Egyptian Theatre Egyptian Theatre

Netflix

Netflix sta trattando l’acquisto dell’Egyptian Theatre di Los Angeles

Pubblicato

il

Secondo quanto riportato da Bloomberg, Netflix starebbe trattando con l’American Cinematheque l’acquisto dell’Egyptian Theatre, storico cinema di Los Angeles che ha formato intere generazioni di cinefili e cineasti e che ha ospitato anteprime e proiezioni speciali di film che hanno fatto la storia della settima arte. La sala in questione si trova sulla prestigiosa Hollywood Boulevard, ed è stata inaugurata nel 1922, con l’anteprima di Robin Hood di Allan Dwan. Recentemente, l’Egyptian Theatre ha ospitato anche la premiere hollywoodiana di Roma, film di Alfonso Cuarón distribuito in streaming in tutto il mondo dalla stessa Netflix.

Netflix e l’l’Egyptian Theatre: un segnale dell’espansione dallo streaming alla sala?

Secondo la fonte anonima che ha segnalato a Bloomberg la possibilità di questo affare, l’eventuale acquisto dell’Egyptian Theatre servirebbe a Netflix per effettuare anteprime ed eventi collegati alle proprie produzioni originali, e non costituirebbe un primo passo del colosso dello streaming verso la gestione di un gruppo di proprie sale, dal momento che questo storico cinema hollywoodiano non verrebbe usato come una classica sala cinematografica commerciale. L’affare metterebbe in oltre in buona luce Netflix fra i cinefili più intransigenti e restii allo streaming, dal momento che permetterebbe di risollevare l’American Cinematheque, sempre più a corto di liquidità, e parallelamente assicurare un luminoso futuro a una vera e propria istituzione dell’industria cinematografica.

Nonostante queste parole, l’eventuale acquisizione dell’Egyptian Theatre da parte di Netflix avrebbe l’effetto immediato di rinnovare le speculazioni su una prossima gestione da parte del colosso dello streaming di proprie sale cinematografiche, che potrebbe seguire la stessa logica dell’abbonamento mensile applicata ai propri servizi di streaming. Con la concorrenza sempre più forte da parte di Amazon, Apple e Disney, questa mossa assicurerebbe a Netflix un vantaggio non di poco conto sui competitor e porterebbe a notevoli cambiamenti all’interno dell’industria cinematografica.

Non ci resta quindi che aspettare gli sviluppi di questa trattativa e le prossime mosse di Netflix per scoprire di più sui progetti futuri di questa realtà del settore dell’intrattenimento.

Pubblicità

Netflix

A Classic Horror Story: trailer e poster del film Netflix

Pubblicato

il

A Classic Horror Story

Se ti sembra di averlo già visto, prova a guardare meglio. Con queste enigmatiche parole, Netflix presenta il trailer ufficiale di A Classic Horror Story, nuovo film horror originale della piattaforma, diretto da Roberto De Feo e Paolo Strippoli. A Classic Horror Story arriverà nel catalogo Netflix il 14 luglio e si presenta come un omaggio alla tradizione di genere italiana che, partendo da riferimenti classici, arriva a creare qualcosa di completamente nuovo. Questa produzione targata Colorado Film sarà presentata in Concorso alla 67esima edizione del Taormina Film Fest 2021, che si terrà dal 27 giugno al 3 luglio 2021. Vediamo subito cosa ci aspetta.

Il trailer ufficiale di A Classic Horror Story

Questa la sinossi ufficiale di A Classic Horror Story:

Cinque carpooler viaggiano a bordo di un camper per raggiungere una destinazione comune. Cala la notte e per evitare la carcassa di un animale si schiantano contro un albero. Quando riprendono i sensi si ritrovano in mezzo al nulla. La strada che stavano percorrendo è scomparsa; ora c’è solo un bosco fitto e impenetrabile e una casa di legno in mezzo ad una radura. Scopriranno presto che è la dimora di un culto innominabile. Come sono arrivati lì? Cosa è successo veramente dopo l’incidente? Chi sono le creature mascherate raffigurate sui dipinti nella casa? Potranno fidarsi l’uno dell’altro per cercare di uscire dall’incubo in cui sono rimasti intrappolati?

Il film ha per protagonisti principali Matilda Lutz, Francesco Russo, Peppino Mazzotta, Yulia Sobol, Will Merrick, Alida Baldari Calabria e Cristina Donadio. In conclusione, ecco il poster ufficiale.

Continua a leggere

Netflix

Skam Italia: Netflix annuncia la quinta stagione della serie

Pubblicato

il

Skam Italia

Gli appassionati di Skam Italia hanno un motivo per festeggiare. Netflix ha infatti ufficializzato che ci sarà una quinta stagione della serie, che arriverà nel corso del 2022 nel catalogo della piattaforma. Per confermare la decisione, Netflix ha pubblicato sui propri canali social un breve video annuncio di Skam Italia 5, che potete vedere di seguito.

Il video annuncio della quinta stagione di Skam Italia


Skam Italia è il remake targato Cross Productions dell’omonimo show norvegese. Il progetto è considerato dalla critica italiana e internazionale uno dei migliori adattamenti in assoluto, per merito del linguaggio utilizzato e dell’approccio ai temi trattati. Due elementi che hanno permesso una perfetta identificazione nella storia da parte del pubblico.  

Dopo il successo delle precedenti stagioni, già disponibili sul servizio, la serie torna nella quinta stagione con una nuova storia e gli amati studenti romani, raccontati ancora una volta fuori dagli stereotipi dell’adolescenza. La produzione di Cross Productions spazia da serie e miniserie come Il Cacciatore, Sirene, Rocco Schiavone, Una Grande Famiglia, a sketch-com come Piloti, fino alla vera e propria sperimentazione per un mercato sempre più crossmediale: oltre a Skam Italia, la società di produzione ha realizzato Il Candidato, 140 Secondi, e Una Grande Famiglia 20 Anni Prima.

Continua a leggere

Netflix

Generazione 56K: il trailer della serie Netflix dei The Jackal

Pubblicato

il

Netflix ha pubblicato il trailer e la locandina di Generazione 56K, nuova serie italiana prodotta da Cattleya – parte di ITV Studios – e realizzata in collaborazione con The Jackal – gruppo Ciaopeople – che sarà disponibile dal 1° luglio 2021 su Netflix in tutti i 190 paesi in cui il servizio è attivo.

Amori fuori tempo e amicizie inossidabili, tra il desiderio di diventare adulti e il coraggio di inseguire i propri sogni. Nel trailer di Generazione 56K possiamo dare un un primo sguardo al ritratto, ricco di contraddizioni, della generazione dei Millennial, travolta – alle soglie dell’adolescenza – dall’arrivo di Internet negli anni Novanta. Una generazione che oggi vede nella tecnologia un elemento indispensabile nella propria vita: offre velocità, connessioni e infinite possibilità. Orientarsi in questa varietà di opzioni non è però sempre facile. Gustiamoci quindi il trailer, sulle nostalgiche note di Come mai degli 883, inno degli amori di un’intera generazione.

Generazione 56K: il trailer della serie

Ambientata tra Napoli e Procida, Generazione 56K è una serie di genere comedy basata su un’idea originale di Francesco Ebbasta e da lui scritta insieme a Costanza Durante, Laura Grimaldi e Davide Orsini, che ne è anche head writer. Dietro la macchina da presa dei primi 4 episodi Francesco Ebbasta, mentre Alessio Maria Federici firma la regia dei restanti 4. Questa la sinossi della serie:

Al centro della storia Daniel e Matilda, che si conoscono da giovanissimi e s’innamorano da adulti, e che, insieme agli amici di sempre, Luca e Sandro, sono il simbolo della Generazione del Modem 56K. Daniel e Matilda vivono una relazione che rivoluzionerà il loro mondo e li costringerà a fare i conti con il passato e quella parte più pura e vera di se stessi che, in modi opposti, hanno dimenticato. Tutti gli episodi della serie intrecciano costantemente due linee temporali, due punti di vista, due fasi della stessa storia d’amore e di amicizia che parte nel 1998 e continua fino ai giorni nostri.

Daniel e Matilda sono interpretati rispettivamente da Angelo Spagnoletti e Cristina Cappelli, nella loro versione adulta, e da Alfredo Cerrone e Azzurra Iacone in quella da ragazzini. Protagonisti della serie anche due componenti dei The Jackal nel ruolo degli amici storici di Daniel: Gianluca Fru è Luca e Fabio Balsamo è Sandro, rispettivamente interpretati, nella loro versione da bambini, da Gennaro Filippone e da Egidio Mercurio. Nel cast troviamo anche Biagio Forestieri (Napoli Velata) nei panni di Bruno, Claudia Tranchese (Sotto il sole di RiccioneGomorra la serie 4 stagione) in quelli di Ines, Federica Pirone in quelli di Cristina. Elena Starace interpreta Raffaella e Sebastiano Kiniger dà volto a Enea. In conclusione, ecco il poster ufficiale di Generazione 56K.

Generazione 56K

Continua a leggere
Pubblicità