Borat - Seguito di film cinema Borat - Seguito di film cinema

Prime Video

Borat – Seguito di film cinema: recensione del film con Sacha Baron Cohen

Pubblicato

il

A 14 anni di distanza dall’esordio sul grande schermo, Borat torna a seminare il panico negli Stati Uniti e a puntare i fari sui vizi e sulle contraddizioni degli americani, proprio alla vigilia delle più importanti elezioni presidenziali della storia recente. Lo fa ricorrendo nuovamente alla sua migliore arma, un umorismo dissacrante e politicamente scorretto che travolge tutto e tutti, adeguandosi però a una contemporaneità che impone maggiore attenzione a temi come il patriarcato, l’estremismo e ovviamente l’emergenza sanitaria in corso, che ha fatto da cornice agli ultimi mesi di riprese di questo Borat – Seguito di film cinema (Borat – Seguito di film cinema: consegna di portentosa bustarella a regime americano per beneficio di fu gloriosa nazione di Kazakistan il titolo completo), girato in gran segreto e annunciato al mondo solo poche settimane fa, prima dell’approdo in streaming su Amazon Prime Video.

Borat – Seguito di film cinema: Sacha Baron Cohen in incognito

Courtesy of Amazon Studios

Dopo il servizio giornalistico per il Kazakistan, trasformatosi in breve tempo in una (dis)avventura sul modo di vivere e pensare degli statunitensi e in una disperata ricerca amorosa di Pamela Anderson, e conclusosi con una lunga prigionia nei gulag, il Borat di Sacha Baron Cohen viene nuovamente inviato negli Stati Uniti, con lo scopo di guadagnarsi il rispetto dell’amministrazione Trump, attraverso il vice Mike Pence. Il piano è quello di regalare a Pence una vera e propria celebrità del Kazakistan, Johnny la scimmia. All’arrivo negli Stati Uniti, Borat scopre però che all’interno della cassa che trasportava il primate ci sono brandelli di carne e la figlia Tutar (una sorprendente Maria Bakalova), entrata di nascosto nel territorio americano per coronare il sogno di trovare un uomo che la faccia sentire amata come la protagonista della sua serie animata preferita Melania, basata proprio sulla First Lady.

Proprio Tutar è il punto di forza di Borat – Seguito di film cinema, nonché la decisione più saggia presa nello sviluppo del sequel, diretto da Jason Woliner. Come vediamo in alcune  riprese, Cohen deve fare i conti con un’inevitabile mancanza rispetto al capitolo precedente: l’effetto sorpresa. La maschera di Borat è riconoscibile, perciò Cohen deve puntare ancora di più sulle sue doti mimetiche, travestendosi da aristocratico, da redneck e addirittura dallo stesso Trump. La maggiore rigidità di Cohen, seppellito sotto chili di trucco, ha per conseguenza quella di dare maggiore risalto all’arco narrativo della figlia, alle prese con la scoperta della sua libertà di donna e con il desiderio di guadagnare l’amore paterno.

Il risultato è un racconto più scritto rispetto al predecessore, che riesce però a conservare genuinità grazie alle strabilianti doti interpretative dei due protagonisti, che emergono soprattutto negli agghiaccianti dialoghi con il peggio della società americana.

Borat – Seguito di film cinema: fra idiozia ed estremismo

Borat - Seguito di film cinema

Courtesy of Amazon Studios

Proprio nel confronto con le personalità più estreme, che avevano costituito la spina dorsale del primo capitolo, Borat trova paradossalmente a 14 anni di distanza un proprio punto debole, non del tutto inaspettato. La colpa non è certo di Sacha Baron Cohen e della sua fenomenale collega Maria Bakalova, che si cimentano anzi in sontuosi segmenti di pura improvvisazione, come il colloquio con un medico anti abortista, giocato sull’equivoco fra il giocattolo accidentalmente ingerito dalla ragazza e quella che il sanitario interpreta come una richiesta di aborto, e la convivenza fra Borat e due complottisti di estrema destra, per cui Cohen è rimasto nel personaggio per ben 5 giorni.

Il problema di Borat – Seguito di film cinema è che ciò che nel 2006 ci appariva assurdo, ridicolo, grottesco oggi è purtroppo una triste normalità. Sulla scia di ciò che aveva predetto Idiocracy, la stupidità è sdoganata, e scene come quella del raduno degli estremisti, in cui Borat canta una canzone dal testo irripetibile, o quella dell’influencer Macy Chanel che indottrina Tutar sul rapporto con gli uomini, ci sono ormai familiari. Il meccanismo di Cohen è lo stesso: coprire di ridicolo Borat con lo scopo di coprire di ridicolo gli americani, solo in apparenza più civilizzati e aperti mentalmente rispetto a lui. Il risultato è però qualcosa che già sappiamo e che quindi ci colpisce con minore forza.

L’esempio più concreto in questo senso è l’intervista di Tutar a Rudolph Giuliani, diffusa a mezzo stampa ancora prima dell’uscita di Borat – Seguito di film cinema. Al di là della debole difesa di Giuliani in proposito, siamo talmente abituati al sopruso e alla molestia da non stupirci neanche nel vedere un potente politico che indirizza una giornalista in una stanza di albergo. L’assuefazione al male ci impedisce di reagire.

L’America ai tempi del COVID-19

Borat - Seguito di film cinema

Courtesy of Amazon Studios

Borat – Seguito di film cinema si contrappone a questa dilagante perfidia con qualche apertura rispetto al cinismo e all’ironia politicamente scorretta che contraddistinguono il sedicente giornalista kazako. A balzare all’occhio è indubbiamente l’evoluzione di Tutar, che, in un estremo quanto azzeccato parallelo con le attuali lotte per la parità di genere, apre gli occhi sulle grottesche costrizioni in cui è cresciuta e trova la strada per la propria affermazione personale e lavorativa, anche allontanandosi dalla figura paterna. Ma il momento più commovente è il dialogo fra Borat e la reduce dall’Olocausto Judith Dim Evans (scomparsa prima della distribuzione), per la quale Sacha Baron Cohen ha fatto uno strappo alla sua regola di non rivelare la natura del suo progetto alle persone coinvolte. Judith reagisce alle ormai proverbiali bestialità antisemite di Cohen (a sua volta ebreo) col dialogo, contrastando l’ignoranza con la comprensione, l’odio con l’amore.

Borat – Seguito di film cinema è la prima produzione americana a confrontarsi con il COVID-19. Oltre ai già menzionati dialoghi con gli estremisti, conditi dalle immancabili cospirazioni di Bill Gates e Big Pharma, si resta straniti nel vedere le mascherine, ormai fedeli compagne di vita, indossate in un’opera di finzione. La pandemia offre inoltre a Sacha Baron Cohen un tragico assist per la sequenza più riuscita dell’opera, che riesce a intersecare le origini del virus, le più gettonate teorie del complotto in proposito e il percorso dello stesso Borat, concedendo anche un esilarante cameo a Tom Hanks, una delle star hollywoodiane contagiate dal coronavirus. E per l’ennesima volta, Borat si trasforma da caricatura della realtà in chiave per interpretarla.

Overall
7.5/10

Verdetto

Borat torna con un seguito a distanza di 14 anni che ha un inevitabile difetto, cioè il progressivo degrado sociale che porta il personaggio di Sacha Baron Cohen a essere sempre meno ridicolo e sempre più tristemente realistico.

News

Road House: trailer e trama del film con Jake Gyllenhaal

Pubblicato

il

Road House

Il 21 marzo arriva su Prime Video Road House, film di Doug Liman (Mr. & Mrs. Smith, Edge of Tomorrow – Senza domani, Chaos Walking) con protagonisti Jake Gyllenhaal, Daniela Melchior e Billy Magnussen. Fanno inoltre parte del cast anche Jessica Williams, Joaquim de Almeida, Conor McGregor, Lukas Gage, Arturo Castro, B.K. Cannon, Beau Knapp, Darren Barnet, Dominique Columbus, Bob Menery, Catfish Jean, Kevin Carroll, Travis Van Winkle e Hannah Lanier. Il film è un remake de Il duro del Road House, film del 1989 di Rowdy Herrington con protagonisti Patrick Swayze, Kelly Lynch, Sam Elliott e Ben Gazzara. La sceneggiatura è di Anthony Bagarozzi e Charles Mondry. Diamo subito un’occhiata a quello che ci aspetta.

Jake Gyllenhaal nel trailer ufficiale italiano di Road House

Questa la sinossi ufficiale del film:

In questa rivisitazione super adrenalinica del cult degli anni ’80, l’ex combattente UFC Dalton (Jake Gyllenhaal) lavora come buttafuori in un roadhouse delle Florida Keys, per poi scoprire che quel paradiso non è affatto come sembra. Road House apre ufficialmente le sue porte il 21 marzo su Prime Video.

Di seguito, il poster ufficiale del film.

Prime Video offre ai clienti una ricca selezione di film, serie e contenuti sportivi, disponibili in streaming su centinaia di dispositivi compatibili. Fra questi, citiamo The Marvelous Mrs. Maisel, The Boys, Daisy Jones & The Six, AIRIl Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere, Citadel, Jack Ryan di Tom Clancy, Saltburn, Un matrimonio esplosivo, La guerra di domani, Reacher, L’estate nei tuoi occhi e Il principe cerca figlio.

Continua a leggere

News

Prime Video: tutte le uscite di febbraio 2024

Pubblicato

il

Prime Video uscite

Febbraio sarà un mese particolarmente ricco di nuove uscite per Prime Video. Gli abbonati potranno infatti contare su un notevole numero di novità di diversi generi, adatti a ogni tipologia di spettatore. Il 2 febbraio arriverà in catalogo, con tutti i suoi episodi, Mr. & Mrs. Smith, serie con Donald Glover e Maya Erskine basata sull’omonimo film con Brad Pitt e Angelina Jolie. Il 9 gennaio è invece il turno di Upgraded, commedia con Camila Mendes e Marisa Tomei.

Ma le novità di Prime Video non si fermano certo qui. Sono infatti in arrivo anche due progetti italiani particolarmente attesi. Il primo è Pensati sexy (12 febbraio), film di Michela Andreozzi con Diana Del Bufalo, Raoul Bova, Alessandro Tiberi, Angela Finocchiaro, Camilla Filippi, Jenny De Nucci, Fabrizio Colica e Valentina Nappi. Il 22 febbraio sarà invece il turno di LOL Talent Show: Chi fa ridere è dentro, in cui Elio, Katia Follesa e Angelo Pintus giudicheranno alcuni talenti comici. Da segnalare infine l’uscita di Giannis: The Marvelous Journey, emozionante docu-film dedicato alla vita e alla carriera della superstar dell’NBA Giannis Antetokounmpo. Di seguito, l’elenco completo delle uscite di febbraio 2024 su Prime Video.

Prime Video: l’elenco completo delle uscite di febbraio 2024

1 febbraio

  • Fast and Furious (film non originale)
  • 2 Fast 2 Furious (film non originale)
  • The Fast and the Furious: Tokyo Drift (film non originale)
  • Fast & Furious – Solo parti originali (film non originale)
  • Fast & Furious 5 (film non originale)
  • Fast & Furious 6 (film non originale)
  • Fast & Furious 7 (film non originale)
  • Fast & Furious 8 (film non originale)
  • La pantera rosa (film non originale)
  • La pantera rosa 2 (film non originale)
  • La vendetta della pantera rosa (film non originale)
  • La pantera rosa sfida l’ispettore Clouseau (film non originale)
  • La pantera rosa colpisce ancora (film non originale)
  • Cattivissimo me (film non originale)
  • Cattivissimo me 2 (film non originale)
  • Cattivissimo me 3 (film non originale)
  • Minions (film non originale)
  • I mercenari 2 (film non originale)
  • I mercenari 3 (film non originale)
  • Thelma & Louise (film non originale)
  • Naruto: Shippuden (serie non originale, stagione 4)

2 febbraio – Le uscite su Prime Video

  • Mr. & Mrs. Smith (serie originale, stagione 1)

4 febbraio

  • I Puffi (film non originale)
  • I Puffi: Viaggio nella foresta segreta (film non originale)
  • I Puffi 2 (film non originale)

9 febbraio – Le uscite su Prime Video

  • Upgraded (film originale)
  • The Underdogs (film originale)
  • Wolf Like Me (serie in esclusiva, stagione 2)
  • Dragon Ball Z: La vendetta divina (film non originale)
  • Dragon Ball Z: Il più forte del mondo (film non originale)
  • Dragon Ball (serie non originale, stagione 3)
  • Dragon Ball Z (serie non originale, stagione 3)

12 febbraio

  • Pensati Sexy (film originale)

16 febbraio

  • This Is Me…Now: A Love Story (film originale)
  • Land of Bad (film in esclusiva)

20 febbraio

22 febbraio – Le uscite su Prime Video

  • LOL Talent Show: Chi fa ridere è dentro (show originale, stagione 1)

23 febbraio – Le uscite su Prime Video

  • Giannis: The Marvelous Journey (docu-film originale)
  • The Second Best Hospital in the Galaxy (serie originale, stagione 1)

29 febbraio – Le uscite su Prime Video

  • Regina Rossa (serie originale, stagione 1)
  • Fairy Tail (serie non originale, stagione 8)

Film in scadenza

  • L’agenzia dei bugiardi (14 febbraio)
  • 1917 (22 febbraio)
  • Siccità (28 febbraio)
  • Il giorno sbagliato (29 febbraio)

Serie e show in scadenza

  • Lupin Zero (stagione 1, 17 febbraio)
  • Il Tenente Colombo (stagioni 1-7, 28 febbraio)
  • La verità sul caso Harry Quebert (stagione 1, 29 febbraio)
Continua a leggere

News

Prime Video: tutte le uscite di gennaio 2024

Pubblicato

il

Prime Video uscite

Diverse le nuove uscite che ci aspettano a gennaio su Prime Video, in grado di incontrare ogni tipologia di spettatori e spettatrici. Per quanto riguarda il cinema, spiccano in particolare Il Nemico, con Saoirse Ronan e Paul Mescal, e Gioco di ruolo, con protagonisti Kaley Cuoco, David Oyelowo e Bill Nighy. Spazio anche alle serie con Marry My Husband, produzione sudcoreana in bilico fra amore e vendetta, e l’italiana No Activity – Niente da segnalare, con Luca Zingaretti, Rocco Papaleo, Carla Signoris ed Emanuela Fanelli. Sempre dall’Italia arriva lo show Karaoke Night – Talenti Senza Vergogna, in cui Dargen D’Amico accompagna le sfrenate performance canore di celebrità come Claudia Gerini, Alessia Lanza, Francesca Manzini, Pierpaolo Spollon, Nicola Ventola, Lele Adani e Tommaso Zorzi. Di seguito, l’elenco completo delle uscite Prime Video di gennaio.

Prime Video: l’elenco completo delle uscite di gennaio 2024

Prime Video uscite
Credits: Reiner Bajo/Studiocanal

1 gennaio – Le nuove uscite su Prime Video

  • Marry My Husband (serie originale, stagione 1)
  • Minions 2: Come Gru diventa cattivissimo (film non originale)
  • G.I. Joe – La vendetta (film non originale)
  • West Side Story (film non originale)
  • Harry, ti presento Sally… (film non originale)
  • Jurassic World (film non originale)
  • Venom (film non originale)
  • Easy Girl (film non originale)
  • Whiplash (film non originale)
  • Tutte le cose che non sai di lui (film non originale)
  • Naruto: Shippuden (serie non originale, stagione 3)
  • I Cesaroni (serie non originale, stagioni 1-6)

2 gennaio

  • L’ordine del tempo (film non originale)

3 gennaio

  • Bang Bank (film Amazon Exclusive)

4 gennaio

  • Karaoke Night – Talenti Senza Vergogna (show originale, stagione 1)

5 gennaio – Le nuove uscite su Prime Video

  • James May: Our Man in India (show originale, stagione 3)
  • Il Nemico (film Amazon Original)
  • Insidious – La porta rossa (film non originale)

6 gennaio

  • The Marsh King’s Daughter (film non originale)

9 gennaio

  • Dragonball Z (serie non originale, stagione 2)

10 gennaio

  • Dobbiamo stare vicini (film Amazon Exclusive)

12 gennaio

  • Gioco di ruolo (film Amazon Original)

15 gennaio

  • The Forgiven (film non originale)

16 gennaio – Le nuove uscite su Prime Video

  • Gundam Ms 08th Team (serie non originale, stagione 1)
  • Gundam 0080: La guerra in tasca (serie non originale, stagione 1)

18 gennaio

  • No Activity – Niente da segnalare (serie originale, stagione 1)
  • Drag Den with Manila Luzon: Retribution (serie non originale)

19 gennaio – Le nuove uscite su Prime Video

  • Hazbin Hotel (serie originale, stagione 1)
  • Supercool – Strafigo per un giorno (film non originale)

23 gennaio – Le nuove uscite su Prime Video

  • Volevo un figlio maschio (film non originale)
  • Kevin James: Irregardless (film non originale)

26 gennaio

  • Expats (serie originale, stagione 1)
  • Killers of the Flower Moon (film non originale)

30 gennaio

  • L’ultima volta che siamo stati bambini (film non originale)
  • Fairy Tail (serie non originale, stagione 7)

Film in scadenza

  • Sausage Party – Vita segreta di una salsiccia (9 gennaio)
  • Venom – La furia di Carnage (15 gennaio)
  • Un mondo sotto social (22 gennaio)

Serie e show in scadenza

  • Mad Man (stagioni 1-7, 14 gennaio)
  • Love Bugs (stagione 1, 31 gennaio)
Continua a leggere
Pubblicità

    Copyright © 2024 Lost in Cinema.