Gaia Gaia

News

Gaia: recensione dell’eco-horror di Jaco Bouwer

Pubblicato

il

«La fine di Gaia non arriverà», cantava Caparezza qualche anno fa, sbertucciando complottisti e sostenitori delle profezie sul 21 dicembre 2012. La dea che personifica la Terra stessa è al centro anche della nuova opera del regista sudafricano Jaco Bouwer, decisamente meno rassicurante per toni e atmosfere e appena premiata con il Premio Asteroide del Trieste Science+Fiction Festival 2021. Ci troviamo infatti davanti a un eco-horror dal retrogusto biblico, che sfruttando la suggestiva cornice del parco nazionale Tsitsikamma in Sud Africa mette in scena un severo monito all’umanità, in cui convivono istanze ecologiste, fanatismo religioso e momenti di genuino orrore, esaltati da creature estremamente somiglianti ai celeberrimi clicker della serie videoludica The Last of Us.

Protagonista del racconto è la guardia forestale Gabi (Monique Rockman), che nel corso di un’attività di routine viene prima ferita a seguito dell’apparizione di misteriose creature, per poi trovarsi faccia a faccia con una minaccia che si diffonde attraverso delle comuni spore. Addentrandosi in un territorio sempre più pericoloso e sinistro, Gabi incontra Barend (Carel Nel) e Stefan (Alex van Dyk), padre e figlio che vivono un’esistenza allo stato brado, portando avanti una teoria secondo cui i danni prodotti dall’umanità hanno portato l’entità che identifichiamo come Dio a ribellarsi al genere umano, colpendolo con un virus che uccide le persone, trasformandole in organismi vegetali. Dalla contrapposizione fra modernità e natura incontaminata nasce un rapporto sempre più stretto fra Gabi e Stefan, sotto il severo sguardo di Barend, sempre più in balia delle sue estreme credenze.

Gaia: l’eco-horror di Jaco Bouwer che ha conquistato Trieste
Gaia

In un filone ecologista sempre più fitto, per ovvie ragioni, Gaia si distingue per un approccio decisamente radicale, che taglia fuori la componente più logica e razionale (non a caso Barend è un ex scienziato) per concentrarsi su un denso insieme di suggestioni, spunti onirici e momenti di notevole potenza visiva, derivanti in particolare dalla trasformazione dei corpi delle vittime del virus. Mentre veniamo travolti dal diluvio di parole deliranti di Barend, si fanno lentamente strada una natura austera e minacciosa, che dimostra ripetutamente di volersi disfare del più pericoloso di tutti i parassiti, e la spinta propulsiva della vita che, come ci ricorda Ian Malcolm in Jurassic Park, vince sempre, anche insinuandosi fra una ranger maniaca dei selfie e un ragazzo cresciuto dentro a una foresta.

Jaco Bouwer convince soprattutto nella gestione delle scene più cruente, trovando nella fotografia di Jorrie van der Walt una valida alleata per rappresentare una Gaia fredda a crudele. Il regista fatica di più nella gestione dei tanti spunti messi sul piatto dalla sceneggiatura di Tertius Kapp. A emergere è infatti più la metafora biblica (il parco nazionale come uno spaventoso giardino dell’Eden, la figura profetica di Barend, i toni apocalittici con cui esprime le proprie convinzioni, il tema del sacrificio) che la riflessione ecologista su cui si poggia l’intero racconto, paradossalmente più chiara ed efficace all’interno di un fast food che nei meravigliosi scenari sudafricani. Non aiuta in questo senso la sommaria caratterizzazione dei personaggi e in particolare di quelli provenienti dalla civiltà, il cui passato è liquidato frettolosamente e senza la minima enfasi.

Un’esperienza immersiva

Fra spunti onirici e passaggi ermetici, sprazzi di umanità e scariche di violenza, Gaia è un’esperienza immersiva e annichilente, a cui lasciarsi andare senza scendere a compromessi con la razionalità e con la necessità di avere risposte. Un’opera coraggiosa e ambiziosa, che con la sua ineluttabile cupezza rappresenta perfettamente lo stato d’animo di molte persone, ormai rassegnate a una vigorosa e inarrestabile reazione della natura alle nefandezze del genere umano.

Overall
6.5/10

Verdetto

Jaco Bouwer mette in scena un’opera dal notevole impatto visivo e ricca di spunti suggestivi, ma anche potenzialmente respingente per lo spettatore in cerca di opere più coese ed esplicative.

In evidenza

Netflix: tutte le nuove uscite di luglio 2024

Pubblicato

il

Netflix uscite

Anche per luglio, Netflix ha in serbo diverse nuove uscite per i propri abbonati. Fra i titoli più attesi c’è sicuramente Un piedipiatti a Beverly Hills: Axel F, quarto capitolo della saga con protagonista Eddie Murphy. In arrivo anche il nuovo film di Renato De Maria Svaniti nella notte, con protagonista Riccardo Scamarcio, e The Decameron, serie statunitense in otto episodi ambientata nella Firenze del 1348 e ispirata alle celeberrime novelle di Giovanni Boccaccio.

Da menzionare inoltre i ritorni delle serie Vikings: Valhalla (giunta alla terza stagione), Cobra Kai (in uscita la prima parte della sesta stagione) ed Elite, arrivata all’ottavo ciclo di episodi. Per quanto riguarda i documentari originali della piattaforma, fari puntati su The Man with 1000 Kids, miniserie che esplora il lato oscuro delle cliniche internazionali per la fertilità. Di seguito, l’elenco completo delle nuove uscite in arrivo a luglio su Netflix.

Netflix: l’elenco completo delle uscite di luglio 2024

Netflix uscite
Giulia Parmigiani/Netflix © 2024

1 luglio – Le nuove uscite di Netflix

  • Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo: Il mare dei mostri (film non originale)
  • The Rising of the Shield Hero (serie non originale, stagione 1)
  • La meglio gioventù (film non originale)
  • Io, noi e Gaber (film non originale)
  • I Croods 2 – Una nuova era (film non originale)
  • Ezio Bosso. Le cose che restano (film non originale)
  • Caccia all’uomo – Cesare Battisti, una vita in fuga (film non originale)

2 luglio

  • Bodies Bodies Bodies (film non originale)
  • SPRINT (serie originale, stagione 1)

3 luglio

  • Un piedipiatti a Beverly Hills: Axel F (film originale)
  • The Man with 1000 Kids (documentario originale)

4 luglio

  • Rhythm + Flow: Francia (reality show originale, stagione 3 episodi 1-4)

5 luglio – Le nuove uscite di Netflix

  • Fast & Furious 9 – The Fast Saga (film non originale)
  • L’immaginario (film originale)
  • Una parte di me (serie originale, stagione 1)
  • Goyo (film originale)
  • Gloria (serie non originale, stagione 1)

6 luglio

  • La ragazza della palude (film non originale)

9 luglio

  • M3GAN (film non originale)

10 luglio

  • Receiver (serie originale, stagione 1)

11 luglio – Le nuove uscite di Netflix

  • Rhythm + Flow: Francia (reality show originale, stagione 3 episodi 5-7)
  • Vikings: Valhalla (serie originale, stagione 3)
  • Svaniti nella notte (film originale)

12 luglio

  • Exploding Kittens (serie originale, stagione 1)

15 luglio

17 luglio

  • Simone Biles Rising: Verso le Olimpiadi (serie originale, stagione 1)

18 luglio

  • Rhythm + Flow: Francia (reality show originale, stagione 3 episodi 8-9)
  • Cobra Kai (serie originale, stagione 6 parte 1)

19 luglio – Le nuove uscite di Netflix

  • Sweet Home (serie originale, stagione 3)
  • Too Hot To Handle (reality show originale, stagione 6 episodi 1-4)
  • Find Me Falling – Un’isola dove innamorarsi (film originale)

21 luglio

  • Rhythm + Flow: Francia (reality show originale, stagione 3 episodio 10)
  • Babylon (film non originale)

22 luglio

  • L’immensità (film non originale)

25 luglio

  • The Decameron (serie originale, stagione 1)

26 luglio – Le nuove uscite di Netflix

  • Too Hot To Handle (reality show originale, stagione 6 episodi 5-7)
  • Elite (serie originale, stagione 8)
  • Il principe dei draghi (serie originale, stagione 6)
  • Come un gatto in tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto (film non originale)
Continua a leggere

Disney+

Disney+: tutte le uscite di luglio 2024

Pubblicato

il

Disney+ uscite

Anche per il mese di luglio, Disney+ ha in serbo diverse nuove uscite per i propri abbonati. Appuntamento al 12 luglio per Descendants: L’ascesa di Red, nuovo capitolo del franchise musical/fantastico. Ad accompagnare l’uscita del film, arriveranno in catalogo anche gli speciali Descendants: Sing-Along, Descendants 2: Sing-Along e Descendants 3: Sing-Along. Il 10 luglio saranno invece disponibili tutti gli episodi di Under the Bridge, serie originale di genere thriller con Riley Keough e Lily Gladstone, basata sul romanzo di Rebecca Godfrey.

Per gli appassionati di animazione, sono inoltre in arrivo la dodicesima stagione di Futurama, la diciannovesima di American Dad e la prima di Bluey Minisodes, brevi episodi di pochi minuti che esplorano ulteriormente i personaggi e il mondo di Bluey. Di seguito, l’elenco completo di tutto quello che vedremo a luglio su Disney+.

Disney+: l’elenco completo delle uscite di luglio

Uscite Disney+

3 luglio – Le uscite su Disney+

  • Bluey Minisodes (serie originale, stagione 1)
  • Non sono ancora morta (serie originale, stagione 2)
  • American Dad (serie non originale, stagione 19)

10 luglio

  • Under the Bridge (serie originale, stagione 1)

12 luglio – Le uscite su Disney+

  • Descendants: L’ascesa di Red (film originale)
  • Descendants: Sing-Along (speciale originale)
  • Descendants 2: Sing-Along (speciale originale)
  • Descendants 3: Sing-Along (speciale originale)

17 luglio

  • Will Trent (serie non originale, stagione 2)

24 luglio – Le uscite su Disney+

  • It’s Always Sunny in Philadelphia (serie non originale, stagioni 1-8)

29 luglio

  • Futurama (serie non originale, stagione 12)

31 luglio

  • It’s Always Sunny in Philadelphia (serie non originale, stagioni 9-16)

Continua a leggere

Apple TV+

La donna del lago: il trailer della miniserie Apple TV+ con Natalie Portman

Pubblicato

il

La donna del lago

È online il trailer de La donna del lago, nuova miniserie Apple TV+ in sette puntate interpretata dalla vincitrice dell’Oscar e del Golden Globe Natalie Portman e dalla candidata all’Emmy Moses Ingram. La miniserie thriller è creata e diretta da Alma Har’el (Honey Boy) e basata sull’omonimo bestseller del New York Times, firmato dalla scrittrice Laura Lippman. Oltre a Natalie Portman e Moses Ingram, il cast può contare su Y’lan Noel, Brett Gelman, Byron Bowers, Noah Jupe, Josiah Cross, Mikey Madison e Pruitt Taylor Vince.

Oltre a essere protagonista, Natalie Portman è anche produttrice esecutiva insieme a Sophie Mas. Nathan Ross e il compianto Jean-Marc Vallée sono invece accreditati come produttori esecutivi per conto di Crazyrose, mentre Julie Gardner è produttrice esecutiva per conto di Bad Wolf America. Anche Layne Eskridge, Amy Kaufman, Boaz Yakin e la scrittrice Laura Lippmann sono produttori esecutivi della miniserie. Diamo un’occhiata a quello che ci aspetta.

Il trailer de La donna del lago

Questa la sinossi ufficiale della miniserie:

Quando la scomparsa di una giovane ragazza sconvolge la città di Baltimora nel giorno del Ringraziamento del 1966, le vite di due donne convergono in una rotta di collisione fatale. Maddie Schwartz (Portman) è una casalinga ebrea che cerca di liberarsi di un passato segreto e di reinventarsi come giornalista investigativa; Cleo Sherwood (Ingram) è una madre che naviga nel ventre politico della Baltimora nera, mentre si danna per mantenere la sua famiglia. All’inizio le loro vite sembrano scorrere in parallelo, ma quando Maddie si incaponisce sulla misteriosa morte di Cleo, si apre un baratro che mette in pericolo tutti coloro che le circondano. Dalla visionaria regista Alma Har’el, La donna del lago si rivela un febbrile thriller dai toni noir e un inaspettato racconto del prezzo che le donne pagano per inseguire i loro sogni.

In conclusione, il poster ufficiale della miniserie, che debutterà su Apple TV+ il 19 luglio con i primi due episodi, seguiti da nuovi episodi ogni venerdì, fino al 23 agosto.

La donna del lago

Continua a leggere
Pubblicità

    Copyright © 2024 Lost in Cinema.