Via col vento: HBO Max lo rimuove temporaneamente per razzismo

Via col vento: HBO Max lo rimuove temporaneamente per razzismo

Poche ore fa, la neonata piattaforma di streaming HBO Max ha sorprendentemente rimosso dal proprio catalogo Via col vento, capolavoro del 1939 di Victor Fleming, con protagonisti Clark GableVivien Leigh. La decisione è stata presa dopo un articolo del Los Angeles Times firmato da John Ridley, sceneggiatore di 12 anni schiavo. In questo articolo, Ridley accusa esplicitamente di razzismo l’opera di Fleming, chiedendone la rimozione (poi ottenuta) da HBO Max. Fra i passaggi più forti dell’articolo troviamo questo:

Via col vento, tuttavia, ha un problema tutto suo. Non solo non è all’altezza per quanto riguarda la rappresentazione. È un film che glorifica il sud prima della guerra. È un film che, quando non ignora gli orrori della schiavitù, fa una pausa solo per perpetuare alcuni degli stereotipi più dolorosi sulle persone di colore.

Via col vento tornerà su HBO Max

La rimozione di Via col vento da HBO Max è solo momentanea. Come riportato da Variety, un portavoce della compagnia ha spiegato che il film sarà messo nuovamente online, accompagnato da un’approfondita spiegazione sul contesto storico in cui è stato concepito. Questa la dichiarazione:

Via col vento è un prodotto del suo tempo e rappresenta alcuni dei pregiudizi etnici e razziali che, purtroppo, sono stati all’ordine del giorno nella società americana. Queste rappresentazioni razziste erano sbagliate allora e lo sono oggi, e abbiamo ritenuto che mantenere questo titolo senza una spiegazione e una denuncia di quelle rappresentazioni sarebbe stato irresponsabile. Queste rappresentazioni sono certamente in contrasto con i valori di WarnerMedia, quindi quando restituiremo il film a HBO Max, tornerà con una discussione sul suo contesto storico e una denuncia di quelle stesse rappresentazioni, ma sarà presentato come è stato originariamente creato, perché altrimenti sarebbe lo stesso che affermare che questi pregiudizi non sono mai esistiti. Se vogliamo creare un futuro più giusto, equo e inclusivo, dobbiamo prima riconoscere e comprendere la nostra storia.

Marco Paiano

Marco Paiano

Fondatore di Lost in Cinema e collaboratore per N3rdcore. Amo il cinema in ogni sua forma, anche quelle meno riuscite. La prendo come viene.