Visioni fantastiche Visioni fantastiche

News

Visioni fantastiche: a Ravenna un nuovo festival dedicato alle scuole

Pubblicato

il

Dopo il Nightmare Film Festival, diventato ormai un’istituzione della città, Ravenna si prepara ad accogliere un nuovo interessante festival cinematografico, chiamato Visioni fantastiche. La stessa Start Cinema, già organizzatrice del Nightmare, ha rivelato in una conferenza stampa tenutasi il 3 aprile i dettagli di questa nuova manifestazione, che avrà luogo dal 21 al 29 ottobre 2019, anticipata da un’anteprima il 5 ottobre, e sarà situata presso il Palazzo del Cinema e dei Congressi, in Largo Firenze 1 a Ravenna. Visioni fantastiche sarà un festival dedicato principalmente alle scuole, con i ragazzi degli istituti del comprensorio ravennate che parteciperanno attivamente alla manifestazione in qualità di spettatori, giurati e destinatari di laboratori e Master Class dedicati alla teoria e alla pratica della settima arte.

L’importanza sociale e didattica di Visioni fantastiche ha permesso alla manifestazione di essere inserita nel Piano Nazionale Cinema per la Scuola, promosso da MIUR e MIBAC. Il Comune di Ravenna ha inoltre concesso il patrocinio all’iniziativa, che potrà contare sulla collaborazione con importanti realtà come l’Alma Mater Studiorum Università di Bologna, la FICE – Federazione Italiana Cinema d’Essai, il Festival Letterario GialloLuna NeroNotte a l’A.S.C.I.G. – Associazione per gli scambi Culturali fra Italia e Giappone.

Visioni fantastiche: tanto cinema per i più giovani (e non solo)

Visioni fantastiche

Hanno partecipato alla conferenza stampa di presentazione di Visioni fantastiche Maria Martinelli (Responsabile comunicazione Start Cinema), Franco Calandrini (Direttore artistico della manifestazione), Agostina Melucci (Dirigente Ufficio X – Ambito Territoriale di Ravenna), Paola Di Natale (Responsabile laboratori della manifestazione), Maria Grazia Bartolini (Coordinatrice pedagogica UO Qualificazione Comune di Ravenna) e l’Assessora alla cultura del Comune di Ravenna Elsa Signorino, che ha portato i saluti dell’amministrazione comunale.

La manifestazione prevederà un Concorso Internazionale di corti e lungometraggi, che sarà suddiviso in cinque sezioni, corrispondenti ad altrettante fasce di età a cui apparterranno i giovani spettatori. Le cinque fasce di età in cui saranno divisi i cosiddetti Visionari sono 6+, 9+, 12+, 16+, e 18+, che supereranno dunque le tradizionali categorie del nostro sistema scolastico elementari, medie e superiori.

I giovani spettatori ricopriranno inoltre il ruolo di giurati, che li spingerà ad acquisire un pensiero critico nella fruizione delle opere cinematografiche. Agostina Melucci ha così sottolineato l’importanza didattica della settima arte: “A mio parere. il cinema ha sia un valore ricreativo, sia di formazione ed educazione. Lo scopo principale è quello di condurre ed educare il giudizio estetico. Bisogna fruire dei testi e interagire con loro, e in questo senso la fruizione consapevole, guidata da esperti, è importante per favorire il pensiero critico. Il cinema è un’esperienza di vita, di mondi realistici o magari fantastici, che però possono diventare realistici proprio in quanto fantastici. La TV e il computer chiudono, il cinema apre e fa viaggiare nello spazio e nel tempo”.

Visioni fantastiche: fra passato e futuro

Il concorso non sarà però l’unica attrattiva di Visioni fantastiche. Paola Di Natale si è soffermata sulle altre attività della manifestazione, ovvero i laboratori, le Master Class e gli spazi interattivi, che amplieranno l’offerta formativa e permetteranno ai giovani coinvolti nel festival di acquisire conoscenza sia sulla teoria sia sulla pratica del cinema. Maria Martinelli e il direttore artistico Franco Calandrini hanno poi sottolineato l’impegno da parte dell’organizzazione nel portare a Ravenna altri maestri dopo David Lynch (che ha visitato la città a novembre 2017) e nell’ampliare la platea di Visioni fantastiche, grazie ad attività parallele aperte a tutta la cittadinanza come le Anteprime Fantastiche, cioè la programmazione di pellicole in anteprima nazionale nelle serate del Festival, la sezione Omaggio ai maestri, che ospiterà retrospettive su grandi registi della storia del cinema, e gli incontri con il cast dei film in concorso e con gli ospiti della manifestazione.

Un motivo di vanto per l’intero festival è inoltre la sezione Special selection, che proporrà una selezione di contenuti provenienti da manifestazioni affini e si appoggerà al Kurtzfilmtage di Oberhausen, festival noto fra gli appassionati per aver ospitato nel 1962 la firma del manifesto del nuovo cinema tedesco da parte di celeberrimi registi come Werner Herzog, Wim Wenders, Rainer Werner Fassbinder ed Edgar Reitz.

La cultura al servizio dei più giovani

Ravenna e tutta la Romagna possono così contare su una nuova lodevole iniziativa in ambito cinematografico, che l’Assessora Elsa Signorino ha così omaggiato: “Questo festival ha un valore altamente educativo e serve a contrastare l’analfabetismo iconico. Un progetto che si inscrive in un obiettivo che noi coltiviamo come amministrazione, cioè avere in questa città un’offerta culturale ricca e rivolta ai più giovani, sia dal punto di vista della facilitazione dell’accesso ai servizi culturali che da quello della promozione. I nostri ragazzi non stanno solo in platea, salgono anche sul palco. Questo è un progetto ancora più interessante perché condiviso con molti partner, che permettono di moltiplicarne in modo esponenziale. Mi aspetto molto da Visioni fantastiche, perché so che c’è la possibilità di fare un salto di qualità”.

Pubblicità

In evidenza

MaXXXine arriverà il 21 agosto nelle sale italiane

Pubblicato

il

MaXXXine

Lucky Red e Universal Pictures International Italy annunciano la distribuzione e la data d’uscita di MaXXXine, film di Ti West con protagonista Mia Goth, terzo capitolo targato A24 della celebre trilogia horror d culto. Il film arriverà nelle sale cinematografiche il prossimo 21 agosto.

Dopo il primo X – A Sexy Horror Story e il prequel Pearl, lo scrittore, regista e montatore Ti West firma il capitolo finale di una trilogia che ha conquistato gli spettatori di tutto il mondo. Mia Goth torna ad interpretare la sensuale Maxine Minx, che a dieci anni di distanza dai sanguinosi avvenimenti del primo episodio, cerca ancora di inseguire il suo sogno di diventare un’attrice porno nella Hollywood degli anni ’80, ma la presenza di un serial killer in agguato rischia di svelare il suo oscuro passato. L’iconica protagonista è affiancata questa volta anche da un cast all-star: Elizabeth Debicki, Moses Sumney, Michelle Monaghan, Bobby Cannavale, Halsey, Lily Collins, Kevin Bacon e Giancarlo Esposito.

MaXXXine: Mia Goth torna per il terzo capitolo

MaXXXine

Prodotto sempre da A24, che nel cinema di genere ha realizzato, oltre ai due precedenti film della trilogia, anche Hereditary – le radici del male, Midsommar, The Witch e The Lighthouse, ed è reduce dal recente successo di Talk to me, MaXXXine promette di essere la degna conclusione, carica di emozioni forti, per tutti i fan della saga e per nuovi curiosi spettatori, ricreando le atmosfere vintage dell’America anni ’80, garantendo sangue, sesso e rinnovando l’omaggio ai film d’autore di genere (Hitchcock e Dario Argento solo per citarne alcuni).

Questa la sinossi ufficiale del fil,

Hollywood, anni ’80. Maxine Minx, star di film per adulti e aspirante attrice, riesce finalmente a trovare la sua grande occasione. Un misterioso assassino, però, sta dando la caccia alle stelle di Hollywood e questa scia di sangue rischia di rivelare il suo oscuro passato.

In Italia MaXXXine uscirà al cinema il 21 agosto distribuito da Lucky Red e Universal Pictures International Italy.

Continua a leggere

News

Quattro figlie: il trailer del film di Kaouther Ben Hania

Pubblicato

il

Quattro figlie

È online il trailer ufficiale di Quattro figlie, docu-film di Kaouther Ben Hania (La bella e le bestie, L’homme qui a vendu sa peau) candidato all’Oscar 2024 per il miglior documentario. Il film sarà distribuito in versione originale sottotitolata a partire dal 27 giugno. Un racconto al femminile, che vede al centro una madre e il rapporto con le sue figlie, incentrato sulla vicenda di Olfa Hamrouni, diventata molto nota in Tunisia. Questa la dichiarazione della regista:

A un programma radiofonico, ho sentito Olfa parlare della tragedia delle sue figlie. La sua storia mi ha intrigata e commossa. Anche in questo caso, si trattava della storia di una madre e delle sue quattro figlie adolescenti. Olfa mi ha affascinata fin da subito, in lei ho visto un personaggio potente per un film. Era l’incarnazione di una madre con tutte le sue contraddizioni, le sue ambiguità, i suoi punti problematici. La sua storia complessa e terribile mi ha perseguitata e ho voluto esplorarla.

Il trailer di Quattro figlie

Questa la sinossi ufficiale del film:

È una vita che oscilla tra luci e ombre, quella di Olfa, donna tunisina e madre di quattro figlie, un’esistenza spesso ribelle, ma inesorabilmente schiacciata dal peso della tradizione e della società. Un giorno, le sue due figlie maggiori spariscono. Per riempire quell’incomprensibile vuoto, la regista Kaouther Ben Hania invita due attrici professioniste a prendere il loro posto al fianco della donna e delle due figlie minori, per ripercorrere e mettere in scena – tra realtà e finzione – la storia della famiglia. Ne scaturisce un viaggio intimo e profondo pieno di speranza e sorpresa, un’opera emozionante e catartica, tragica ma anche inaspettatamente divertente, candidata all’Oscar 2024 per il Miglior documentario.

In conclusione, ecco il poster ufficiale del film, che arriverà nelle sale italiane il 27 giugno, distribuito da Arthouse in collaborazione con Unipol Biografilm Collection, in versione originale sottotitolata.

Quattro figlie
Continua a leggere

News

La morte è un problema dei vivi: trailer italiano del film di Teemu Nikki

Pubblicato

il

La morte è un problema dei vivi

Teemu Nikki (Euthanizer, Il cieco che non voleva vedere Titanic) torna sul grande schermo con una brillante commedia nera, che mette in scena in una Finlandia cinica, le conseguenze della ludopatia e le vicende di una bizzarra coppia di emarginati. Il film arriverà nelle sale italiane il 4 luglio ed è già disponibile il trailer ufficiale, che potete vedere qui sotto.

Il trailer ufficiale italiano de La morte è un problema dei vivi

I protagonisti del film sono Pekka Strang e Jari Virman, mentre le musiche originali sono del compositore Marco Biscarini (Volevo nascondermi, Lubo, Un giorno devi andare), alla sua prima collaborazione con il regista Teemu Nikki.

Questa la sinossi ufficiale del film:

A Risto e Arto tutto è andato storto. Il primo ha una dipendenza da gioco d’azzardo, un matrimonio sul punto di andare in pezzi e un’automobile con cui svolge servizio da becchino. Il secondo, da quando ha scoperto di essere nato con l’85% di cervello in meno rispetto alla media, si è trovato il vuoto intorno, abbandonato e insultato da amici, parenti e colleghi. Insieme, cercano maldestramente di trovare una soluzione alle loro esistenze; una ricerca su cui dovranno scommettere le loro stesse vite. Dal pluripremiato regista Teemu Nikki (Euthanizer, Il cieco che non voleva vedere Titanic), una commedia nera originale e commovente sull’amicizia e il perdono, sulle assurdità della vita e su come affrontarle giorno dopo giorno.

In conclusione, ecco il poster ufficiale de La morte è un problema dei vivi, che arriverà nelle sale italiane il 4 luglio, distribuito da I Wonder Pictures.

Continua a leggere
Pubblicità

    Copyright © 2024 Lost in Cinema.