di Michael Jordan nel 1997/1998, che portò questa leggendaria squadra di basket a conquistare il suo sesto titolo NBA. La serie, prodotta da Mandalay Sports Media in collaborazione con NBA Entertainment e Jump 23, debutterà sulla celebre piattaforma di streaming con i primi due episodi, a cui se ne aggiungeranno altri due ogni lunedì, fino ad arrivare a un totale di 10. The Last Dance conterrà materiale inedito della stagione 1997-98, ottenuto grazie alla concessione di Michael Jordan, del proprietario dei Bulls Jerry Reinsdorf e del coach Phil Jackson, che acconsentirono a fare seguire la squadra da una troupe cinematografica per l’intera stagione.

The Last Dance: l’ultimo ballo dei Bulls di Jordan

La serie si farà strada lungo la turbolenta stagione 1997-98, con ampie parentesi sull’infanzia di Jordan e sulle condizioni dei Bulls prima dell’arrivo di questo fuoriclasse. Gli spettatori rivivranno anche i primi cinque campionati dei Bulls, attraverso le sfide, le lotte fuori dal campo e i trionfi di questo formidabile team. Questo scenario farà da sfondo alla lotta per il titolo del 1998, con ampi profili dei principali compagni di squadra di Jordan, tra cui Scottie Pippen, Dennis Rodman, Steve Kerr e l’allenatore Phil Jackson. Ci saranno ovviamente decine di interviste a rivali dei Bulls e a esperti di basket.

Questa la dichiarazione del regista Hehir:

Michael Jordan e i Bulls degli anni ’90 non erano solo superstar dello sport, ma un fenomeno mondiale. Realizzare The Last Dance è stata un’incredibile opportunità per esplorare l’impatto straordinario di un uomo e di una squadra. Per quasi tre anni, abbiamo fatto ricerche in lungo e in largo per raccontare la storia definitiva di una dinastia che definiva un’era del basket e per presentare questi eroi dello sport come essere umani. Spero che gli spettatori apprezzino la docu-serie tanto quanto noi ci siamo divertiti a realizzarla.

Marco Paiano

Marco Paiano

Fondatore di Lost in Cinema e collaboratore per N3rdcore. Amo il cinema in ogni sua forma, anche quelle meno riuscite. La prendo come viene.