The Dark Red The Dark Red

Home Video

The Dark Red: recensione del film diretto da Dan Bush

Pubblicato

il

The Dark Red è un’opera ambiziosa del regista Dan Bush, scritta assieme a Conal Byrne. La storia ci porta nella vita di Sybil Warren (April Billingsley), una donna schizofrenica, sotto osservazione in un reparto psichiatrico. Sybil afferma di possedere un raro gruppo sanguigno, e di discendere da un’antica linea di sangue, che le conferisce grandi poteri e capacità telecinetiche; inoltre, è convinta di essere braccata da una setta che vuole ottenere le sue capacità e che, per questo, le ha sottratto suo figlio alla nascita. La sua terapista, la dottoressa Deluce (Kelsey Scott), tuttavia, pensa che Sybil soffra di allucinazioni e di gravi problemi di salute mentale che compromettono la sua capacità di identificare la realtà. Ma la verità è difficile da individuare: Sybil è malata di mente, e immagina un complotto soprannaturale contro lei e suo figlio, o è davvero vittima di una setta assetata di potere?

The Dark Red: il tentacolare revenge movie di Dan Bush

The Dark Red

La premessa di The Dark Red è molto avvincente. Il lungo flashback iniziale ci porta nelle stanze di un ospedale psichiatrico, mentre Sybil racconta la sua storia alla dottoressa Deluce. La protagonista si sente ingabbiata e vittima di una società che non riesce ad andare oltre la sua schizofrenia, e che non crede neppure per un secondo che lei possa avere dei poteri e delle capacità fuori dal comune. Mentre assistiamo alla terapia di Sybil, la narrazione è divisa in sessioni, permettendo alla storia di rivelarsi in una serie di flashback continui, consentendo anche alla trama di svilupparsi organicamente, mettendo il pubblico nella stessa situazione dell’analista, che tenta di capire quanto del racconto di Sybil sia reale o frutto della sua schizofrenia.

L’elemento più interessante di tutta la narrazione è la natura ingannevole della memoria: il racconto del passato Sybil è soggetto a una valutazione continua, sia da parte dell’analista che dello spettatore, considerato che la sua memoria, secondo la sua dottoressa, sia in realtà soggetta a distorsioni, ricostruzioni, e che l’atto mnemonico, e il recupero di un ricordo, sia un atto più creativo che razionale. Quindi l’immagine mentale del ricordo, la memoria è qualcosa più simile a un racconto che sviluppiamo per noi stessi, una storia che ci raccontiamo, che qualcosa che di attinente alla realtà: Sybil, infatti, paragona il suo passato all’atto di un pittore che dipinge ripetutamente la stessa scena.

Una sanguinosa vendetta

The Dark Red

The Dark Red si avvicina a un racconto psicologico, intrigante e godibile, durante la prima parte del racconto, per poi deviare verso  una seconda metà, che si trasforma in una sanguinosa storia di vendetta. Che la sua storia sia reale o meno, Sybil è decisa a lanciarsi in una missione in cui dovrà vendicarsi di coloro che le hanno portato via suo figlio e salvarlo dalle loro grinfie. Per completare questo compito, si trasforma in un’assassina, stile Kill Bill, ma il risultato finale è tutt’altro che convincente.

Ci sono alcuni problemi con il ritmo della storia: il racconto iniziale ci porta nella vita di una donna con un dono incredibile, un elemento che tinge la narrazione di soprannaturale, per poi piegarsi verso il thriller e il revenge movie, il tutto coniugato da numerosi flashback che vedono la storia dispiegarsi verso diversi punti di partenza, da cui però è incapace di cominciare per davvero.

The Dark Red: sulla scia di Kill Bill e Rosemary’s Baby

The Dark Red in alcuni momenti sembra volersi rifare a Rosemary’s Baby – Nastro rosso a New York, quindi a un cinema che guarda al mondo dell’occulto, a un cinema dell’orrore che analizza e discute di manipolazione, di potere e di personaggi senza scrupoli che non rinunciano ad esercitarlo. Purtroppo la storia scritta e diretta da Dan Bush sembra non poter sostenere le stesse premesse, considerati i cambi di registro repentini che si succedono all’interno della trama: inoltre, i buchi nella trama diventano sempre più evidenti con l’avvicinarsi della conclusione e molte idee chiave della storia, a partire dai poteri della protagonista, alla discendenza, alla setta contro cui si scontra, non vengono mai messe a fuoco più chiaramente oltre un rapido accenno iniziale.

Eppure, anche se la storia, evidentemente sovraccarica di elementi e di tematiche, finisce per essere una commistione di troppe cose diverse, la sua tortuosità e il suo essere complessivamente tentacolare mantiene comunque alta l’attenzione verso le vicende della protagonista e verso la sua risoluzione.

The Dark Red è disponibile in home video, in un’edizione DVD distribuita da Blue Swan.

The Dark Red DVD

Overall
6/10

Verdetto

Nonostante i cambi di registro che si succedono all’interno della trama, The Dark Red resta un’opera godibile, un racconto psicologico intrigante e suggestivo.

Pubblicità

Home Video

Eagle Pictures: le novità home video di marzo 2024

Pubblicato

il

Eagle Pictures

Marzo sarà un mese particolarmente ricco di uscite targate Eagle Pictures, in grado di accontentare tutti i gusti i cinefili. Cinecomic, classici, nuovi film di maestri del cinema e serie animate che hanno segnato l’infanzia di molti collezionisti di oggi: scopriamo insieme cosa ci aspetta.

The Marvels dal 6 marzo in home video grazie a Eagle Pictures

Dal 6 marzo sarà disponibile The Marvels di Nia DaCosta, edito nei formati DVD, Blu-Ray, 4K e in una esclusiva Steelbook, sempre in 4K. Per il sito Film&More è inoltre previsto un abbinamento esclusivo che riguarda il formato Steelbook 4K, contenente una card e gadget da collezione, fra cui il fumetto originale Marvel di 320 pagine Noi siamo The Marvels, edito da Panini Comics. In questo capitolo del Marvel Cinematic Universe, seguiamo un trio di supereroine capitanato dalla Carol Danvers di Brie Larson, in un mix di azione e umorismo.

Columbia Classics – Vol. 4 – 6 marzo

Il 6 marzo è in arrivo anche Columbia Classics – Vol.4, nuovo prezioso cofanetto da collezione che contiene sei indimenticabili titoli della Columbia Pictures completamente rimasterizzati in 4K Ultra HD. Il cofanetto è composto da 14 dischi (8 UHD e 6 BD) e contiene oltre 30 ore di contenuti speciali. I titoli proposti sono La signora del venerdì, Indovina chi viene a cena?, Kramer contro Kramer, Starman, Insonnia d’amore e Ubriaco d’amore.

Diabolik, chi sei? dal 14 marzo in home video grazie a Eagle Pictures

Eagle Pictures

Il 14 marzo arriva Diabolik, chi sei?, ultimo capitolo della trilogia dedicata al Re del terrore dei Manetti Bros. Il film sarà disponibile in DVD, Blu-ray e in un’edizione Combo con fumetto. Per il sito Film&More è inoltre disponibile un’edizione ricca di gadget: oltre al doppio disco Blu-ray e DVD, questa edizione esclusiva contiene infatti anche una card e spille da collezione, insieme a una copia del fumetto omonimo da cui il film è tratto. Diabolik, chi sei? ha per protagonisti Giacomo Gianniotti nei panni di Diabolik, Miriam Leone in quelli di Eva Kant, Valerio Mastandrea che interpreta l’Ispettore Ginko, insieme a Monica Bellucci, Carolina Crescentini e Paolo Calabresi.

Ferrari dal 21 marzo in home video grazie a Eagle Pictures

Eagle Pictures

Il 21 marzo Eagle Pictures propone Ferrari di Michael Mann, edito in DVD, Blu-ray, 4k e Steelbook sempre 4K, contenente 5 card esclusive da collezione. In questo biopic sul celebre ex pilota e costruttore delle auto più famose al mondo Enzo Ferrari, il protagonista è Adam Driver, supportato dalla straordinaria Penelope Cruz nel ruolo della moglie Laura Garello. Nel cast anche Shailene Woodley per la parte dell’amante Lina Lardi e Patrick Dempsey che veste i panni del pilota Piero Taruffi.

I cavalieri dello zodiaco – 21 marzo

Eagle Pictures

Sempre il 21 marzo arriva I cavalieri dello zodiaco di Kōzō Morishita e Kazuhito Kikuchi, disponibile in una nuova edizione da collezione a tiratura limitata nei formati DVD e per la prima volta anche in Blu-ray, con nuovi materiali rimasterizzati in HD con doppiaggio italiano integrale, con incluse anche scene mancanti dal doppiaggio storico dell’epoca. Entrambi i formati contengono anche un imperdibile booklet da collezione di 32 pagine con tantissime curiosità sul celebre anime.

Wish – 28 marzo

Il 28 marzo arriva infine Wish di Chris Buck e Fawn Veerasunthorn, edito nei formati DVD, Blu-Ray e Steelbook 4K. Il film ha celebrato i 100 anni dei Walt Disney Animation Studios con una storia ricca di fascino e magia con protagonista la brillante sognatrice Asha, che esprime un desiderio così potente da essere accolto da una forza cosmica, una piccola sfera di sconfinata energia chiamata Star. Insieme, i due dovranno salvare la comunità e dimostrare la forza della volontà degli esseri umani.

Continua a leggere

Home Video

CG Entertainment: le uscite home video di febbraio

Pubblicato

il

CG Entertainment

Febbraio è un mese ricco di importanti novità e di altrettanto validi recuperi dal passato per CG Entertainment. L’uscita in home video più importante del mese è sicuramente quella di Anatomia di una caduta, thriller psicologico di Justine Triet meritevole di 5 nomination agli Oscar 2024. Il film è disponibile in Blu-Ray e in DVD, in un’edizione accompagnata da extra da che includono scene tagliate, trailer e galleria fotografica. Il film è disponibile anche in streaming on demand sulla piattaforma di CG Entertatinment Cgtv. Anatomia di una caduta ha già conquistato la prestigiosa Palma d’Oro del Festival di Cannes 2023 e due Golden Globe 2024 come miglior film internazionale e per la migliore sceneggiatura.

Le uscite home video di febbraio di CG Entertainment non finiscono qui. Sono infatti in arrivo nuove edizioni dei capolavori del maestro Wong Kar-wai In The Mood for Love e Hong Kong Express. Prosegue inoltre la riscoperta dell’opera di Wim Wenders con L’amico americano, Lo stato delle cose, La terra dell’abbondanza e Buena Vista Social Club. Da segnalare inoltre l’arrivo del cult di Jim Jarmusch Ghost Dog e gli ultimi giorni per pre-acquistare una delle copie Blu-Ray residue della Limited edition numerata del cult movie degli anni ’80 di Todd Holland The WizardIl piccolo grande mago dei videogames, realizzata grazie ai fan del crowdfunding come progetto START UP. Di seguito, l’elenco completo delle uscite CG Entertainment di febbraio.

CG Entertainment: tutte le uscite home video di febbraio 2024

13 febbraio

  • Anatomia di una caduta di Justine Triet (CG/Teodora – DVD, Blu-Ray e On demand)
  • L’amico americano di Wim Wenders (CG – DVD, Blu-Ray e On demand)
  • Lo stato delle cose di Wim Wenders (CG – DVD, Blu-Ray e On demand)
  • In The Mood for Love di Wong Kar-wai (CG/Tucker – Blu-Ray e On demand)

27 febbraio

  • L’appuntamento di Teona Strugar Mitevska (CG/Teodora – DVD, Blu-Ray e On demand)
  • Ghost Dog di Jim Jarmusch (CG – DVD e On demand)
  • La terra dell’abbondanza di Wim Wenders (CG – DVD e On demand)
  • Buena Vista Social Club di Wim Wenders (CG – DVD, Blu-Ray e On demand)
  • Hong Kong Express di Wong Kar-wai (CG/Tucker – Blu-Ray e On demand)

Continua a leggere

Home Video

CG Entertainment distribuirà in Home Video 26 capolavori di Godard, Bresson, Resnais e altri

Pubblicato

il

CG Entertainment

CG Entertainment comunica di aver chiuso un accordo con le francesi CITÉ FILMS e ARGOS FILM per la distribuzione sul mercato Home Video italiano di 26 capolavori diretti da grandi maestri della storia del cinema. I film saranno presentati al pubblico in prestigiose edizioni fisiche e in streaming. Alcuni di questi classici saranno inoltre presentati sul grande schermo. I dettagli dell’operazione saranno annunciati da CG sulla propria piattaforma cgtv.it e sui canali social.

I 26 capolavori che CG Entertainment porterà al pubblico italiano

Questo l’elenco dei film che saranno distribuiti in Italia da CG Entertainment:

I Maestri del tempo di Renè Laloux (Les maitres du temps, 1982)
India song di Marguerite Duras (1975)
Out 1: spectre di Jacques Rivette (1971)
Duelle di Jacques Rivette (1976)
Noroit di Jacques Rivette (1976)
Merry go round di Jacques Rivette (1981)
Il maschio e la femmina di Jean-Luc Godard (Masculin feminin, 1966)
Due o tre cose che so di lei di Jean-Luc Godard (Deux ou trois choses que je sais d’elle, 1967)
Au hasard Balthazar di Robert Bresson (1966)
Mouchette – Tutta la vita in una notte di Robert Bresson (Mouchette, 1967)
Gli astronauti di Walerian Borowczyk (Les astronautes, 1959)
Goto, l’isola dell’amore di Walerian Borowczyk (Goto l’ile d’amour, 1968)
Racconti immorali di Walerian Borowczyk (Contes immoraux, 1973)
Une collection particulière di Walerian Borowczyk (1973)
Venus on the half shell di Walerian Borowczyk (L’escargot de venus, 1975)
La bestia di Walerian Borowczyk (La bête, 1975)
The greatest love of all time di Walerian Borowczyk (L’amour monstre de tous les temps, 1979)
Scherzo Infernal di Walerian Borowczyk (1984)
Notte e nebbia di Alain Resnais (Nuit et brouillard, 1956)
Hiroshima mon amour di Alain Resnais (1959)
Muriel, il tempo di un ritorno di Alain Resnais (Muriel ou le temps d’un retour, 1963)
Ecco l’impero dei sensi di Nagisa Oshima (Ai no korida, 1976)
L’impero della passione di Nagisa Oshima (Ai no borei, 1978)
Il pianeta selvaggio di Renè Laloux (La planète sauvage, 1973)
La jetée di Chris Marker (1962)
Sans soleil di Chris Marker (1983)

Continua a leggere
Pubblicità

    Copyright © 2024 Lost in Cinema.