Romeo è Giulietta Romeo è Giulietta

News

Romeo è Giulietta: recensione del film con Pilar Fogliati

Pubblicato

il

Prima Corro da te (in un ruolo da non protagonista), poi le due stagioni di Odio il Natale e la sua prima regia Romantiche e adesso Romeo è Giulietta. Se si cerca una commedia romantica italiana degli ultimi due anni, molto probabilmente si passa per Pilar Fogliati. L’attrice continua la sua repentina ascesa nel nuovo film di Giovanni Veronesi, che fin dal titolo gioca con la più nota tragedia shakespeariana e con lo scambio di identità e di sesso.

Pilar Fogliati interpreta Vittoria, attrice teatrale che sconta ancora le conseguenze a livello di immagine di un plagio da lei portato in scena qualche anno prima. Quando il celebre e tronfio regista teatrale Federico Landi Porrini (Sergio Castellitto) inizia le audizioni per un suo nuovo adattamento di Romeo e Giulietta, Vittoria si presenta per l’audizione per la parte di Giulietta, imitata dal fidanzato (Domenico Diele), a sua volta aspirante attore e candidato per il ruolo di Romeo. Entrambi vengono scartati, ma Vittoria risente particolarmente del rifiuto, in quanto derivante non dalla mancata stima dell’esigente regista, ma dal suo precedente errore. Vittoria decide così di travestirsi da uomo e presentarsi per il ruolo di Romeo con il nome di Otto Novembre (la sua data di nascita), convincendo sorprendentemente Federico Landi Porrini. Le cose si complicano quando anche il fidanzato viene ripescato per il ruolo di Mercuzio.

Romeo è Giulietta: una commedia romantica italiana diversa dal solito

Romeo è Giulietta

Anche se il passo è quello della rom-com e l’uscita fissata nel giorno di San Valentino è una vera e propria dichiarazione di intenti, Romeo è Giulietta cerca di smarcarsi da questo genere, con una vitalità e un’originalità insolite per il cinema popolare italiano contemporaneo. Giovanni Veronesi trae infatti il massimo dal suo nuovo sodalizio artistico con Pilar Fogliati, dando vita a un racconto che ha nella menzogna (artistica e non) il proprio baricentro.

In quanto attrice, Vittoria è una bugiarda di professione. Questa sua abilità abbraccia però progressivamente tutti gli altri aspetti della sua vita, portandola prima a fingersi autrice di un’opera non sua, poi a spacciarsi per uomo per ottenere una parte e infine a mentire al suo stesso fidanzato, a cui racconta di dover tornare a casa dai genitori in modo da non ferirlo per aver ottenuto il ruolo da lui desiderato e al tempo stesso giustificare le sue assenze. Pilar Fogliati incarna perfettamente questa complessità, sia nel privato di Vittoria sia nella sua rappresentazione di un Romeo insolito ma decisamente efficace.

Il travestimento che in altri film nostrani avrebbe facilmente assunto i contorni del ridicolo involontario in questo caso è credibile e ben sviluppato, grazie a un trucco all’altezza della situazione e soprattutto alla bravura di Pilar Fogliati, che scinde letteralmente in due il proprio personaggio (il momento in cui Otto “torna” Vittoria con un sorriso è da manuale di recitazione). Il Dustin Hoffman di Tootsie è impareggiabile, ma il paragone non è un’eresia.

Un formidabile Sergio Castellitto

Un altro punto di forza di Romeo è Giulietta è la prova giocosamente sopra le righe di Sergio Castellitto, che dà il meglio di sé nel ruolo di un regista arrogante, misantropo e spregevole, ma capace al tempo stesso di toccanti slanci di umanità. Una performance così riuscita da mettere in ombra la sottotrama romantica, che diventa quasi un intermezzo fra gli spassosi e rabbiosi sfoghi di Federico Landi Porrini.

Non è da meno l’autoironica Margherita Buy (quell’accenno alla recitazione sussurrata richiama inevitabilmente la Marilita Loy di Boris – Il film), relegata però al piccolo ruolo della nonna di Vittoria (a sua volta attrice), mai risolto del tutto e incastrato un po’ a forza all’interno del racconto. Ed è proprio sotto l’aspetto della scrittura che Romeo è Giulietta mostra qualche lacuna. In particolare, ci sono diversi temi affrontati e non più ripresi, come la possibile maternità di Vittoria o la convivenza col fidanzato sul set, che nonostante il legame fra i personaggi di Romeo e Mercuzio in Romeo e Giulietta non sfocia mai in un momento di commistione fra vita privata e finzione scenica sul palco. Da segnalare infine un finale frettoloso e abborracciato al punto da fare supporre qualche taglio brusco di troppo al montaggio.

Romeo è Giulietta: la conferma della bravura di Pilar Fogliati

Romeo è Giulietta

I difetti sopracitati non devono togliere i meriti a una commedia italiana che ha il non indifferente merito di fare ridere (risultato tutt’altro che scontato) e di giocare con il politicamente scorretto, trovando al tempo stesso un epilogo che profuma di progresso e svecchiamento della tradizione, nonché una protagonista ormai pronta per un ruolo di primissimo piano in una grande produzione italiana.

Romeo è Giulietta è nelle sale italiane dal 14 febbraio, distribuito da Vision Distribution.

Overall
6.5/10

Valutazione

Romeo è Giulietta è la conferma definitiva della bravura di Pilar Fogliati, che insieme a un Sergio Castellitto splendidamente sopra le righe si prende sulle spalle una commedia romantica italiana riuscita e moderna.

In evidenza

Challengers: trailer, trama e cast del film di Luca Guadagnino

Pubblicato

il

Challengers

Il 24 aprile arriva nelle sale italiane Challengers, nuovo film di Luca Guadagnino basato su una sceneggiatura di Justin Kuritzkes. Il film ha per protagonisti Zendaya, Josh O’Connor e Mike Faist e racconta un torbido triangolo amoroso, che si sviluppa nell’arco di diversi anni dentro e fuori dal campo di tennis. Amici, ambizione, ossessione ed erotismo si intrecciano in una storia in cui gli equilibri e i rapporti di forza si modificano costantemente, proprio come nel tennis.

Il team creativo di Guadagnino include diversi suoi collaboratori abituali come il direttore della fotografia Sayonbhu Mukdeeprom, la scenografa Merissa Lombardo, il montatore Marco Costa e il costumista Jonathan Anderson. La colonna sonora del film è invece firmata da Trent Reznor e Atticus Ross. I produttori del film sono Amy Pascal, Luca Guadagnino, Zendaya e Rachel O’Connor, con Bernard Bellew coinvolto invece nel ruolo di produttore esecutivo. Gustiamoci una piccola anteprima di quello che ci aspetta attraverso il trailer ufficiale italiano.

Challengers: il trailer ufficiale italiano del film di Luca Guadagnino con Zendaya

Questa la sinossi ufficiale del film:

Dal visionario regista Luca Guadagnino arriva Challengers, con protagonista Zendaya nel ruolo di Tashi Duncan, un’ex prodigio del tennis diventata allenatrice: una forza della natura che non ammette errori, sia dentro che fuori dal campo. Sposata con un fuoriclasse reduce da una serie di sconfitte (Mike Faist), la strategia di Tashi per la redenzione del marito prende una piega sorprendente quando quest’ultimo deve affrontare sul campo l’oramai rovinato Patrick (Josh O’Connor), un tempo suo migliore amico ed ex fidanzato di Tashi. Mentre il loro passato e il loro presente si scontrano e la tensione sale, Tashi dovrà chiedersi quale è il prezzo della vittoria.

Vi ricordiamo che Challengers arriverà nelle sale italiane il 24 aprile, distribuito da Warner Bros. In conclusione, ecco il poster ufficiale italiano del film.

Il poster ufficiale italiano di Challengers, film di Luca Guadagnino con Zendaya, Josh O'Connor e Mike Faist.
Continua a leggere

Eventi

Cannes 2024: il programma della 77a edizione del Festival

Pubblicato

il

Furiosa: A Mad Max Saga

È stato annunciato il programma del Festival di Cannes 2024, che si terrà dal 14 al 25 maggio. Come anticipato dai vari rumor, si tratta di un’edizione arricchita dalla presenza di autori importantissimi del calibro di Francis Ford Coppola (in concorso con Megalopolis), David Cronenberg (in gara con The Shrouds), George Miller (fuori concorso con Furiosa: A Mad Max Saga) e Kevin Costner, in arrivo sulla Croisette con il primo capitolo del suo nuovo sontuoso progetto western, Horizon: An American Saga. In concorso ci saranno inoltre Yorgos Lanthimos con Kinds of Kindness e Paolo Sorrentino, presente con il suo nuovo film Parthenope, che al di là dei grandi nomi coinvolti (Gary Oldman, Isabella Ferrari, Silvio Orlando, Luisa Ranieri, Stefania Sandrelli) è ancora avvolto nel mistero.

Di seguito l‘elenco completo dei film selezionati per il concorso (la cui giuria sarà presieduta da Greta Gerwig), per un Certain Regard (con presidente di giuria Xavier Dolan) e per le altre sezioni.

Cannes 2024: il Concorso

  • The Apprentice (Ali Abbasi)
  • Motel Destino (Karim Aïnouz)
  • Bird (Andrea Arnold)
  • Emilia Perez (Jacques Audiard)
  • Anora (Sean Baker)
  • Megalopolis (Francis Ford Coppola)
  • The Shrouds (David Cronenberg)
  • The Substance (Coralie Fargeat)
  • Grand Tour (Miguel Gomes)
  • Marcello Mio (Christopher Honeré)
  • Feng Liu Yi Dai (Caught by the Tides) (Jia Zhang-Ke)
  • All We Imagine As Light (Payal Kapadia)
  • Kind of Kindness (Yorgos Lanthimos)
  • L’amour ouf (Gilles Lellouche)
  • Diamant Brut (Wild Diamond) (Agathe Riedinger)
  • Oh Canada (Paul Schrader)
  • Limonov – The Ballad (Kirill Serebrennikov)
  • Parthenope (Paolo Sorrentino)
  • Pigen Med Nålen (The Girl with the Needle) (Magnus Von Horn)
  • Le Deuxième Acte (The Second Act) (Quentin Dupieux) – Film d’apertura

Un Certain Regard

  • Norah (Tawfik Alzaidi)
  • The Shameless (Konstantin Bojanov)
  • Le Royaume (Julien Colonna)
  • Vingt Dieux! (Louise Courvoisier)
  • Les Procès du chien (Who Let the Dog Bite?) (Lætitia Dosch)
  • Gou Zhen (Black Dog) (Guan Hu)
  • The Village Netx to Paradise (Mo Harawe)
  • September Says (Ariane Labed)
  • L’histoire de souleymane (Boris Lojkine)
  • On Becoming a Guinea Fowl (Rungano Nyoni)
  • Boku No Ohisama (My Sunshine) (Hiroshi Okuyama)
  • Santosh (Sandhya Suri)
  • Viet and Nam (Truong Minh Quy)
  • Armand (Halfdan Ullman Tøndel)

Cannes 2024 – Fuori concorso

  • Furiosa: A Mad Max Saga (George Miller)
  • Horizon, An American Saga (Kevin Costner)
  • She’s got no name (Chan Peter Ho-Sun)
  • Rumours (Evan Johnson, Galen Johnson, Guy Maddin)

Midnight screenings

  • The Surfer (Lorcan Finnegan)
  • Les femmes au balcon (Noémie Merlant)
  • Twilight of the Warrior Walled In (Soi Cheang)
  • I, the executioner (Seung Wan Ryoo)

Cannes 2024 Première

  • Miséricorde (Alain Guiraudie)
  • C’est pas moi (Leos Carax)
  • Everybody loves Touda (Nabil Ayouch)
  • En Fanfare (The Matching Bang) (Emmanuel Courcol)
  • Rendez-vous avec pol pot (Rithy Panh)
  • Le roman de Jim (Arnaud Larrieu, Jean-Marie Larrieu)

Special screenings

  • La belle de Gaza (Yolande Zauberman)
  • Apprendre (Claire Simon)
  • L’invasion (The Invasion) (Sergei Loznista)
  • Ernest Cole, photographe (Ernest Cole, lost and found) (Raoul Peck)
  • Le fil (Daniel Auteuil)

Continua a leggere

In evidenza

Joker: Folie à Deux, il teaser trailer del film con Joaquin Phoenix e Lady Gaga

Pubblicato

il

Joker: Folie à Deux


È finalmente online il teaser trailer ufficiale di Joker: Folie à Deux, sequel del fortunatissimo Joker di Todd Phillips in arrivo nelle sale italiane il prossimo 2 ottobre. Accanto al mattatore e protagonista assoluto Joaquin Phoenix, troviamo Lady Gaga nei panni dell’iconica Harley Quinn. Una scelta decisamente calzante, perché come possiamo vedere da questo breve estratto il film presenta diverse scene di canto e ballo, al punto da essere definito da una fonte di Variety un “jukebox musical”, con almeno 15 rivisitazioni di celebri brani. Gustiamoci subito cosa ci aspetta attraverso il teaser trailer ufficiale.

Joker: Folie à Deux, il teaser trailer italiano del film

Come anticipato dai numerosi dettagli emersi durante la lavorazione del film, questo sequel riprende gli eventi del predecessore, mostrandoci il fu Arthur Fleck, ormai diventato a tutti gli effetti l’acerrimo nemico di Batman, rinchiuso all’interno dell’Arkham Asylum, celebre manicomio criminale. Qui fa la conoscenza di un’altra paziente, ovvero Harley Quinn, con la quale inizia a immaginare il mondo al di là delle sbarre e a pianificare una fuga verso la libertà. «Io non sono nessuno. Non ho fatto qualcosa della mia vita come te», le sentiamo dire mentre con due dita mima il gesto della pistola alla testa, tipico di Joker.

Sulle note della struggente What The World Needs Now Is Love, viviamo un piccolo antipasto di ciò che ci aspetta nel film, all’insegna del sentimento sempre più forte fra i due protagonisti, ma anche del terrore, della distruzione e della disintegrazione della già labile psiche di Joker. Non ci resta che attendere l’uscita al cinema, con ogni probabilità successiva alla presentazione nel corso della prossima Mostra del Cinema di Venezia, che già nel 2019 aveva premiato Joker con il prestigioso Leone d’oro al miglior film.

Joker: Folie à Deux arriverà nelle sale italiane il 2 ottobre, distribuito da Warner Bros. In conclusione trovate il teaser trailer ufficiale del film in lingua originale, che permette di assaporare in maniera ancora più fedele il tono e le atmosfere di questo attesissimo progetto.

Continua a leggere
Pubblicità

    Copyright © 2024 Lost in Cinema.