La vita davanti a sé La vita davanti a sé

Netflix

La vita davanti a sé: recensione del film con Sophia Loren

Pubblicato

il

Sophia Loren torna sullo schermo con La vita davanti a sé (adattamento dell’omonimo romanzo di Romain Gary, già al cinema nel 1977 in un adattamento con Simone Signoret) diretto da Edoardo Ponti, in esclusiva su Netflix dal 13 novembre. 

Madame Rosa (Sophia Loren) è un’anziana sopravvissuta all’Olocausto, ed ex prostituta, con una vocazione particolare: ospitare i figli delle prostitute locali nel suo appartamento. Lei stessa si preoccupa della loro educazione, della condotta e del senso di appartenenza. La migliore amica di Madame Rosa è Lola, una prostituta, interpretata dalla meravigliosa attrice trans Abril Zamora, ex campionessa di boxe. Nel suo appartamento arriva Momò, abbreviazione di Mohamed, interpretato da Ibrahima Gueye, un ragazzino musulmano e originario del Senegal, che vive di spaccio e furtarelli. È l’inizio di una convivenza travagliata e di un rapporto profondo e inaspettato. 

Una storia di tolleranza, gentilezza, fiducia. Sophia Loren è un’attrice inscalfibile, possiede una grazia marziale, un volto fiero, che qui trova spazio e senso per donarci un’interpretazione sensibile e spontanea, dando forma alla vita di una donna che ne ha passate tante. Quel che colpisce, osservando La vita davanti a sé, è che c’è sempre qualcosa che si interfaccia, che si contrappone tra i personaggi, un filtro, un colore, un’immagine, un limite che nessuno vuole tracciare.

La vita davanti a sé: il film con Sophia Loren

La vita davanti a sé

Anche il romanzo di Gary, definito cantore di una Francia multietnica e inventore di un gergo da banlieu e da emigrazione, lascia i suoi personaggi vivere in sottili e indelebili compartimenti stagni, vicini ma divisi da qualcosa, da una storia, da un incubo, da un sogno. Questa vita, che ognuno dei personaggi ha davanti a sé, è una vita occupata, una vita che cinge in una morsa stretta e rapace, una vita dal sapore dei bordelli di periferia, una vita dal colore rancido come un trucco a buon mercato steso sul corpo di Madame Rosa, una vita che sorride beata perché non sente niente. 

Il rapporto che lega Momò e Madame Rosa è genuinamente intergenerazionale e interrazziale, come non se ne vedono spesso al cinema, ed è un rapporto che non è zavorrato da una funzione, ma da una relazione che ha nella sua trama la tensione a smantellare l’idea canonica sull’insegnamento: Madame Rosa è una Maestra più che una madre adottiva, anche se non ha una funzione definita né un ruolo riconosciuto.

La loro è una relazione tra una donna spezzata, condannata a raccattare i cocci della sua vita, e un ragazzino con una vita davanti che si sposta in continuazione, con un’identità smarginata, ancora non a fuoco, e che ha perso fiducia verso il prossimo. Cosa può passare, insegnare questa donna, questa madame a pezzi, a Momò se non la sua stessa persona? Se non la sua stessa cocciutaggine, la sua stessa lealtà, il suo stesso fallimento, la sua stessa mancanza e attitudine alla relazione.

Nulla esiste se non in relazione

La vita davanti a sé

Porzia, nel Mercante di Venezia, asserisce che nulla esiste se non in relazione. Anche qui, al di fuori della relazione non c’è niente, non c’è una funzione che lega Madame Rosa a quei bambini, non c’è un patto di sangue che la lega al signor Hamil, il venditore ambulante di tappeti, o al medico, che è l’unico con cui esiste una certa struttura e che adempie una funzione, eppure il loro è rapporto è, allo stesso modo, strettamente relazionale. Madame Rosa si fida di lui perché è un uomo onesto, un uomo semplice e generoso, non perché sia un medico onesto, semplice o generoso. 

Madame Rosa è una Maestra più che una madre adottiva

La vita davanti a sé si compie nella paura, nella paura che ritornino i nazisti, e che porta Madame Rosa a nascondersi nel suo cantuccio, una paura che Momò non comprende, ma che per lei è una paura più grande della paura stessa, perché “non c’è bisogno di motivi per aver paura”. Eppure La vita davanti a sé risente di una senescenza narrativa, si percepisce che c’è qualcosa che stona con la nostra contemporaneità e c’è una distanza particolarmente evidente tra quello che il romanzo ha costruito, nel suo spazio temporale e nel suo spazio visivo, e quello che questo adattamento cerca di decostruire.

La vita davanti a sé forniva una postura, una chiave di lettura della fame d’amore che diventa ineluttabile, a cui si aggiungevano tematiche importanti quali l’eutanasia, la povertà, la malattia, la solitudine e la vecchiaia. I personaggi, che compongono e occupano le scene del film, sono dei miserabili – il romanzo di Victor Hugo viene anche citato nel film – e vivono la loro infelicità con grazia, con dignità, senza alcuna retorica o autocommiserazione, eppure quel che li blocca è la consapevolezza che questo adattamento, in cui sono inabissati, sia del tutto fuori dal nostro tempo e fuori dalla nostra società. 

Overall
6.5/10

Verdetto

La vita davanti a sé è un racconto sulla povertà, la malattia, la solitudine e la vecchiaia, eppure si percepisce che c’è qualcosa che stona con la nostra contemporaneità. C’è una distanza particolarmente evidente tra quello che il romanzo ha costruito, nel suo spazio temporale e nel suo spazio visivo, e quello che questo adattamento cerca di decostruire.

Pubblicità

Netflix

Skam Italia: Netflix annuncia la quinta stagione della serie

Pubblicato

il

Skam Italia

Gli appassionati di Skam Italia hanno un motivo per festeggiare. Netflix ha infatti ufficializzato che ci sarà una quinta stagione della serie, che arriverà nel corso del 2022 nel catalogo della piattaforma. Per confermare la decisione, Netflix ha pubblicato sui propri canali social un breve video annuncio di Skam Italia 5, che potete vedere di seguito.

Il video annuncio della quinta stagione di Skam Italia


Skam Italia è il remake targato Cross Productions dell’omonimo show norvegese. Il progetto è considerato dalla critica italiana e internazionale uno dei migliori adattamenti in assoluto, per merito del linguaggio utilizzato e dell’approccio ai temi trattati. Due elementi che hanno permesso una perfetta identificazione nella storia da parte del pubblico.  

Dopo il successo delle precedenti stagioni, già disponibili sul servizio, la serie torna nella quinta stagione con una nuova storia e gli amati studenti romani, raccontati ancora una volta fuori dagli stereotipi dell’adolescenza. La produzione di Cross Productions spazia da serie e miniserie come Il Cacciatore, Sirene, Rocco Schiavone, Una Grande Famiglia, a sketch-com come Piloti, fino alla vera e propria sperimentazione per un mercato sempre più crossmediale: oltre a Skam Italia, la società di produzione ha realizzato Il Candidato, 140 Secondi, e Una Grande Famiglia 20 Anni Prima.

Continua a leggere

Netflix

Generazione 56K: il trailer della serie Netflix dei The Jackal

Pubblicato

il

Netflix ha pubblicato il trailer e la locandina di Generazione 56K, nuova serie italiana prodotta da Cattleya – parte di ITV Studios – e realizzata in collaborazione con The Jackal – gruppo Ciaopeople – che sarà disponibile dal 1° luglio 2021 su Netflix in tutti i 190 paesi in cui il servizio è attivo.

Amori fuori tempo e amicizie inossidabili, tra il desiderio di diventare adulti e il coraggio di inseguire i propri sogni. Nel trailer di Generazione 56K possiamo dare un un primo sguardo al ritratto, ricco di contraddizioni, della generazione dei Millennial, travolta – alle soglie dell’adolescenza – dall’arrivo di Internet negli anni Novanta. Una generazione che oggi vede nella tecnologia un elemento indispensabile nella propria vita: offre velocità, connessioni e infinite possibilità. Orientarsi in questa varietà di opzioni non è però sempre facile. Gustiamoci quindi il trailer, sulle nostalgiche note di Come mai degli 883, inno degli amori di un’intera generazione.

Generazione 56K: il trailer della serie

Ambientata tra Napoli e Procida, Generazione 56K è una serie di genere comedy basata su un’idea originale di Francesco Ebbasta e da lui scritta insieme a Costanza Durante, Laura Grimaldi e Davide Orsini, che ne è anche head writer. Dietro la macchina da presa dei primi 4 episodi Francesco Ebbasta, mentre Alessio Maria Federici firma la regia dei restanti 4. Questa la sinossi della serie:

Al centro della storia Daniel e Matilda, che si conoscono da giovanissimi e s’innamorano da adulti, e che, insieme agli amici di sempre, Luca e Sandro, sono il simbolo della Generazione del Modem 56K. Daniel e Matilda vivono una relazione che rivoluzionerà il loro mondo e li costringerà a fare i conti con il passato e quella parte più pura e vera di se stessi che, in modi opposti, hanno dimenticato. Tutti gli episodi della serie intrecciano costantemente due linee temporali, due punti di vista, due fasi della stessa storia d’amore e di amicizia che parte nel 1998 e continua fino ai giorni nostri.

Daniel e Matilda sono interpretati rispettivamente da Angelo Spagnoletti e Cristina Cappelli, nella loro versione adulta, e da Alfredo Cerrone e Azzurra Iacone in quella da ragazzini. Protagonisti della serie anche due componenti dei The Jackal nel ruolo degli amici storici di Daniel: Gianluca Fru è Luca e Fabio Balsamo è Sandro, rispettivamente interpretati, nella loro versione da bambini, da Gennaro Filippone e da Egidio Mercurio. Nel cast troviamo anche Biagio Forestieri (Napoli Velata) nei panni di Bruno, Claudia Tranchese (Sotto il sole di RiccioneGomorra la serie 4 stagione) in quelli di Ines, Federica Pirone in quelli di Cristina. Elena Starace interpreta Raffaella e Sebastiano Kiniger dà volto a Enea. In conclusione, ecco il poster ufficiale di Generazione 56K.

Generazione 56K

Continua a leggere

Focus

Netflix: tutte le nuove uscite in arrivo a giugno 2021

Pubblicato

il

Summertime

Mese di grandi novità in casa Netflix. A giugno torneranno infatti degli show di punta della piattaforma come Summertime, Lupin ed Elite, mentre debutterà la serie thriller sci-fi Katla. Grande attesa anche per i film originali Netflix AwakeSelva trágica, mentre gli amanti del trash potranno contare sulla seconda stagione del reality Too Hot to Handle. Di seguito, l’elenco completo delle uscite Netflix di giugno.

Tutto ciò che vedremo a maggio 2021 su Netflix

Netflix

1 giugno

  • Believe Me: The Abduction of Lisa McVey (film non originale)
  • Murder at 1600 – Delitto alla Casa Bianca (film non originale)
  • Mortal Kombat (film non originale)
  • Mortal Kombat – Distruzione totale (film non originale)
  • La giusta causa (film non originale)
  • Austin Powers – La spia che ci provava (film non originale)
  • Il viaggio delle ragazze (film non originale)
  • Il figlio di Babbo Natale (film non originale)
  • Startup (serie non originale, stagioni 1-3)
  • Ride Your Wave (animazione non originale)
  • Seven Days War (animazione non originale)
  • Akudama Drive (serie animata non originale, stagione 1)
  • Gli Octonauti (serie animata non originale, stagione 1)
  • Il trenino Thomas (serie animata non originale, stagione 24)
  • Thomas & Friends: The Royal Engine (animazione non originale)
  • Il trenino Thomas: Macchine Meravigliose: Il mondo di domani (animazione non originale)
  • Il trenino Thomas: Macchine Meravigliose: La fiera della tecnologia (animazione non originale)
  • Super Monsters: C’era una volta una fiaba (animazione originale)
  • Married to Medicine (show originale, stagione 2)
  • Buchi neri: ai limiti della conoscenza (documentario non originale)

2 giugno

  • Carnaval (film originale)
  • Sophie seeks 7 (film non originale)
  • Unfinished Time (documentario originale)

3 giugno

  • Summertime (serie originale, stagione 2)
  • Pretty Guardian Sailor Moon Eternal – Il film (anime originale)
  • Dancing Queens (film originale)
  • Alan Saldaña: Encarcelado (stand-up comedy originale)
  • Creator’s File: GOLD (show originale, stagione 1)

4 giugno

  • Sweet Tooth (serie originale, stagione 1)
  • Feel Good (serie originale, stagione 2)
  • Sweet & Sour (film originale)
  • Xtremo (film originale)
  • Trippin’ with the Kandasamys (film originale)
  • Human: il mondo dentro di noi (serie documentario non originale, stagione 1)
  • Superare i limiti: La scienza del nostro pianeta (documentario originale)

5 giugno

  • Kitty Love: evviva i gatti! (documentario originale)

9 giugno

  • Awake (film originale)
  • Selva trágica (film originale)
  • Chic! (film non originale)
  • Alla ricerca del fritto perfetto (show originale, stagione 1)

10 giugno

  • Trese – Detective delle tenebre (serie animata originale, stagione 1)
  • Locombianos (stand-up comedy originale)

11 giugno

  • Lupin (serie originale, parte 2)
  • Il drago dei desideri (film originale)
  • Skater Girl (film originale)

13 giugno

  • The LEGO Movie 2: Una nuova avventura (film non originale)
  • Il corriere – The Mule (film non originale)

14 giugno

  • Elite Storie Brevi – Guzmán Caye Rebe (serie originale)

15 giugno

  • Elite Storie Brevi – Nadia Guzmán (serie originale)
  • Song One (film non originale)
  • Workin’ Moms (serie originale, stagione 2)
  • Headspace: Rilassare la mente (documentario originale)
  • La cittadina canterina (serie animata originale, stagione 2)

16 giugno

  • Elite Storie Brevi – Omar Ander Alexis (serie originale)
  • Law School (serie originale, stagione 1)
  • Il villaggio dei pinguini (serie documentario originale, stagione 1)

17 giugno

  • Elite Storie Brevi – Carla Samuel (serie originale)
  • Black Summer (serie originale, stagione 2)
  • Ali & Ratu Ratu Queens (film originale)
  • Katla (serie originale, stagione 1)
  • The Gift (serie originale, stagione 3)

18 giugno

  • Elite (serie originale, stagione 4)
  • Un padre (film originale)
  • Jagame Thandhiram (film originale)
  • A Family (film originale)
  • So Not Worth It (serie non originale, stagione 1)
  • Le case vacanza più incredibili del mondo (reality originale, stagione 1)

23 giugno

  • Too Hot to Handle (show originale, stagione 2)
  • Sembrava perfetto… e invece (film originale)
  • La casa de las flores: Il film (film originale)

24 giugno

  • Il regista nudo (serie originale, stagione 2)
  • Jiva! (serie originale, stagione 2)
  • Godzilla: Singular Point (serie animata non originale, stagione 2)

25 giugno

  • Sex/Life (serie originale, stagione 1)

28 giugno

  • The Seven Deadly Sins: Dragon’s Judgement (anime originale)

30 giugno

  • America: Il film (film originale)
Continua a leggere
Pubblicità