Yaphet Kotto è morto: addio al protagonista di Vivi e lascia morire e Alien

Yaphet Kotto è morto: addio al protagonista di Vivi e lascia morire e Alien

All’età di 81 anni, è deceduto Yaphet Kotto, noto soprattutto per le sue prove in Agente 007 – Vivi e lascia morire, in cui interpreta il villain dottor Kananga, e in Alien, dove impersonò il capo-tecnico della Nostromo J.T. Parker. A dare la notizia, confermata poi a Variety dall’agente dell’attore Ryan Goldhar, è stata la moglie Tessie Sinahon, con un toccante post su Facebook, in cui si legge:

Sono rattristata e ancora scioccata per la scomparsa di Yaphet, mio marito da 24 anni. È morto la scorsa notte intorno alle 22:30, ora delle Filippine. Per me è molto doloroso dover dare questo annuncio a tutti i fan, gli amici e la famiglia di mio marito.

Avevamo ancora molti piani di cui abbiamo discusso, Tesoro. Avevi molte interviste in attesa e avevi offerte per film come G.I. Joe, uno con Tom Cruise e altri ancora. Avevi in programma di pubblicare il tuo libro e di costruire un’organizzazione religiosa basata sugli insegnamenti di Yogananda. Avevi interpretato un cattivo in alcuni dei tuoi film, ma per me sei un vero eroe e anche per molte altre persone. Un uomo buono, un buon padre, un buon marito e un essere umano dignitoso, molto raro da trovare.
Uno dei migliori attori di Hollywood, una leggenda. Riposa in pace Tesoro, mi mancherai ogni giorno. Sei il mio migliore amico, la mia roccia, ti ​​amo e sarai sempre nel mio cuore, fino a quando ci incontreremo di nuovo!

La carriera di Yaphet Kotto

Yaphet Kotto nasce a New York il 15 novembre 1939 e comincia a studiare recitazione già a 16 anni, presso l’Actors Mobile Theater Studio. A 19 anni, debutta con Otello e continua la sua carriera a Broadway. Nel 1964, debutta al cinema in Nothing But a Man. È l’inizio di una lunga e florida carriera nel mondo del cinema e della televisione. Nel giro di pochi anni, prende parte a Il caso Thomas Crown, Poker di sangue e a popolari serie come Bonanza e Hawaii Five-O. L’occasione della vita arriva nel 1973, quando interpreta il principale antagonista di James Bond in Agente 007 – Vivi e lascia morire, prima interpretazione di Roger Moore nei panni dell’iconico Agente 007. Il film, grazie anche alla theme song di Paul McCartney Live and Let Die e alla popolarità della blaxploitation, è un grande successo, e lancia definitivamente la carriera di Yaphet Kotto.

Dopo diverse apparizioni al cinema negli anni ’70, fra cui citiamo I leoni della guerra di Irvin Kershner e Tuta blu di Paul Schrader, prende parte ad Alien di Ridley Scott, scolpendo il suo nome nell’immaginario fantascientifico. La sua carriera non conosce soste, e nel corso degli anni ’80 lascia il segno in tanti progetti, come A-TeamAlfred Hitchcock presenta, L’implacabile e Prima di mezzanotte. Con il passare degli anni, le sue apparizioni al cinema e in televisione si diradano, ma riesce comunque a prendere parte a progetti importanti come Law & Order – I due volti della giustizia e The Wire. L’ultimo suo ruolo risale al 2008, in Witless Protection di Charles Robert Carner.

Yaphet Kotto lascia la moglie Tessie Sinahon e sei figli.Yaphet Kotto in Alien

Marco Paiano

Marco Paiano