L'arte della truffa L'arte della truffa

Home Video

L’arte della truffa: recensione del film con Theo James ed Emily Ratajkowski

Pubblicato

il

L’arte di rubare, l’arte della truffa, è materia tutt’altro che assente nel cinema. È una materia che il cinema lo rinvigorisce, lo alimenta. La truffa e la rapina sono i soggetti che più si prestano per una narrazione filmica perché sono pura suspence, espedienti perfetti che continuano ad affascinare spettatori di tutto il mondo e che sanno come attirare l’attenzione. Nonostante negli ultimi anni si siano susseguiti numerosi esempi di rapine e truffe al cinema, a partire da Ocean’s Eleven a Le iene, rimangono un esempio di eccitazione, rigore, concitazione, che attraversano non solo le epoche ma anche i generi, dal noir al thriller, dalla commedia al dramma. 

Uno di questi è proprio L’arte della truffa (Lying and Stealing), film del 2019 diretto da Matt Aselton, con protagonisti Theo James e Emily Ratajkowski. Il protagonista è Ivan, un giovane ladro specializzato in opere d’arte. Ivan, a differenza di molti ladri, è più legato all’arte che all’arte della truffa: la sua unica necessità è saldare i debiti di gioco del padre. Ivan, infatti, ruba per conto di un boss del crimine, Dimitri Maropakis (Fred Melamed), che gli commissiona il furto dell’autoritratto di Adolf Hitler a un grande collezionista di cimeli di guerra nazisti. Durante uno dei suoi colpi Ivan conosce Elyse, un’attrice piena di debiti, con cui tenterà un ultimo e audace colpo. 

L’arte della truffa: il film con Theo James e Emily Ratajkowski

L'arte della truffa

L’arte della truffa non sa come rinnovare un genere che ha tra i suoi componenti prodotti di successo che hanno saputo a loro modo cambiare e dettare l’immaginario cinematografico, come le due pellicole già citate poc’anzi, oppure come Prova a prendermi, Il genio della truffa o American Hustle; nonostante i presupposti anche piuttosto interessanti, e le stesse vicende a cui assistiamo all’inizio, che ci conducono nella vita di un ladro d’arte – ed esperto d’arte – il cui desiderio è rivalersi dalla fosca eredità paterna, il lavoro di Matt Aselton non apre nuovi orizzonti tra le narrazioni del suo genere, consolidandosi all’interno di convenzioni e tropi narrativi. 

L’arte della truffa non gestisce in maniera coerente i suoi personaggi e le rispettive sottotrame: come il rapporto travagliato di Ivan con suo fratello, che sta lottando con problemi di dipendenza, o le interazioni tra Ivan e l’agente dell’FBI (Isiah Whitlock Jr.) che è sulle sue tracce, come anche il rapporto con Elyse che incarna l’archetipo della femme fatale, il cui ruolo non nutre la storia né da essa è resa rilevante. Tutte le relazioni che stringe Ivan non sono sufficientemente approfondite, vengono a malapena affrontate e messe sullo schermo con una certa superficialità; la narrazione in questo senso è piena di voragini che lasciano inabissare la trama, soprattutto nella seconda parte. 

Un heist movie a tinte noir che disillude le aspettative

L'arte della truffa

Con dei presupposti del genere è molto difficile empatizzare con il protagonista, tanto meno con i personaggi secondari, e diventa ancora più arduo seguire e farsi trascinare dalla tensione che dovrebbe caratterizzare la storia. L’arte della truffa è un’opera piena di potenziale inespresso e di personaggi che avrebbero dovuto essere molto più padroni e consapevoli delle rispettive relazioni, e non schiavi di una narrazione sottile che fa dubitare dell’effettiva rilevanza che la loro presenza assume. In più L’arte della truffa diventa sempre più dispersivo e confuso mentre passa dal primo al secondo atto, muovendosi dall’heist movie a tinte noir, in cui poter confidare, a una commedia senza sapore e senza alcuna direzione. 

L’arte della truffa è disponibile on demand e in home video, in un’edizione Blu-Ray distribuita da Blue Swan Entertainment.
 
 
Overall
5/10

Verdetto

Matt Aselton cerca di districarsi fra heist movie e noir, ma il risultato disattende le aspettative iniziali.

Pubblicità

Home Video

Eagle Pictures: le novità home video di marzo 2024

Pubblicato

il

Eagle Pictures

Marzo sarà un mese particolarmente ricco di uscite targate Eagle Pictures, in grado di accontentare tutti i gusti i cinefili. Cinecomic, classici, nuovi film di maestri del cinema e serie animate che hanno segnato l’infanzia di molti collezionisti di oggi: scopriamo insieme cosa ci aspetta.

The Marvels dal 6 marzo in home video grazie a Eagle Pictures

Dal 6 marzo sarà disponibile The Marvels di Nia DaCosta, edito nei formati DVD, Blu-Ray, 4K e in una esclusiva Steelbook, sempre in 4K. Per il sito Film&More è inoltre previsto un abbinamento esclusivo che riguarda il formato Steelbook 4K, contenente una card e gadget da collezione, fra cui il fumetto originale Marvel di 320 pagine Noi siamo The Marvels, edito da Panini Comics. In questo capitolo del Marvel Cinematic Universe, seguiamo un trio di supereroine capitanato dalla Carol Danvers di Brie Larson, in un mix di azione e umorismo.

Columbia Classics – Vol. 4 – 6 marzo

Il 6 marzo è in arrivo anche Columbia Classics – Vol.4, nuovo prezioso cofanetto da collezione che contiene sei indimenticabili titoli della Columbia Pictures completamente rimasterizzati in 4K Ultra HD. Il cofanetto è composto da 14 dischi (8 UHD e 6 BD) e contiene oltre 30 ore di contenuti speciali. I titoli proposti sono La signora del venerdì, Indovina chi viene a cena?, Kramer contro Kramer, Starman, Insonnia d’amore e Ubriaco d’amore.

Diabolik, chi sei? dal 14 marzo in home video grazie a Eagle Pictures

Eagle Pictures

Il 14 marzo arriva Diabolik, chi sei?, ultimo capitolo della trilogia dedicata al Re del terrore dei Manetti Bros. Il film sarà disponibile in DVD, Blu-ray e in un’edizione Combo con fumetto. Per il sito Film&More è inoltre disponibile un’edizione ricca di gadget: oltre al doppio disco Blu-ray e DVD, questa edizione esclusiva contiene infatti anche una card e spille da collezione, insieme a una copia del fumetto omonimo da cui il film è tratto. Diabolik, chi sei? ha per protagonisti Giacomo Gianniotti nei panni di Diabolik, Miriam Leone in quelli di Eva Kant, Valerio Mastandrea che interpreta l’Ispettore Ginko, insieme a Monica Bellucci, Carolina Crescentini e Paolo Calabresi.

Ferrari dal 21 marzo in home video grazie a Eagle Pictures

Eagle Pictures

Il 21 marzo Eagle Pictures propone Ferrari di Michael Mann, edito in DVD, Blu-ray, 4k e Steelbook sempre 4K, contenente 5 card esclusive da collezione. In questo biopic sul celebre ex pilota e costruttore delle auto più famose al mondo Enzo Ferrari, il protagonista è Adam Driver, supportato dalla straordinaria Penelope Cruz nel ruolo della moglie Laura Garello. Nel cast anche Shailene Woodley per la parte dell’amante Lina Lardi e Patrick Dempsey che veste i panni del pilota Piero Taruffi.

I cavalieri dello zodiaco – 21 marzo

Eagle Pictures

Sempre il 21 marzo arriva I cavalieri dello zodiaco di Kōzō Morishita e Kazuhito Kikuchi, disponibile in una nuova edizione da collezione a tiratura limitata nei formati DVD e per la prima volta anche in Blu-ray, con nuovi materiali rimasterizzati in HD con doppiaggio italiano integrale, con incluse anche scene mancanti dal doppiaggio storico dell’epoca. Entrambi i formati contengono anche un imperdibile booklet da collezione di 32 pagine con tantissime curiosità sul celebre anime.

Wish – 28 marzo

Il 28 marzo arriva infine Wish di Chris Buck e Fawn Veerasunthorn, edito nei formati DVD, Blu-Ray e Steelbook 4K. Il film ha celebrato i 100 anni dei Walt Disney Animation Studios con una storia ricca di fascino e magia con protagonista la brillante sognatrice Asha, che esprime un desiderio così potente da essere accolto da una forza cosmica, una piccola sfera di sconfinata energia chiamata Star. Insieme, i due dovranno salvare la comunità e dimostrare la forza della volontà degli esseri umani.

Continua a leggere

Home Video

CG Entertainment: le uscite home video di febbraio

Pubblicato

il

CG Entertainment

Febbraio è un mese ricco di importanti novità e di altrettanto validi recuperi dal passato per CG Entertainment. L’uscita in home video più importante del mese è sicuramente quella di Anatomia di una caduta, thriller psicologico di Justine Triet meritevole di 5 nomination agli Oscar 2024. Il film è disponibile in Blu-Ray e in DVD, in un’edizione accompagnata da extra da che includono scene tagliate, trailer e galleria fotografica. Il film è disponibile anche in streaming on demand sulla piattaforma di CG Entertatinment Cgtv. Anatomia di una caduta ha già conquistato la prestigiosa Palma d’Oro del Festival di Cannes 2023 e due Golden Globe 2024 come miglior film internazionale e per la migliore sceneggiatura.

Le uscite home video di febbraio di CG Entertainment non finiscono qui. Sono infatti in arrivo nuove edizioni dei capolavori del maestro Wong Kar-wai In The Mood for Love e Hong Kong Express. Prosegue inoltre la riscoperta dell’opera di Wim Wenders con L’amico americano, Lo stato delle cose, La terra dell’abbondanza e Buena Vista Social Club. Da segnalare inoltre l’arrivo del cult di Jim Jarmusch Ghost Dog e gli ultimi giorni per pre-acquistare una delle copie Blu-Ray residue della Limited edition numerata del cult movie degli anni ’80 di Todd Holland The WizardIl piccolo grande mago dei videogames, realizzata grazie ai fan del crowdfunding come progetto START UP. Di seguito, l’elenco completo delle uscite CG Entertainment di febbraio.

CG Entertainment: tutte le uscite home video di febbraio 2024

13 febbraio

  • Anatomia di una caduta di Justine Triet (CG/Teodora – DVD, Blu-Ray e On demand)
  • L’amico americano di Wim Wenders (CG – DVD, Blu-Ray e On demand)
  • Lo stato delle cose di Wim Wenders (CG – DVD, Blu-Ray e On demand)
  • In The Mood for Love di Wong Kar-wai (CG/Tucker – Blu-Ray e On demand)

27 febbraio

  • L’appuntamento di Teona Strugar Mitevska (CG/Teodora – DVD, Blu-Ray e On demand)
  • Ghost Dog di Jim Jarmusch (CG – DVD e On demand)
  • La terra dell’abbondanza di Wim Wenders (CG – DVD e On demand)
  • Buena Vista Social Club di Wim Wenders (CG – DVD, Blu-Ray e On demand)
  • Hong Kong Express di Wong Kar-wai (CG/Tucker – Blu-Ray e On demand)

Continua a leggere

Home Video

CG Entertainment distribuirà in Home Video 26 capolavori di Godard, Bresson, Resnais e altri

Pubblicato

il

CG Entertainment

CG Entertainment comunica di aver chiuso un accordo con le francesi CITÉ FILMS e ARGOS FILM per la distribuzione sul mercato Home Video italiano di 26 capolavori diretti da grandi maestri della storia del cinema. I film saranno presentati al pubblico in prestigiose edizioni fisiche e in streaming. Alcuni di questi classici saranno inoltre presentati sul grande schermo. I dettagli dell’operazione saranno annunciati da CG sulla propria piattaforma cgtv.it e sui canali social.

I 26 capolavori che CG Entertainment porterà al pubblico italiano

Questo l’elenco dei film che saranno distribuiti in Italia da CG Entertainment:

I Maestri del tempo di Renè Laloux (Les maitres du temps, 1982)
India song di Marguerite Duras (1975)
Out 1: spectre di Jacques Rivette (1971)
Duelle di Jacques Rivette (1976)
Noroit di Jacques Rivette (1976)
Merry go round di Jacques Rivette (1981)
Il maschio e la femmina di Jean-Luc Godard (Masculin feminin, 1966)
Due o tre cose che so di lei di Jean-Luc Godard (Deux ou trois choses que je sais d’elle, 1967)
Au hasard Balthazar di Robert Bresson (1966)
Mouchette – Tutta la vita in una notte di Robert Bresson (Mouchette, 1967)
Gli astronauti di Walerian Borowczyk (Les astronautes, 1959)
Goto, l’isola dell’amore di Walerian Borowczyk (Goto l’ile d’amour, 1968)
Racconti immorali di Walerian Borowczyk (Contes immoraux, 1973)
Une collection particulière di Walerian Borowczyk (1973)
Venus on the half shell di Walerian Borowczyk (L’escargot de venus, 1975)
La bestia di Walerian Borowczyk (La bête, 1975)
The greatest love of all time di Walerian Borowczyk (L’amour monstre de tous les temps, 1979)
Scherzo Infernal di Walerian Borowczyk (1984)
Notte e nebbia di Alain Resnais (Nuit et brouillard, 1956)
Hiroshima mon amour di Alain Resnais (1959)
Muriel, il tempo di un ritorno di Alain Resnais (Muriel ou le temps d’un retour, 1963)
Ecco l’impero dei sensi di Nagisa Oshima (Ai no korida, 1976)
L’impero della passione di Nagisa Oshima (Ai no borei, 1978)
Il pianeta selvaggio di Renè Laloux (La planète sauvage, 1973)
La jetée di Chris Marker (1962)
Sans soleil di Chris Marker (1983)

Continua a leggere
Pubblicità

    Copyright © 2024 Lost in Cinema.